Via Ventura La scuola araba raddoppia, ma agli esami di Stato è flop

BOCCIATI Alla prima vera prova, quella di terza media, solo tre promossi in una classe di undici ragazzini

Ex consigliere culturale dell’ambasciata egiziana a Roma, Farghal insegna all’Università orientale di Napoli ed è stato insignito della croce di Grande ufficiale da Napolitano. «Noi siamo molto ambiziosi - ha dichiarato -, puntiamo all’espansione della scuola araba come polo culturale». «La nuova sede non c’è ancora, ma siamo disponibili a trasferirci non appena ci sarà - ha aggiunto Mahmoud -. Noi comunque siamo tranquilli, in quanto il Comune di Milano e il governo italiano si sono impegnati per trovarne una». Ad affiancare Mahmoud e Farghal c’è anche una direttrice italiana, Margherita Santoro. Gli alunni sono 190 e gli insegnanti 25, di cui 15 per la didattica italiana e dieci per quella araba. Le lezioni seguono i programmi riconosciuti dai ministeri di Italia ed Egitto. L’anno scorso agli esami di terza media su una classe di 11 ragazzi sono stati promossi in tre.
Pietro Vernizzi