Nicky Hayden, la famiglia chiede 6 milioni di euro all'automobilista

Il 10 ottobre inizierà il processo per omicidio stradale, a carico del giovane automobilista

La famiglia di Nicky Hayden, il pilota di motociclismo morto il 22 maggio del 2017, a seguito di un incidente stradale avvenuto vicino a Rimini cinque giorni prima, chiederà 6 milioni di risarcimento all'automobilista che l'aveva investito.

Secondo quanto riporta il Resto del Carlino, la richiesta di risarcimento è stata inviata ai legali del 31enne di Morciano che guidava l'auto contro la quale si era scontrato Hayden, che non aveva rispettato lo stop. I 6 milioni richiesti dalla famiglia rappresentano l'importo massimo previsto dalle soglie di legge, per i danni alle persone provocati da incidenti stradali.

Il 13 giugno il gip ha deciso di mandare a processo il ragazzo che guidava la Peugeot, sulla base della perizia disposta dalla Precura. Secondo tale indagine, infatti, ci sarebbe stato un concorso di colpa da parte del 31enne, dato che viaggiava a 72,8 chilometri orari, anziché a 50, limite massimo consentito su quel tratto di strada. Secondo tale tesi, quindi, Nicky Hayden avrebbe potuto salvarsi, se il giovane di Morciano avesse rispettato i limiti di velocità. Diversa invece la versione dei legali del ragazzo, secondo i quali lo scontro col pilota, che quel giorno viaggiava in sella ad una bici, sarebbe stato inevitabile in ogni caso: "Nemmeno se la macchina fosse andata a 30 chilometri orari avrebbe potuto evitare il pilota".

La parola passa ora ai giudici che, nel corso del processo che inizierà il 10 ottobre a Rimini.

Commenti

Jon

Mar, 28/08/2018 - 13:05

Sebbene abbia grande stima di Niky, la verita' e' che con le cuffie nelle orecchie non si e' fermato allo Stop. Grave errore..poteva morire anche se l'auto fosse andata ai 30 all'ora.

frabelli1

Mar, 28/08/2018 - 13:25

Follia pura, non rispetta lo STOP e dovrebbe essere risarcito? Pazzesco!!

CALISESI MAURO

Mar, 28/08/2018 - 13:37

brutta gente questi americani, che hanno il figlio colpevole e stop!! Mxxxxxa sono demoniaci per i soldi.. ecco perche' e' da trecento anni che organizzano guerre in tutto il mondo .. avidi!!

Ritratto di moshe

moshe

Mar, 28/08/2018 - 15:07

una cosa è certa, i ciclisti sono i più indisciplinati della strada, se ne fregano di tutte le regole!

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 28/08/2018 - 15:13

Avvoltoi !

veromario

Mar, 28/08/2018 - 16:50

mi dispiace tanto per hayden,ma il 90% della colpa è sua,invito il ragazzo che lo ha investito a chiedere 10 milioni di danni.

Ritratto di elkid

elkid

Mar, 28/08/2018 - 18:10

---il non rispetto dei limiti di velocità entra nel novero del concorso di colpa--quindi la mossa degli avvocati di hayden è legittima---non si tratta di essere avvoltoi --dal momento che---se accolta---non pagherà certo l'investitore --bensì l'assicurazione---e quando pagano le assicurazioni bisogna essere sempre contenti --perchè loro non ci perdono mai-come vere e proprie sanguisughe--swag

Fjr

Mar, 28/08/2018 - 18:11

Credo che il significato della parola Stop sia universale in qualunque lingua e luogo se c’è scritto fermati tu ti devi fermare ,che tu sia italiano americano o cinese e se non ti fermi in più hai le cuffie nelle orecchie be’ allora il risultato è scontato

Ritratto di hernando45

hernando45

Mar, 28/08/2018 - 19:16

Solo in Italia (paese di Pulcinella) possono succedere certe cose. Quello che ha torto chiede di essere indennizato da quello che ha ragione,solo perche andava ad una velocita superiore al consentito!!! Se Hayden avesse rispettato lo STOP non sarebbe successo l'incidente!!! AMEN.

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mar, 28/08/2018 - 20:12

elkid, dimentichi che un pilota come Hayden ha sempre una corposa assicurazione contro gli infortuni, quindi un risarcimento lo prende già li. L'assicurazione della controparte paga ma poi vanno a vedere se per qualche cavillo possono esercitare la rivalsa sull'assicurato. Io se fossi stata la famiglia avrei aspettato l'esito del processo per omicidio colposo.

Scirocco

Mar, 28/08/2018 - 21:11

Non ha rispettato lo stop e aveva le cuffie in testa : suo errore fatale. Mi spiace per Hayden ma il codice della strada va rispettato ed è assurdo chiedere cifre di quel genere ad un meschino che si trovava a passare di lì. Comunque lo avrebbe steso anche a 20 all'ora.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Mar, 28/08/2018 - 21:27

Chissà cosa ne fanno in America del codice della strada ... striscioline per il Columbus Day o strisce a mo' di carta igienica.