Il tormentone dell’inno da 162 anni in attesa di entrare nella Carta

Mentre la Lega riapre le polemiche sul Tricolore, di diritto vessillo nazionale inserito nella Costituzione, un altro simbolo dell’Unità d’Italia aspetta da oltre mezzo secolo di essere consacrato dagli articoli della Carta. l’Inno di Mameli infatti non è mai stato dichiarato inno ufficiale del nostro Paese. Nonostante sia stato composto nel 1847 e scelto nel 1946 dal governo per celebrare la Repubblica.
La scelta infatti doveva essere provvisoria, anche se di fatto è rimasta valida fino a oggi. Il tormentone dura da 162 anni, tra tentativi di integrare la Costituzione inserendo l’Inno, proposte di legge (ce ne sono tre attualmente in attesa di iniziare il proprio iter) e blitz leghisti per sostituire Fratelli d’Italia con il verdiano Va’ Pensiero. Anche se l’Inno di Mameli è ormai considerato da tutti il «canto degli italiani», manca dunque l’atto formale che lo inserisca nella Costituzione.

Commenti