Protezione negata al gambiano che ha pestato i due poliziotti

Sabato la fuga in auto e la violenta rissa al centro di accoglienza. Grazie al decreto Salvini ha subito perso accordatagli dalla magistratura. Ora sarà espulso

Una rivolta nel Cara di Borgo Mezzanone (Immagine di repertorio)

È il primo effetto del decreto Sicurezza voluto da Matteo Salvini. A Omar Jallow, il gambiano che sabato scorso ha aggredito dei poliziotti al Cara di Foggia, è stata negata la protezione dalla commissione territoriale. Il richiedente asilo aveva, infatti, ottenuto la protezione umanitaria grazie a un ricorso alla magistratura. Il suo status doveva essere riesaminato dalla commissione territoriale di Foggia (per ottenere l'eventuale rinnovo) ma l'aggressione ai poliziotti ha accelerato la procedura. "Fuori dall'Italia questi delinquenti finti profughi - ha commentato con soddisfazione il ministro dell'Interno - dalle parole ai fatti".

Sabato pomeriggio, durante un'operazione contro il caporalato e l'immigrazione clandestina nelle campagne di "Borgo Mezzanone", vicino Foggia, gli agenti di una pattuglia della stradale del Distaccamento di Cerignola, dopo aver fermato Omar Jallow che aveva cercato di investirli con un'auto lanciata a tutta velocità, sono stati accerchiati da altri immigrati che hanno iniziato ad aggredirli con calci e pugni. I particolari sono a dir poco inquietanti. I poliziotti hanno, infatti, provato a ordinare l'alt all'auto guidata del gambiano che procedeva a forte velocità. Dopo aver tentato di investirli, l'immigrato ha cercato di fuggire obbligando la pattuglia a fiondarsi in un inseguimento folle sulle strade interpoderali. La corsa dell'africano è, poi, terminata non lontano da un insediamento abusivo, popolato da altri immigrati, non lontano al Centro di accoglienza per richiedenti asilo a Borgo Mezzanone.

Scesi dall'auto i due agenti, dopo aver inseguito a piedi Omar Jallow, sono stati assaliti dagli immigrati dell'accampamento abusivo. Solo grazie all'arrivo di altre pattuglie del distaccamento di Cerignola, della Sezione di Foggia e dei Reparti Prevenzione Crimine ha fatto disperdere gli aggressori che hanno, infine, desistito dall'aiutare Omar Jallow. Quest'ultimo, che ha vari precedenti penali, è stato arrestato e, per effetto del decreto Salvini, è finito direttamente davanti alla commissione territoriale di Foggia che gli ha negato la protezione umanitaria ottenuta grazie a un ricorso alla magistratura. "Via i finti profughi dall'Italia", esulta ora il leader della Lega promettendo un giro di vite per tutti quegli immigrati che delinquono. Grazie al decreto Sicurezza, da poco approvato dal governo gialloverde, tutti quesi criminali perderanno qualsiasi permesso in loro permesso e verranno espulsi dal nostro Paese.

Commenti

giancristi

Mer, 10/10/2018 - 09:11

L'indulgenza dei giudici di sinistra verso gli immigrati ha creato in questa gente la idea della immunità. Cacciarli via. Tornino nel loro paese. Dobbiamo difendere la cultura europea dalla barbarie.

MarcoTor

Mer, 10/10/2018 - 09:37

Ottimo, e adesso toglietecelo dalle palle. Il primo aereo disponibile e a casa. Sperando che sia il primo di una lunghissima serie di personaggi che delinquono a casa nostra e che per questo NON vogliamo a casa nostra.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Mer, 10/10/2018 - 09:52

Guardate a cosa ci ha portato la sx. Questi erano da rimandare indietro subito, invece di tenerceli. Ma quale accertamenti, via subito senza ascoltarli come fa l'Australia. Bugiardi, e noi a sentire le loro p...le che ci raccontano. Ma come mai le forze dell'ordine a me non ascoltano le mie motivazioni per qqulle poche volte che mi fermano e mi fanno subito la multa ed a questi si piegano dalla pietà? Forse perchè sono un pantalone che paga?

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Mer, 10/10/2018 - 10:28

Tutta colpa del decreto sicurezza che sta creando gravi problemi d'ordine pubblico. Vero, sinistri?

ciccio_ne

Mer, 10/10/2018 - 10:42

Guarda Omar quant'è bello, spira tant sentiment! ciao ciao Omar no se vedemo più, se salutamio adesso, se salutamio adesso!

