La tragedia Tom, moda in lutto Armani: «Ingiusto morire a 22 anni»

«Questo è un mondo troppo legato alla giovinezza, come se la vita finisse a 22 anni. Bisogna far capire ai giovani che la vita è bella anche dai 23 anni in poi!». Giorgio Armani è colpito per la morte del giovane Tom Nicon, che aveva sfilato anche per lui. La sua tragica fine gli sembra emblematica di una disperazione giovanile che talvolta sembra non concedere futuro. «Le delusioni - sottolinea Armani - ci sono sempre, anche quelle d’amore, ma si devono affrontare senza tragedie». Oggi c’è molta fragilità: «La giovinezza è un momento magico, dà la sensazione di essere belli e onnipotenti. Poi arrivano le delusioni della vita, i legami matrimoniali che talvolta si rompono, i figli che diventano anche un problema, il lavoro...ma la vita continua, val la pena di viverla, bisogna farlo capire».

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti