Vince in Turchia con Calik Enerji

Eni

Eni si rafforza in Turchia. Il governo del Paese ha infatti scelto l’operatore locale Calik Enerji per la costruzione di un oleodotto di 550 chilometri a Samsun-Ceyhan. La nuova infrastruttura trasporterà il greggio dal Mar Nero al Mediterraneo superando il collo di bottiglia che si crea nello stretto del Bosforo. Nel progetto è coinvolta anche Eni che con Calik ha collaborato per uno studio di fattibilità dell’impianto: il costo stimato ammonta a 1,5 miliardi. Il decreto di nomina, firmato da tutti i ministri del governo turco, sarà ora sottoposto all’approvazione del presidente Ahmet Necdet Sezer. Calik ed Eni hanno avuto sei mesi di tempo per completare gli studi di fattibilità del progetto. Il decreto era in stand-by da gennaio in quanto diversi ministri si rifiutavano di firmarlo perché non era stato indetto un bando di gara. L’oleodotto è destinato a trasportare circa 50-70 milioni di tonnellate di greggio ogni anno.
I commenti saranno accettati:
  • dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 20:00
  • sabato, domenica e festivi dalle ore 10:00 alle ore 18:00.
Non sono consentiti commenti che contengano termini violenti, discriminatori o che contravvengano alle elementari regole di netiquette.
Qui le norme di comportamento per esteso.