Valbrevenna Laser e sonde per coltivare la marijuana

Termometri laser e strumentazioni avanzate: non aveva lasciato nulla al caso un muratore incensurato di 26 anni, della Valbrevenna, per coltivare piantine di marijuana. L’uomo che deteneva illegalmente anche 6 etti di marijuana, 60 grammi di hashish, munizioni, pistole giocattolo prive del tappino rosso e una balestra, è stato arrestato dai carabinieri di Savignone con la convivente, una ventiduenne italo-malgascia, con l’accusa di produzione di sostanze stupefacenti e detenzione illegale di armi. Per coltivare i semi il giovane aveva un termometro laser per misurare a distanza la temperatura dell’acqua, e sonde per controllare ph e conducibilità, oltre a lampade e ventilatori per monitorare il calore nella stanza dove le piantine venivano conservate.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti