Vittime delle Br Cerimonia per ricordare Coco e la scorta

Era l’9 giugno del 1976. In salita Santa Brigida l’improvviso riecheggiare di spari. A terra senza vita, vittime della follia delle Brigate Rosse, il procuratore generale della Repubblica Francesco Coco e gli uomini della sua scorta, il brigadiere di Ps Giovanni Saponara e l’appuntato dei carabinieri Antioco Deiana. Ieri nello stesso luogo si è svolta una cerimonia «per non dimenticare» chi sacrificò la propria vita in nome della legalità contro l’eversione. Cerimonia promossa dall’Unione nazionale mutilati ed invalidi per servizio istituzionale, alla quale hanno partecipato il sostituto procuratore generale Luigi Cavadini Lenuzza e Giacomo Ronzitti, ex presidente del Consiglio regionale. Con loro il procuratore generale Luciano Di Noto, il consigliere della corte dei conti Piero Floreani e il presidente nazionale Unms Alessandro Bucci. Al Liceo D’Oria si è poi svolta la premiazione del concorso sul tema riservato agli studenti dello stesso istituto.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti