Violenza Repetto sogna un altro 30 giugno

Che peccato. Oggi un nuovo 30 giugno non sarebbe possibile. Lo dice e ne è dispiaciuto il presidente della Provincia Alessandro Repetto, ne sono dispiaciuti gli assessori comunale e regionale Andrea Ranieri e Renzo Guccinelli che «concordano in pieno» con lui. Concordano con le parole che Repetto butta fuori tutto d’un fiato, orgoglioso di quello che sta dicendo davanti alla platea della Cgil e dell’Anpi che hanno organizzato «questa rievocazione cui come Provincia abbiamo aderito molto volentieri». (...)

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti