Ucciso perché disse no alla camorra: arrestati

Tre persone sono state arrestate ieri con l'accusa di essere mandanti ed esecutori dell’omicidio di Ciro Fontanarosa, avvenuto il 25 aprile del 2009 a Napoli. Fu ucciso come un boss, a soli 17 anni, per il rifiuto di affiliarsi a un clan della camorra. Per quel delitto i carabinieri hanno arrestato tre uomini. In manette sono finiti Ettore Bosti, 30 anni, figlio di Patrizio, il capo dell'omonimo clan camorristico, e Vincenzo Capozzoli, 34 anni. Il primo avrebbe ordinato l’omicidio per punire Fontanarosa del suo no all’ingresso nella cosca, il secondo avrebbe eseguito il delitto con particolare ferocia, esplodendo sette colpi di pistola. Per favoreggiamento aggravato è stato arrestato Cristian Barbato, 22 anni, cugino della vittima.

Caricamento...

Commenti

Caricamento...