Torino fuori dai giochi: il Pdl propone in aula «un minuto di silenzio»

Disperso nelle retrovie mentre in prima linea la battaglia infuria. Così il vicecoordinatore regionale del Pdl del Piemonte Agostino Ghiglia definisce la posizione del sindaco Pd di Torino, Sergio Chiamparino, nei confronti della querelle San Paolo-Intesa che sta spaccando la città. «Due anni fa ricorda Ghiglia - nominavamo rappresentanti nella Compagnia di San Paolo (designandone, tra l’altro, il presidente) che controllava la maggioranza delle azioni della banca. Oggi non controlliamo più nulla a causa dell’incapacità del sindaco il quale, cercando d’interpretare troppi ruoli in commedia, è diventato una comparsa senza valore, e la città ha perso qualsiasi potere decisionale nelle dinamiche della politica bancaria nazionale e internazionale». Così «di fronte all’ennesimo rifiuto opposto da Chiamparino di fare chiarezza in consiglio comunale» Ghiglia chiede di osservare un minuto di silenzio per la «scomparsa» della politica bancaria di Torino.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti