Zenga regala il primo tempo l’ex Zaccardo punisce il Palermo

Parma Zaccardo l’aveva promesso: «Se faccio gol al Palermo esulto, perché non penso di offendere i miei ex tifosi». Detto fatto: al 17’ l’ex di turno stacca con precisione sulla bella punizione di Lanzafame e insacca alle spalle di Rubinho il gol che risulterà decisivo. Zenga si dispera: ha regalato il primo tempo al Parma lasciando in panchina sia Miccoli che Budan. Il Parma sfiora ancora il gol con Paloschi (traversa) e Panucci (due volte). Il Palermo cambia solo nella ripresa, quando entra Miccoli (e poi Budan), ma resta inconcludente. L’unica emozione è di Mariga nel finale, quando respinge, prima con il petto poi con un braccio, un cross dalla destra. Giannoccaro lascia correre, ma le proteste di Zenga sono reiterate.