Un trucco per cambiare le regole

L'obiettivo è riuscire a fare approvare uno strumento, spesso pasticciato, che favorisca le forze politiche. La legge elettorale "renziana" non fa eccezione

Il dibattito sulla legge elettorale rivela come, sulle «regole del gioco», le forze politiche non cercano soluzioni equilibrate, legate al sistema istituzionale in igore, al quadro politico e il più possibile condivise.

L'obiettivo è, piuttosto, quello di riuscire a fare approvare uno strumento, spesso pasticciato, che le favorisca. La legge elettorale «renziana» non fa eccezione.

Non esistono leggi elettorali perfette. Ma è comunque possibile trovare soluzioni che consentano una competizione elettorale equilibrata. I sistemi di voto si dividono in due grandi famiglie: maggioritari e proporzionali. I primi privilegiano la governabilità, a discapito della rappresentanza. I secondi fanno esattamente il contrario. A queste due famiglie se ne affianca una terza, quella dei sistemi misti, spesso molto complessi e frutto di compromessi non sempre negativi, che tentano di trovare un equilibrio tra governabilità e rappresentanza.

Il premio di maggioranza previsto dalla riforma maggioritaria del presidente del Consiglio, in presenza di un quadro politico sostanzialmente tripolare, porta a uno stravolgimento della rappresentanza che favorisce il Pd.

La legge elettorale non è una legge costituzionale, è una legge ordinaria. La sua approvazione è così molto più semplice. Ma, in quanto parte fondamentale delle «regole del gioco», ha rilevanza costituzionale e non può essere considerata avulsa dalla cosiddetta riforma del Senato, anch'essa voluta da Renzi, che gli italiani saranno chiamati a confermare con il loro voto. Il combinato disposto tra le due riforme rischia di favorire in modo plateale il partito del presidente del Consiglio, con la nascita di un presidenzialismo (premierato) di fatto e una vera e propria dittatura della maggioranza.

Commenti

fifaus

Dom, 14/08/2016 - 19:03

Critica condivisibile, ma come si possono contrastare i poteri forti (neppure tanto occulti) che sorreggono Renzi&C

montenotte

Dom, 14/08/2016 - 19:06

RAGAZZI QUESTO ESSERE E' PERICOLOSISSIMO. BISOGNA ABBATTERLO CON IL REFERENDUM. QUESTO E' PEGGIO DELLA FAMOSA "DITTATURA DEL PROLETARIATO".

ziobeppe1951

Dom, 14/08/2016 - 23:15

Montenotte19.06....si appunto...abbatterlo

Ritratto di bobirons

bobirons

Lun, 15/08/2016 - 08:14

Chiaramente, una legge elettorale DEVE far parte del mandato costituzionale. Ed una Costituzione non può ne deve essere cambiata a colpi di maggioranza, per evitare involuzioni totalitarie. La Costituzione attuale è vecchia, decrepita, obsoleta. Va cambiata e per questo ci vuole una nuova Costituente che ne stili una all'altezza dei tempi, tempi che con il 1948 e quanto precedette niente hanno a che vedere, in politica, in lavoro, in economia, in linguaggio, in aspettativa di vita, praticamente in ogni espressione personale e sociale.

Ritratto di Nazario49

Nazario49

Lun, 15/08/2016 - 08:42

Logica vorrebbe che Legge elettorale e Trattati internazionali venissero x default sottoposti al giudizio Consulta. Troppo importanti x la democrazia. Ma, ahimè, la Consulta è un organo politico... e sentenzia x convenienze politiche ed è molto ondivaga. Prendiamo x esempio la legge elettorale. La legge Porcellum è del 2006 e solo nel 2013 fu dichiarata incostituzionale. E, in questi 7 anni di silenzio, con un Parlamento illeggittimo, la democrazia italiana è stata massacrata e il destino dell'Italia scritto.

Eraitalia

Lun, 15/08/2016 - 09:46

ma 'sto tizzio d'andò' è escito/ se nun lo vo' manco er partito/pero' tanti se so' accorti/che ce so' i poteri forti/ e alle cose malefatte/poi je sarveno le chiappe.......(Digita su google povera Italia stai sereno di Carla de Santis)

Ritratto di Azo

Azo

Lun, 15/08/2016 - 10:58

Questa persona, (Renzi), deve essere deposto, da ogni catica che stipendiata dallo stato Italiano e con lui, Napolitano, che pure deve essere DENUDATO DALLA PENSIONE D`ORO E DA TUTTE LE AGEVOLAZIONI CHE GLI INCIVILI COMUNISTI PERFIDI E DISONESTI GLIHANNO DATO LA POSSIBILITÀ DI RICEVERE, COME PREMIO,DI AVER DISTRUTTO IL PAESE !!!

luna serra

Lun, 15/08/2016 - 11:40

in Italia ogni Governo cambia la legge elettorale negli Stati Uniti è sempre la stessa da quando è nata la Nazione se non sbaglio la costituzione è un foglio quindi se vogliono possono copiare perche i nostri politici non perdono occasione di dire " gli Stati Uniti sono la miglior democrazia la Mondo "

magnum357

Lun, 15/08/2016 - 12:56

Esatto, quindi un bel NOOOOOOOOOOOOOOO secco, e per questo sto già facendo propaganda in questa direzione con amici !!!!!

@ollel63

Lun, 15/08/2016 - 17:59

renzi va spazzato via, eventualmente caricato su un barcone (con tutto il suo governo, fiancheggiatori ed elettori inconsapevoli e assai poco furbi, avvero malefici furbastri interessati solo al malloppo) e trainato fin sulle coste libiche dove troveranno, ad attenderli, orde di mussulmani inferociti e affamati che li condurranno in area desertica assolata con temperature intorno ai 55 gradi centigradi, abbondante sabbia e niente acqua.

seccatissimo

Mar, 16/08/2016 - 04:22

x @ollel63 Lun, 15/08/2016-17:59 Condivido in toto la tua proposta. Vediamo di realizzarla concretamente.

MgK457

Mar, 16/08/2016 - 10:43

@ollel63 ah, ah, ah, ah, ah, ancora rido, purtroppo però non c'è nulla da ridere.