Berlusconi mantiene la promessa: aiuterà la figlia di Emmanuel

Si è svolto ieri pomeriggio, a Palazzo Grazioli, l’attesissimo incontro tra Silvio Berlusconi ed Emmanuel Mariani, papà della piccola Maria Noemi. La storia della famiglia Mariani, raccontata nel corso della trasmissione Quinta Colonna, ha intenerito persino il Cavaliere che – intervenendo in diretta – si è offerto di aiutarla. Maria Noemi, bambina invalida al cento per cento, rischia di esser sfrattata

Da una casa popolare ad una residenza cinquecentesca, con addosso una camicia bianca e le scarpe da ginnastica, quelle di sempre. Quelle con cui si danno i calci al pallone. Si è presentato così, Emmanuel Mariani, all’attesissimo faccia a faccia con Silvio Berlusconi che, nel corso della diretta di Quinta Colonna, gli aveva promesso aiuto. Poche ore di incertezza e poi è arrivata la telefonata dello staff del numero uno di Forza Italia. L’appuntamento è fissato per le ore 16:30, nella roccaforte romana del Cav, in via del Plebiscito 102. (Guarda il video)

Emmanuel Mariani arriva in anticipo, è visibilmente emozionato, la stampa lo assalta. Vuole sapere. Ma ancora non si sa nulla. A parte quella storia assurda, già raccontata nel corso della trasmissione di Paolo Del Debbio. Una storia arrivata a Milano, che ha intenerito persino Berlusconi. In ballo c’è il futuro di un’intera famiglia. Quella di Emmanuel, papà di Maria Noemi, bambina invalida al cento per cento. Invalida e sotto sfratto. L’Ufficio per le Politiche Abitative di Roma Capitale, in nome del “ripristino della legalità, ha infatti notificato alla famiglia Mariani l’annullamento del provvedimento di assegnazione della casa popolare.

Il colloquio con il suo inatteso benefattore si svolge a porte chiuse e, della conversazione, trapela soltanto la soddisfazione di questo padre coraggio. “È successa una cosa bella ma, per ora, non posso dirvi di più”, spiega alla stampa pochi attimi dopo essersi lasciato alle spalle la soglia di Palazzo Grazioli. Il motivo di questo riserbo è l’incertezza dell’iter, ancora da definire, con cui Silvio Berlusconi intende muoversi. La promessa però c’è. C’era già. Ma stavolta è stata rinnovata guardandosi negli occhi. Insomma, non si tratta di una “sparata televisiva”, né di uno “spot elettorale” – come sostengono gli scettici – ma di una vera e propria presa in carico. “Ci ha messo la faccia ed io mi fido, mi aiuterà”. E c’è qualcuno, come il consigliere capitolino in quota Forza Italia, Davide Bordoni, che si lascia sfuggire qualche indiscrezione: “Sono ottimista, la situazione si risolverà entro la fine dell’estate”. Pochi mesi ancora. Forse.

Emmanuel, poi, ci invita a seguirlo a casa sua. Ha bisogno di allentare la tensione, vuole fare il punto sulla giornata trascorsa e spiegare ai lettori de Il Giornale.it la sua storia. La palazzina in cui vive è in via Eugenio Pinelli 8, nel quartiere popolare di San Saba. Piccola, curata, come la stanza di Maria Noemi che ci si apre davanti, subito a sinistra, dopo la porta d’ingresso. Accanto a lei, un’infermiera le sta somministrando della medicine. Procediamo in un corridoio stretto, verso la cucina, ci sediamo. Emmanuel beve un bicchiere d’acqua mentre il suo telefono continua a lampeggiare. “Non ho mai ricevuto così tante telefonate in vita mia”, spiega. Sono quelle degli amici. Vogliono sapere cosa ne sarà di quella casa. Non semplicemente assegnata, ma conquistata. Per sua figlia.

“Maria Noemi – ci spiega l’infermiera che, da oltre dieci anni, la segue 24 ore su 24 – ha subito sin dalla nascita un’ipossia cerebrale, ed attualmente presenta una tetraparesi spastica che comporta la dipendenza, totale, dagli operatori sanitari”. Senza aiuto non può fare nulla. “Purtroppo – continua – la situazione che stanno vivendo i genitori con la casa crea uno stress familiare che lei sicuramente subisce”. Inoltre, prosegue la donna, la bambina “non è mai uscita dalla sua cameretta, se venisse trasferita altrove sarebbe senz’altro uno choc”. Aggravato dal fatto che, andando a vivere in un altro quartiere, perderebbe l’assistenza domiciliare e le cure amorevoli di quelle persone che, per lei, sono ormai parte della famiglia. Non a caso, lo slogan delle decine di eventi di solidarietà organizzati per la piccola è proprio: “Maria Noemi non si tocca”. Non si sposta da lì.

