Trasparenza e conti chiari nel business dei profughi

Fdi: «Gestione immigrati di venti anni fa»

Subappaltano la gestione delle mense. O relegano i migranti in un sottoscala mettendoli a dormire su quattro materassi sgangherati. Ma le cooperative ricevono comunque 35 euro a profugo. Ogni giorno, a prescindere dalla qualità del servizio che offrono. Un business goloso, e spesso non lecito, sulle spalle degli immigrati e con soldi pubblici. Per mettere fine agli appetiti illegali sulla gestione delle cooperative, Fratelli d'Italia chiede più trasparenza nella gestione dei soldi pubblici e annuncia una proposta di legge al Parlamento sottoscritta dal Consiglio regionale lombardo e da quello toscano. Obbiettivo: obbligare le cooperative a rendicontare in modo puntuale e dettagliato le spese per la gestione dei richiedenti asilo.

Commenti

Commenta anche tu
Grazie per il tuo commento