Ztl, Veltroni si arrampica sugli specchi

Il centro di Roma rischia di diventare un privilegio di pochi e un salasso per molti. L’inasprimento tariffario della Zona a traffico limitato, deciso dalla Giunta comunale e in vigore a partire dal 2007, costringerà all’ennesimo sacrificio i residenti e quelle migliaia di cittadini che ogni giorno si riversano nella fascia blu per lavoro. Il sindaco Veltroni ha definito la riforma una «stretta di pulizia e moralità al centro storico, dove girano troppe auto che non ne hanno il diritto». Peccato che il diritto a circolare lo conceda una società molto vicina al Campidoglio, che negli aumenti troverà sicuro giovamento come tutta l’amministrazione capitolina.

Commenti