Usa/2 Un altro tabù infranto l’Fbi ora recluta anche i trans

Addio al mito dell’agente federale super maschio incarnato in innumerevoli film da attori come il fisicato Bruce Willis in «Codice Mercury» o Kevin Costner nell’intramontabile «Gli Intoccabili». L’FBI apre a 007 transgender gay, lesbiche e bisex per svolgere i propri delicatissimi compiti di lotta contro il crimine organizzato. Ma la rivoluzione dell’FBI non si ferma qui. L’agenzia fornirà anche sostegno a coppie omo accettando dipendenti che abbiano un partner dello stesso sesso o siano sposati.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti