Young sempre giovane

Le regole non scritte di Neil Young si riassumono in una sola parola: imprevedibilità. Anche oggi che è over 70, è capace di sfornare un disco dal vivo che non è solo dal vivo (è pieno di sovraincisioni) e che non raccoglie i classici. Anzi. In Earth, nel quale suona con la nuova band Promise Of the Real, ci sono i suoi brani a sfondo ambientalista come After the gold rush del '70 fino a Wolf moon e Vampire blues. C'è persino Western hero da Sleep With Angels che nel '94 dedicò a Kurt Cobain. Dunque la band suona bene, la voce di Neil Young è una frustata di emozioni e il disco serve soprattutto ai giovanissimi per capire che cosa sia (ancora) la forza del rock. Punto.

Immagine strip mobile Immagine strip desktop e tablet

Commenti