Totonomine Letta vicepremier Gasparri frena: «Lui è già di più»

Quello sulla vicepresidenza del Consiglio è un dibattito «inutile». «Si è discusso all’inizio, durante la costituzione del governo, e non si è ritenuto che ci fosse questa necessità». Parola del capogruppo del Pdl al Senato, Maurizio Gasparri. Ai giornalisti che gli chiedevano indiscrezioni sul «totonomine», e in particolare sulla possibile promozione di Gianni Letta dopo quella sfumata di Giulio Tremonti, Gasparri ha risposto che «Letta è più che vicepremier, è il perno dell’operatività del governo, che andrà avanti nella sua formazione attuale». Nessun rischio di impedimenti del premier, nemmeno con la scarlattina, poiché è «una malattia giovanile - ha scherzato Gasparri -. Berlusconi fa il presidente, il vice e tante altre cose. Ed è così giovane che contrae le malattie che di solito si prendono da bambini».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.