Ritratto di saggezza

saggezza

Mer, 10/10/2018 - 10:46

Condivido pienamente giancristi.

Drprocton

Mer, 10/10/2018 - 11:10

E gli altri finti profughi che hanno partecipato al pestaggio dei poliziotti che fine fanno? Se come scrivete nell'articolo il campo era abusivo è facile immaginare che c'erano tanti altri clandestini.

Mefisto

Mer, 10/10/2018 - 11:45

E' il minimo, bravo Salvini! Tutto questo fa capire com'era l'andazzo precedente, surreale (a dir poco), voluto dai rossi.

Ritratto di Pilsudski

Pilsudski

Mer, 10/10/2018 - 11:58

Occorrerebbe rastrellare e caricare a manganellate su un C130 per il Gambia anche gli altri 49 clandestini negroislamici che hanno partecipato all'assalto, altrimenti tutto si riduce al solito "facit'ammuina".

Ritratto di Maximilien1791

Maximilien1791

Mer, 10/10/2018 - 12:22

Altro che spread e cavallette ! La pacchia è davvero finita !

Ritratto di frank60

frank60

Mer, 10/10/2018 - 12:43

Avanti..Forza così!

Ritratto di oldpeterjazz

oldpeterjazz

Mer, 10/10/2018 - 12:46

O.K. tutto bene, era ora. Adesso però, per cortesia, fateci vedere la foto del clandestino quando viene messo su un aereo e rispedito a casa sua. Io tutte queste negazioni di protezione, foglio di via etc etc le vedo solo come pezzi di carta con cui ... Quindi FOTO DEL CLANDESTINO SULL'AEREO, GRAZIE.

daniel66

Mer, 10/10/2018 - 13:22

Poi c'è chi fa lo gnorri e non capisce perchè si finisce per applaudire Salvini. Ben detto giancristi.

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 10/10/2018 - 13:23

Di sicuro farà ricorso....e resta qui.

vigpi

Mer, 10/10/2018 - 14:16

PROTEZIONE NEGATA???? Ma se si sono messi in 50 a difenderlo. P.S. inutile scrivere "rimandatelo a casa sua" tanto c'è già la fila di giudici pronti a trovare una scusa per la sciarlo qui.

Maremare

Mer, 10/10/2018 - 14:26

Chissà come mai tutti i buonisti battenti bandiere rosse con falci e martello non dicono nulla a riguardo...

manson

Mer, 10/10/2018 - 14:31

bene che serva da lezione a tutta la feccia impestata che i kompagni e bergoglio hanno accolto (a spese nostre)

Antenna54

Mer, 10/10/2018 - 14:35

Mi auguro che lo rispediscano al suo paesello con urgenza ed invia definitiva. Coraggio, partano questi esempi e siano dati alla stampa e ai media per far vedere che si comincia a far qualcosa per rendere vivibile il nostro paese.

dredd

Mer, 10/10/2018 - 16:32

Via dall'Italia

timoty martin

Mer, 10/10/2018 - 18:35

Benissimo! avanti cosi' anche per tutti gli altri delinquenti e abusivi.

lorenzovan

Mer, 10/10/2018 - 18:42

benissimo...una delle poche cose che apprezzo nelle novita di questo subgoverno

killkoms

Mer, 10/10/2018 - 19:53

siccome era così indifeso!

uberalles

Mer, 10/10/2018 - 20:09

Grazie agli avvocati che, insieme alla magistratura rossa, hanno protetto e allevati questi delinquenti, allo scopo di ingrassare i kompagni che lucrano sulla diaria che TUTTI gli Italiani sono costretti a sborsare. Tutti quei parassiti in piazza ad applaudire mons. Martina, con quella faccia da chierichetto troppo grande, dovrebbero averlo capito, altrimenti sono anch'essi in malafede, in due parole ci mangiano sopra anche loro.

Vostradamus

Mer, 10/10/2018 - 20:13

In un paese civile, il "convincimento del giudice" DEVE VALERE ZERO. Altro che chi ruba una mela va in galera, e chi ammazza la gente spacciando eroina viene assolto perché lo fa per riempirsi il portafogli, perché quello è il suo mezzo di sussistenza. Leggi chiare, e DEVONO essere applicate. Il giudice che non le applica deve essere radiato, e finire in galera. Se no, la democrazia non esiste, esiste la dittatura dei giudici. Basta.

venco

Mer, 10/10/2018 - 20:56

Vanno espulsi tutti questi gabbiani.