"Non c'è problema sulle banche". Renzi smentito dai numeri

Per Renzi non si tratta di emergenza, ma sicuramente le banche italiane hanno problemi

Sul sistema bancario "la mia posizione è uguale a quella di Padoan e del governatore Visco, non ho nulla da aggiungere. Non c'è un problema italiano. C'è qualche singola situazione aperta per mille motivi. Queste situazioni vengono seguite da un gioco di squadra del Paese che si preoccupa di risolvere eventuali problemi prima che accadano". Così Matteo Renzi riferendosi al dialogo in corso con i leader europei sulla sofferenza del sistema bancario sui mercati dopo Brexit. "L'obiettivo è evitare problemi agli italiani e ai correntisti. C'è il pieno supporto degli altri partner europei, ne ho parlato anche con Juncker, l'Italia non è sotto osservazione".

Sarà, eppure non sarà una emergenza ma di sicuramente le banche italiane hanno problemi. Infatti, come spiega La Stampa, "la montagna di sofferenze che grava sui conti delle nostre banche riguarda innanzitutto i big del settore. Infatti sui 12 principali gruppi creditizi italiani pesa circa il 40% dei 360 miliardi di crediti deteriorati e ben il 75% delle sofferenze nette (65,9 miliardi su 87). Su un totale di 1305 miliardi di euro di crediti netti in essere al 31 marzo scorso, rivela uno studio della Uilca, la federazione dei lavoratori bancari della Uil, i crediti deteriorati delle prime 12 banche italiane, dalle sofferenze sino ai finanziamenti scaduti, ammontano 143,9 miliardi (11,03% del totale). La metà di questa cifra (72,7 miliardi) fa capo ai due gruppi maggiori, Intesa e Unicredit. Ma mentre queste due banche, grazie ad un maggior equilibrio del rischio sia a livello di settori che di Paesi, dovuto alle loro maggiori dimensioni, presentano una esposizione sotto la media (rispettivamente 9,2 e 7,9%), tutte le altre 10 insieme generano l’altra metà delle crediti deteriorati (che incidono per il 15,8%) pur erogando la metà del credito delle prime due (461,2 miliardi)".

Entrando più nel dettaglio, sono cinque le banche che versano in gravi condizioni finanziarie: Mps, Veneto Banca, Banca Carige, Credito Valtellinese e Banco Popolare (anche se quest'ultima con la fusione con Bpm si è messa al riparo).

Commenti

linoalo1

Dom, 10/07/2016 - 10:08

Renzi,come tutti i Sinistrati,sarà sempre smentito dalla realtà!!Loro,i Sinistrati,vivono in un mondo tutto loro, pieno di Sogni e di Utopie!!!La Realtà,poichè fa male,la evitano opportunamente!!!!

luigi1947

Dom, 10/07/2016 - 10:14

Se lo dice renzi possiamo stare sereni ! a breve ne avremo la riprova.

Ritratto di rinnocent637

rinnocent637

Dom, 10/07/2016 - 10:14

Ma ormai è noto che questo fantoccino sa solo dire bugie in quanto non può saperne di Banche e di economia chi si era illuso che fosse il Messia oggi si è amaramente pentito LUI E SOLAMENTE CAPACE DI CHIACCHIERARE MA I CHIACCHIERONI SI NON SEMPRE DIMOSTRATI DEI FALLITI

Ritratto di 02121940

02121940

Dom, 10/07/2016 - 10:16

Un ballista. O forse semplicemente un incapace. Ballista ed incapace.

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 10/07/2016 - 10:21

ma come possono vivere le banche se solo per gli stipendi e buonuscite dei dirigenti partono più di un miliardo all'anno per banca. Ma vi rendete conto che massa di ladri legalizzati ci sono in giro?

Ritratto di saròfranco

saròfranco

Dom, 10/07/2016 - 10:45

"Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità." Joseph Goebbels, ministro della propaganda del terzo reich

Marcks

Dom, 10/07/2016 - 10:52

Immagino il giorno che le banche italiane dimostreranno di essere tarocchi

Kamen

Dom, 10/07/2016 - 11:01

Non c'è problema per le banche.....il problema c'è per gli azionisti,gli obbligazionisti ed i correntisti.Il Gioppino ha colpito ancora.

VittorioMar

Dom, 10/07/2016 - 11:04

....ha perso credibilità!!...tutto quello che dice è esattamente il contrario della realtà e della verità!!!

Ritratto di perSilvio46

perSilvio46

Dom, 10/07/2016 - 11:16

Renzi mente sapendo di mentire. Mps, Veneto Banca, Banca Carige, Credito Valtellinese sono già fallite e Banco Popolare lo sarà presto trascinando anche BPM nel baratro. I risparmi depositati in queste banche sono persi se i risparmiatori non si danno da fare e non li ritirano prima che subentri il blocco dei prelievi, questo articolo del grande Luca Romano lo dimostra molto bene e non lascia adito a dubbi. La bufala dei 100.000 Euro garantiti l'ha spiegata bene il grande economista Borghi Aquilini: sarebbero garantiti dal fondo interbancario di garanzia che però è TOTALMENTE VUOTO né verrà finanziato per il semplice fatto che i soldi per farlo non ci sono. Quindi la garanzia è teorica, di fatto i correntisti non rivedranno un soldo.

