Elezioni, il centrodestra smacchia il Pd: le sue regioni non son più rosse

Emilia Romagna, Umbria e Toscana colorate di azzurro. Boom della Lega. Cadono i fortini rossi. Ad Arezzo punito il caso Etruria

Bisogna dire addio ad anni di studi di politologia e cambiare il modo di narrare le elezioni elettorali. Le regioni rosse non esistono più. I fortini della sinistra, quei collegi blindati che andavano dall'Emilia alla Toscana, passando per l'Umbria, si sono dipinti d'azzurro. Spicca il colore del centrodestra, o meglio quello del nuovo corso leghista a trazione Salvini (che mantiene il Nord e conquista il Centro).

Il risveglio post elettorale per Renzi e il Pd non è certo stato dei migliori. Le prime luci dell'alba hanno portato al largo del Nazareno i dati reali provenienti dai vari collegi. E al di là della percentuale totale dei voti, che pure è bassa, a impressionare vertici piddini e commentatori è quella macchia di rosso scomparsa dalla cartina del Belpaese. Lì dove il Pci prima, i Ds poi e il Pd (fino a ieri) hanno sempre fatto man bassa di eletti e preferenze, ora rimane solo qualche ridotta irriducibile. Il resto è passato di mano dove al centrodestra, dove ai Cinque Stelle. Pesa (e non poco) la presenza di Liberi e Uguali che ha drenato il 4-5% di voti ai dem.

I dati sono ancora parziali per alcuni collegi. Ma già significativi. E a meno di sorprese dell'ultimo minuto e infornate di voti al fotofinish, questo dovrebbe essere il quadro finale in Umbria, Emilia Romagna e Toscana. Un dipinto dalle tinte fosche per Matteo Renzi. Un'opera d'arte elettorale disegnata dimenticando un pigmento nella tavolozza dei colori: il rosso Pd.

L'Emilia Romagna guarda alla Lega

Partiamo dalla Camera, collegi plurinominali. In Emilia-Romagna il risultato sembra più fantascientifico che reale. Tre dei quattro collegi finiscono al centrodestra. In Romagna la Lega al 18,58% spinge il centrodestra al 32,44% contro un modesto 29,69% del centrosinistra. La musica non cambia nel collegio 02, dove la coalizione di Lega e Fi arriva al 34,62% ed è in testa anche nel collegio 04, con il 36, 26% dei voti contro solo il 28,49% del centrosinistra. Solo intorno a Bologna il Pd riesce a tenere botta. Casi clamorosi anche a livello uninominale. A Ferrara il ministro Dario Franceschini perde malamente a casa propria, così come nella città estense esce sconfitto il big Sandro Zampa. Il centrodestra vittorioso anche a Cesena, Rimini, Cento, Sassuolo, Parma, Fidenza e Piacenza. Una debacle piddina. Al Senato la storia non cambia di molto. I due collegi sono stati vinti entrambi dal centrodestra. A Parma e Piacenza risultano eletti i due candidati di Salvini e Berlusconi, con un distacco percentuale totale nel collegio plurinominale di sei punti.

L'Umbria non è più rossa

In Umbria i risultati sono ancor più imbarazzanti per Matteo Renzi. Dopo anni di dominio "rosso", il centrodestra rialza la testa. Al Senato nel collegio plurinominale è avanti di dieci punti percentuali ed ha già eletto con certezza entrambi i candidati all'uninominale di Perugia e Terni. Stessa musica alla Camera, dove per il plurinominale il vantaggio è di 12 punti (il Pd terzo, dietro il M5S) e con la Lega al 20,23%. Già eletti i candidati all'uninominale di Perugia, Terni e Foligno. Non pervenuti i piddini.

La Toscana sbiadita

Il segretario del Pd dovrà guardare pure in casa propria e iniziare a lavare i panni della sua carriera politica nell'Arno (e dintorni). Alla Camera, infatti, nei quattro collegi plurinominali della Toscana il centrodestra strappa un pareggio che sa di vittoria. Vince nei collegi 01 e 04, lasciando gloria al Pd solo tra Firenze e Livorno. Sorprende il caso di Arezzo, città natìa di Maria Elena Boschi (elettoralmente emigrata in Trentino), dove il candidato eletto all'uninominale è di centrodestra. Sembra chiara la punizione per il caso Etruria. Ripartizione simile al Senato, dove se nel collegio 01 il Pd è avanti, in quello 02 la destra sorpassa di quasi un punto (33,28 contro 32,48) il centrosinistra. Clamorosa la sconfitta nel collegio senatoriale di Livorno, storica enclave di sinistra: Roberto Berardi è sopra Silvio Velo (Pd). E se Renzi nel fortino di Firenze è uscito indenne dalla prova, così come Pier Carlo Padoan ha allontanato lo spauracchio Borghi a Siena, lo stesso non può dire Valeria Fedeli, che ha perso il seggio nel collegio uninominale di Pisa. La bocciatura finale.

