Denuncia il degrado: minacce per Ambra Angiolini

Ambra posta su Instagram l foto del lungomare di Barletta invaso di rifiuti e invita a pulirlo. Ma viene minacciata: "Vattene da questa città"

"vattene da questa città". La minaccia ad Ambra Angiolini è tutt'altro che velata. Le è bastato postare su Instagram una fotografia del lungomare di Barletta completamente coperto di rifiuti per scatenare una selva di commenti infarciti d'odio. Fortutantamente, come riporta oggi il Corriere della Sera, il post ha anche spinto il Comune di Barletta a pulire, finalmente, la costa invasa dal pattume.

"Vedere quella sporcizia mi ha fatto male - ha raccontato Ambra - se ci vivessero i miei figli?, ho pensato. E così l’ho denunciato, non dichiarando però dove fossi perché so che il degrado c’è ovunque". Il suo post su Instagram, però, ha raccolto anche "una discreta dose di minacce". "Mi hanno scritto di andarmene dalla città, che facevo una pessima pubblicità a Barletta... - ha raccontato al Corriere della Sera - speravo ci fosse accordo nel dire basta con questo schifo, invece c’è chi è più preoccupato di come 'sembrano' le cose rispetto a come 'sono'".

Per Ambra, dietro allo scempio della costa, non ci sono soltanto le colpe delle istituzioni pubbliche. "È vero che paghiamo le tasse ma le tasche dei miei figli sono piene di carte. A casa si insegna l’educazione: le cose a terra non si buttano. Punto. Abbiamo una responsabilità come cittadini - continua - spesso invece peggioriamo le difficoltà". Per questo invita tutti i cittadini a indignarsi per certe cose. "C’è chi partecipa attivamente al degrado e magari poi dice: che ci posso fare? Mi hanno anche scritto: ma che ti frega? Una cultura che ci ha fatto malissimo - tuona l'attrice - bisogna farsi sentire e se Instagram invece che far vedere quanto siamo belle o cosa abbiamo cucinato può servire anche per denunciare cosa non va, ne sono lieta".

Il post ha comunque smosso il Comune di Barletta. Che, però, si è fiondato a dire che gli interventi di pulizia erano già previsti. "Ah sì? Mi va bene anche essere servita solo come acceleratore allora - conclude Ambra - ma siccome sono tignosa, quest’estate andrò in vacanza a Barletta, così controllo. A ogni modo è pericoloso pensare che per risolvere le cose servano solo i vip. Io continuerò a farlo e gli esempi non mancano: Celentano, DiCaprio, Bardot, Gassman. Ma uno può aprire la porta, poi però per sfondare il muro bisogna essere in tanti".

Commenti

mariod6

Mer, 21/12/2016 - 11:01

Evidentemente chi vive in questi luoghi e si indigna per il commento è abituato a stare in un letamaio ed a farvi crescere i figli; oppure è tra quelli che lucrano su queste situazioni con contratti fasulli di intervento e corruzioni. Si ricordi Signora Angiolini che la Puglia non è famosa solo per gli ulivi...!

cianciano

Mer, 21/12/2016 - 11:17

.......sono sempre gli abitanti del luogo che si impegnano ad "abbellire" la propria città....e "richiamati" si offendono pure........

veromario

Mer, 21/12/2016 - 11:46

gettano l'immondizia dai finestrini delle auto poi si indignano se qualcuno li riprende,la colpa non è tutta delle amministrazioni.

giovauriem

Mer, 21/12/2016 - 13:00

la puglia è tutta così .

Altoviti

Mer, 21/12/2016 - 14:18

Ambra ha fatto bene, tutti dovrebbero fare così!

ossipossi

Mer, 21/12/2016 - 15:09

Ricordo la costa salentina ridotta a immenso portacenere, le cicche spente a migliaia nei buchi che l'acqua scava nelle rocce di arenaria... che poesia!

gianfran41

Mer, 21/12/2016 - 18:19

Se ai barlettani gli va bene così, lasciamoli nella loro discarica abusiva.