Ritratto di bingo bongo

bingo bongo

Dom, 10/07/2016 - 11:23

Quasi tutte le banche fallite o che si apprestano ad esserlo provengono dal credito cooperativo o da banche le cui fondazioni sono nelle mani del PCI\PD. La rovina di queste banche risiede nel loro dna politico. nopecoroni.it

flip

Dom, 10/07/2016 - 11:28

Ma a chi parla? ai bambini dell' asilo nido? Ma è convinto che gli italiani siano più imbecilli di lui? ma dove viene fuori questo insulto individuo? stiamo precipitando nel baratro più profondo e questo raglia cretinate. le banche sono tutte con l' acqua alla gola; molto per colpa loro e abbastanza per la crisi infinita in atto. Non c'è lavoro reale (quello che produce ricchezza) ci sono solo tanti debiti reali che producono miseria. e poi i banchieri e certi industrialotti non tirano più direttamente fuori i soldi dalle loro tasche. li deve elargire il governo. A CARICO DEL CONTRIBUENTE!

Ritratto di pigielle

pigielle

Dom, 10/07/2016 - 11:29

..LUI..dice "Sul sistema bancario "la mia posizione è uguale a quella di Padoan e del governatore Visco, non ho nulla da aggiungere.""" ..PER FORZA DEVE CONDIVIDERE ..."LUI" ...MANCO SA FARE 2+2 ...

Ritratto di gianniverde

gianniverde

Dom, 10/07/2016 - 11:37

Per le banche ci vogliono i boschi,loro ci sanno fare.

carpa1

Dom, 10/07/2016 - 13:30

Mi sto ancora arrovellando per capire se è peggio un cacciaballe oppure un incompetente. Di sicuro il fantoccio è un incompetente cacciaballe il che lo colloca, senza alcun dubbio, al primo posto in cima alla piramide dei politici più dannosi tra quelli che hanno distrutto il paese.

ilbarzo

Dom, 10/07/2016 - 13:58

Bravo Renzi,continua ad andare avanti con le menzogne vedrai quanta strada avrai ancora da percorrere.Spero tanto che il referendum di ottobre o novembre(poichè hai già cambiato data),ti mandi a casa,perchè la gente incompetente del tuo stampo,non dèvono neppure presentarsi per ricoprire tali incarichi.

Trinky

Dom, 10/07/2016 - 15:01

ma è vero che non ci stanno problemi: sta già pensando di dare alle banche i soldi degli italioti! votatelo pure ma non venite a piangere che non ce la fate ad arrivare a fine mese!

sottovento

Dom, 10/07/2016 - 15:46

"Non c'è problema sulle Banche"...ma si inizia a parlare insistentemente di Bail-In. Anche qualche tempo fa il suo predecessore al quale suonò la campanella (chisà che faccia farà Renzie quando la suoneranno a lui), aveva detto che "L'Italia la crisi sel'è lasciata alle spalle"). Ps: ma chi vi crede più e che il referendum lo fate pure a Natale sempre a casa andrete.

roseg

Dom, 10/07/2016 - 16:55

Frottolo parla sempre troppo e per niente, in parte però ha ragione, le banche in difficoltà seguano l'esempio delle banche ben gestite dai kompagni come Mps.

ptck135

Dom, 10/07/2016 - 18:06

Gli consiglierei di vedere il blog di winthebank.com così avrebbe numeri più realistici di quelli che gli passano i suoi collaboratori

Bellator

Dom, 10/07/2016 - 18:27

Il Presidente De Merito !!che ha nominato Presidente del Consiglio"lo Renzi il Magnifico,nuovo Granduca di Toscana,con tutti i Ministri raccogliticci ed inesperti,ha compiuto un atto lodevole come fece Caligola,quando per dispregio della classe politica Romana,nominò Senatore il suo cavallo !!.

alox

Dom, 10/07/2016 - 20:31

Chiamare l'alleato Putin ed entrare nell'area Rublo...

leo_polemico

Dom, 10/07/2016 - 22:15

Il televenditore Renzi, qualche mese fa, se non ricordo male, consigliava l'acquisto delle azioni MPS, perchè la babca era guarita. A parte che i soldi per la "guarigione" erano degli italiani e non di chi li aveva nascosti o degli speculatori, da quelle dichiarazioni le azioni MPS hanno perso circa il 60 % del loro valore. A questo punto Renzi, vero Vanna Marchi, non ha più nulla da dichiarare? Sta preparando la solita diapositiva piena di frottole?

umberto nordio

Lun, 11/07/2016 - 08:15

In effetti il maggior "problema " è lui.

marygio

Lun, 11/07/2016 - 11:03

non sarà un problema ma i 3 mld per il monteporci chi li scuce? la boschi?....ahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh

marygio

Lun, 11/07/2016 - 11:04

di banche se ne salva una sola. il resto è letame

marygio

Lun, 11/07/2016 - 14:32

*BANCHE, DISSELBLOEM: IN ITALIA NON C'E' CRISI ACUTA NPL, C'E' TEMPO Problema da gestire gradualmente, dialogo costruttivo governo-Ue (askanews) - Roma, 11 lug 2015 - Quella dei crediti deteriorati nelle banche italiane "non e' una crisi acuta e abbiamo ancora un po' di tempo" per affrontarla, mentre il governo dialoga con l'Ue, ha affermato il presidente dell'Eurogruppo Jeroen Dijsselbloem giungendo agli incontri a Bruxelles. "Le regole sono chiare, su quando ci sta il bail, su come va fatto e in che ordine" intenvengono coloro chiamati a farsene carico, "le soluzioni si possono trovare ma va fatto nell'ambito regole". "Penso che stiano parlando costruttivamente con la Commissione europea. Ci sta la questione dei crediti deteriorati, ma non e' nuova e andra' affrontata gradualmente. Non ci sta una soluzione drastica (big solution) e non e' crisi acuta, quindi abbiamo ancora un po' di tempo mentre l'Italia parla con l'Ue". Voz/Loc ------------