Trionfo Nove premi Cesar a «Il profeta» di Audiard

La vittoria ai Cesar, gli Oscar del cinema francese, di «Il profeta» di Jacques Audiard (in Italia il 19 marzo) era ampiamente prevista, ma non ci aspettava che assumesse l’aspetto di un vero trionfo. A Parigi il film choc sull’universo carcerario che ha già guadagnato altri sette premi ed è in corsa per gli Oscar hollywoodiani, ha conquistato nove Cesar, una vera razzia che ha lasciato a bocca asciutta altri film come «Welcome» di Philippe Lioret che malgrado dieci nomination non ha preso niente. Miglior film, migliore regia, fotografia, montaggio, scenografia, sceneggiatura. L’Accademia oltre ad assegnare un Cesar per il secondo ruolo a Niels Arestrup, magnifico nei panni del padrino còrso, ha premiato il giovane protagonista Tahar Rahim con ben due statuette, come miglior attore e miglior speranza maschile.

Commenti

Grazie per il tuo commento