Commenti
Ritratto di Rudolph65

Rudolph65

Lun, 05/03/2018 - 12:09

Magra consolazione. Mio nonno ex combattente XMAS e RSI mi diceva sempre che i comunisti erano assassini e ladri.Dopo 73 anni sono ancora in piedi,anche se sbiaditi.

DRAGONI

Lun, 05/03/2018 - 12:11

NETTAMENTE DIMUNIUTO IL FADCISMO ROSSO.VIVA LA LIBERTA'!!!!!

Rossana Rossi

Lun, 05/03/2018 - 12:22

Zecche rosse: TUTTI A CASA.........

Fjr

Lun, 05/03/2018 - 12:39

Se solo si fossero ricordati degli italiani abbattuti dai terremoti e dalle banche oggi non sarebbero qui’a piangere della serie chi è causa del suo mal .......vada a casa

Fjr

Lun, 05/03/2018 - 12:39

Se solo si fossero ricordati degli italiani abbattuti dai terremoti e dalle banche oggi non sarebbero qui’a piangere ,della serie chi è causa del suo mal .......vada a casa

cgf

Lun, 05/03/2018 - 13:18

lo 'smacchiante' migliore, purtroppo, ha [NB non è] 5 stelle.

Ritratto di Friulano.doc

Friulano.doc

Lun, 05/03/2018 - 13:22

Il Centrodestra e la Lega, smacchia pure la CEI con i vescovacci comunisti e i pretini rossi. Ma tranquilli: loro sanno come salire sul carro del vincitore. Ma poi buttateli giù. In corsa ovviamente.

Malacappa

Lun, 05/03/2018 - 13:33

Cosi poco a poco si va avanti

Malacappa

Lun, 05/03/2018 - 13:35

Rudolph65 anche quelli della xmas non erano certo degli angeli comunisti e fascisti stessa razza

ORCHIDEABLU

Lun, 05/03/2018 - 13:55

CONGRATULAZIONI M5S.

Ritratto di tomari

tomari

Lun, 05/03/2018 - 16:17

ORCHIDEABLU, se per disgrazia le 5stalle dovessero governare, sai che congratulazioni! Te ne accorgerai...

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 05/03/2018 - 17:30

Nella mia città, qui nella rossa Romagna, il pd resta primo partito, ma scende dal 39,5% al 28,9% (un bel 10,6% in meno). I grillini guadagnano "solo" un 2,7% (da 21,7 a 24,4) e la LEGA passa dal 2,9% al 18,9% (+15,9%). Quanto a FI, perde ancora un 5,4%, passando da 14,6% a 9,2%. Fratelli d'Italia invece triplica i voti, dal 1,2 al 3,2. Difficile sradicare completamente i cattocomunisti qui, dove ci sono più supermercati (equamente suddivisi fra coop bianche e rosse) che abitanti. Del resto, hanno avuto settant'anni di governo ininterrotto durante i quali hanno distribuito favori a tutti i loro fedelissimi. Però il calo è netto!

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 05/03/2018 - 17:35

Rudolph65 Anch'io la penso come suo nonno, ma non è facile scardinare una tradizione così radicata come quella democristiana da una parte e mangiapreti dall'altra (che poi adesso sono tutti insieme, con grande coerenza!) in una regione come la Romagna, che storicamente ha subito la dominazione papale. Pian pianino però ci riusciremo! Alle ultime comunali, se non ci fosse stata fi che astutamente ha detto ai suoi di non votare al ballottaggio, il candidato leghista sarebbe diventato sindaco, qui da noi.

mariobaffo

Lun, 05/03/2018 - 18:37

Adesso Dalema e Bersani saranno contenti ci sono riusciti finalmente a smacchiare se stessi hahahah.

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Lun, 05/03/2018 - 20:17

come avevo pronosticato, ad Arezzo li abbiamo massacrati. ed il seggio al senato è mancato di poco per colpa di un pezzo della provincia di Siena. i senesi si meritano di finire sotto un ponte, così faranno il palio con i somari

Ritratto di Clastidium

Clastidium

Lun, 05/03/2018 - 23:02

hahaha il centro destra smacchia renzi ma i 5 stelle hanno fatto sbiancare pure salvino, hai da véde com'era pallido quando ha visto l'onda gialla risalire, e la marea sta ancora montando, aspettate altri 5 anni e vedrete, governicchiate, magari con l'aiuto di quegli inciucioni di sinistra, poi sparirete dalla mappa politica pure voi buon governicchio salvino ... hahahaha

killkoms

Lun, 05/03/2018 - 23:05

dopo oltre 70 anni hanno aperto gli occhi!

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Lun, 05/03/2018 - 23:23

Poco per volta, i komunisti perdono tutto.