Veleni Lady Pavarotti: «Io la sua amante? Querelo»

La gramigna del gossip sembra ormai incontrollabile nell’orticello democratico. Dove in queste ore si stanno cogliendo i frutti avvelenati di una lunga campagna di voyeurismo anti-berlusconiano. In particolare a Bologna, dopo il caso Delbono, tiene banco il caso Mantovani. A lanciare il sasso nello stagno è stato ieri «Il Secolo XIX», che ha riportato «sussurri» su una liaison tra il sindaco tombeur de femmes e il suo assessore alla Cultura, la vedova Pavarotti Nicoletta Mantovani. Il quotidiano ricordava come fosse stato proprio il primo cittadino a insistere per candidarla, nonostante le resistenze del partito. Abbastanza per dar luogo a malelingue su un suo invaghimento.
Lo spettegolamento non è però piaciuto alla signora Mantovani, che ha parlato di «follia generalizzata»: «Non scherziamo - ha attaccato -. Ho già dato mandato ai miei legali di presentare querela contro “Il Secolo XIX”. Se questa è la stampa italiana c’è da essere molto preoccupati».
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.