Ma, immaginando quello che Emmanuel vuole scongiurare, ovvero lasciare via Pinelli, come gli intimano dal Campidoglio, accedere ad un nuovo alloggio popolare sarebbe impossibile. “Sarei troppo indietro nella graduatoria di assegnazione rispetto agli stranieri – spiega Mariani – che hanno reddito zero”. “Noi – prosegue – siamo una famiglia monoreddito, quello che guadagno è troppo per scalare la graduatoria ma, allo stesso tempo, troppo poco per ottenere un muto dalla banca”. Insomma, un limbo. Da cui lui spera di uscire, presto, grazie all’aiuto di Berlusconi. “Oggi c’è stato questo incontro, il presidente si è dimostrato una persona generosa, una persona così, se si prende a cuore una situazione, poi la porta a termine”. Un’esperienza, quella di oggi, “che mi porto nel cuore e che racconterò”, ci dice. E, sdrammatizzando, aggiunge: “Poi entrare a Palazzo Grazioli, nella stanza di Berlusconi dicendo anche ‘Forza Roma’ è stato davvero grande”.

Commenti

dondomenico

Ven, 16/06/2017 - 10:35

Le autorità Capitoline, sindaca in testa, si devono vergognare

gattomannaro

Ven, 16/06/2017 - 11:21

Non ho dubbi che l'uomo Berlusconi sia capace di simili slanci, sicuramente sinceri. Poi, magari, inciampa in belinate incredibili. Comunque bravo, lo credo proprio disinteressato. Per le Olgettine...magari lo invidio un pò.

mariobaffo

Ven, 16/06/2017 - 11:26

E' sempre una bella cosa ma secondo me studiata a doc per la trasmissione ,troppe cose combaciano ,troppa evidenza pubblica ,come al solito al Cavaliere piace gongolare ,meglio se l'avesse fatto in privato senza televisioni, ma così chi lo sapeva ? Finiva lo scopo vero.Sarò crudele ma io la penso così. lo pubblicherete ?

Italianinelmondo

Ven, 16/06/2017 - 11:34

forza silvio

Ritratto di elkid

elkid

Ven, 16/06/2017 - 11:38

----tutto studiato a tavolino per accaparrarsi i voti della plebaglia che segue queste insulse trasmissioni---la generosità che vale --è quella che si fa di nascosto--come i ladri----swag

Mobius

Ven, 16/06/2017 - 11:56

Benedetto Berlusca, non capisci che queste cose non si possono fare? L'aiuto a chi è in difficoltà è prerogativa della sinistra, che tutto pianifica e burocratizza, col risultato che alla fine non si fa niente di niente, è vero, ma i sacri protocolli politicamente corretti sono stati rispettati. E poi, via, che senso ha aiutare un italiano già integrato, mentre migliaia di delinquenti, oops, bisognosi stranieri sono allo sbando?

Libertà75

Ven, 16/06/2017 - 11:57

E' vero che Berlusconi ha una capacità di spesa elevata, ma un po' di solidarietà anche dai politici di sinistra... proprio mai? Nel loro piccolo almeno gli M5S si sono attivati per un microfondo... invece nel PD?

Garombo

Ven, 16/06/2017 - 12:11

Quando si aiutano le persone e si mette in estremo risalto l'aiuto dato, mi fa sempre un po schifo.

antipifferaio

Ven, 16/06/2017 - 12:17

Sarebbe meglio se aiutasse Salvini e la Meloni a far fuori questi schifosi piddini...Ah già...ma poi lui in quale partito va...

igiulp

Ven, 16/06/2017 - 12:20

Penso che l'ostacolo maggiore sia dato dal fatto che il padre vorrebbe, giustamente, che la figlia non venisse spostata da dove si trova per non disperdere gli aiuti e gli affetti portati dalle persone che la circondano. Sarà una bella lotta averla vinta sull'ottusità ideologica degli amministratori comunali, sindaco in testa.

leopard73

Ven, 16/06/2017 - 12:56

SE ERI UN CLANDESTINO TI AVREBBERO DATO TUTTO E SUBITO. LA NOSTRA POLITICA FA SCHIFO E PENOSO MA CHE DIRE DI Più!!

zingozongo

Ven, 16/06/2017 - 13:05

bravo silvio, grande esempio di carita cristiana, strano che quelli del m5s, i "nuovi francescani" non si siano mossi

Ritratto di abate berardino

abate berardino

Ven, 16/06/2017 - 13:37

sempre ammirato silvio , adesso ancora di piu. Sono sicuro che manterra la parola, al contrario di un certo comico che a genova assicuro`il suo aiuto a un imprenditore in difficolta . Dopo 3 mesi di PROMESSA DIMENTICATA il poveretto si suicido´. Forza silvio,

Atlantico

Ven, 16/06/2017 - 14:04

Com'è buono Silvio !

il sorpasso

Ven, 16/06/2017 - 14:15

Uno su mille ce la fa! Grazie Silvio.

Marcello.508

Ven, 16/06/2017 - 14:34

Mobius - Ha proprio ragione: la sx, per definizione il difensore dei poveri e di chi vive nell'inedia, oggi preferisce dedicarsi ai poveri migranti, spendere fior di NOSTRI miliardi di euro per loro, mentre ai nostri poveri ciccia ar .. o quasi. Ma quanto gli brucia che uno che ha soldi possa permettersi di aiutare una persona che è in difficoltà e lo fa coram populo. Basta leggere la contentezza di questa persona per provare piacere insieme a lui per una situazione risolta in modo adeguato. Del resto Silviuzzo non è nuovo a fatti del genere: qualche anno fa ha perfino regalato 100mila euro ai ragazzi di Scampia. Ma gnente, a sx rodono e sputano veleno più potente di quello del Taipan. More solito.. aaargh - blob - gulp - sob - woha etc. etc.

ziobeppe1951

Ven, 16/06/2017 - 14:39

elkid....11.38....è vero, voi la solidarietà la fate alla luce del sole...con i soldi di pantalone...Asta

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Ven, 16/06/2017 - 14:43

Cosa si fa per un po' di pubblicita'.

ziobeppe1951

Ven, 16/06/2017 - 14:57

Garombo....12.11.....a te non fanno schifo i soldi che gli italiani tirano fuori per andare a prendere gentaglia che vuole farsi mantenere?

Italiano-

Ven, 16/06/2017 - 15:01

Un vero gesto di umanità. Inutile girarci attorno, grande persona il Presidente Berlusconi. Auguri belli alla famiglia Mariani e grazie a Silvio.

giovinap

Ven, 16/06/2017 - 15:04

elkid , non sbroccare ,in sintesi : nun t'allargà

Ritratto di Vizegraf

Vizegraf

Ven, 16/06/2017 - 15:05

Per alcuni commentatori: Solita reazione pavloviana nei confronti di ciò che fa o non fa Berlusconi. Come nel caso dell'Aquila dove l'aver costruito a tempo di record alloggi per decine di migliaia di terremotati è irriso per la caduta di qualche mq. di intonaco, mentre ad Amatrice e "dintorni" invece va tutto bene. Vero compagni?

Libertà75

Ven, 16/06/2017 - 15:42

@elganja, non ci sarebbe bisogno di solidarietà spettacolo se le amministrazioni di csx lavorassero per i cittadini e non per gli amici, come nei peggiori clan.

Ritratto di Roberto_70

Roberto_70

Ven, 16/06/2017 - 16:35

@Libertà75 quelli del PD troppo impegnati a sistemare gli immigrati, il loro nuovo zoccolo duro. Il comune di Roma, dal primo all'ultimo, Vergogna. Che piaccia o meno Silvio almeno lo ha fatto!

Ritratto di Adriano Romaldi

Adriano Romaldi

Ven, 16/06/2017 - 17:14

Di Berlusconi conosciamo la generosità, fatta di piccoli e di grandi gesti che la cronaca non racconta ma dei quali hanno beneficiato centinaia di persone; occorre considerare che, nella vita, soltanto questo basterebbe per aprire le porte alla speranza. Shalòm.

Ritratto di marione1944

marione1944

Ven, 16/06/2017 - 19:44

Poveri compagni, vi prude che Berlusconi abbia aiutato qualcuno? Lo ha sempre fatto ma voi, invece, vomitate solo promesse mai mantenute.

Ritratto di abj14

abj14

Sab, 17/06/2017 - 01:20

elkid 11:38 & Affini – Ripropongo mio commento su precedente articolo stesso argomento : Avevo letto l'articolo quando non c'era ancora alcun commento e mi son detto, vediamo quanti insulsini faranno insulsa ironia su questo gesto dimenticando che : 1) È risaputo che SB ha sempre aiutato, molto e quasi sempre in silenzio. – 2) È un atto compiuto subito dopo e non subito prima delle elezioni. – 3) Ammesso e non concesso che si sia fatto pubblicità, lo ha fatto entrando nella sua tasca personale mentre Renzi (& Affini) ha elargito gli 80 € prima delle elezioni, entrando nella tasca dei contribuenti e riprendendosi poi in buona parte l'elargito finanche rapinando taluni perché "troppo poveri". - 4) Io capisco essere prevenuti e idioti, ma dovrebbe esserci un limite (che evidentemente non c'è).

Ritratto di abj14

abj14

Sab, 17/06/2017 - 01:31

Atlantico 14:04 – Com'è cretinetti Atlantico.