Tre attentati al Cairo alla vigilia dell'anniversario della rivoluzione

Tre esplosioni nella capitale egiziana. L'attacco più grave contro il quartier generale delle forze di sicurezza

Il quartier generale delle forze di sicurezza al Cairo

Una serie di attentati messi a segno questa mattina al Cairo hanno causato sette vittime e ferito decine di persone. Tre le esplosioni, verificatesi in luoghi diversi della capitale egiziana, alla vigilia dell'anniversario della rivolta che ha cacciato Hosni Mubarak.

Il primo e più violento attacco, messo a segno da un kamikaze a bordo di un auto piena di esplosivo, ha colpito il quartier generale delle forze di sicurezza. L'attentato è stato rivendicato online dal gruppo jihadista Ansar Bait al-Maqdis, che ha annunciato di aver voluto colpire "le forze di sicurezza, infedeli e sanguinarie".

L'edificio colpito si trova a Bab al Khalq, non molto lontano dalla moschea di al Azhar. Quattro persone sono rimaste uccise e 76 ferite. L'esplosione ha danneggiato anche i palazzi che si trovano nelle vicinanze, in particolare il museo d'arte islamica. Gravemente danneggiati - ha dichiarato il ministero - il muro del 19esimo secolo e alcuni artefatti.

Un secondo attacco a Dokki, vicino al quartier generale della polizia di Giza. Meno devastante del primo, ha danneggiato quattro auto della polizia e causato un morto e quattro feriti.

Un altro ordigno è esploso a Giza, vicino al commissariato di polizia di Talbeya, sulla strada che porta alle Piramidi. Anche in questo caso non ci sono state vittime.

Dopo gli attentati, le autorità hanno dichiarato lo stato d'emergenza. Massima allerta - scrive il quotidiano Al Masry Al Youm - in tutte le province del Paese. Sarebbero 10mila gli agenti in campo per garantire la sicurezza dei commissarriati, al fianco di 50 squadre di pronto intervento.

Dodici persone sono rimaste uccise a Beni Suef, dove i sostenitori dell'ex presidente Mohammed Morsi sono scesi in piazza per protestare e si sono scontrati con le forze di sicurezza.

Commenti
Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 24/01/2014 - 10:27

La popolazione egiziana sta gridando minacce di morte all'indirizzo della fratellanza. Vuoi vedere che di questo passo l'Egitto riuscirà ad affrancarsi dal fanatismo islamico prima di quanto non sia possibile ad un'Europa di rincoglioniti?

bastardo

Ven, 24/01/2014 - 11:03

per favour genrale ammazza tutti questi fanatici terroristi e dopo bombarda il Qatar!!!!

Massimo Bocci

Ven, 24/01/2014 - 11:29

Un altro gioiello DEMOCRATICO NOBEL (della PACE ETERNA!!!), il PAVIDO, ABBRONZATO, che scappa di notte dall'Iraq che è riuscito in quello che nemmeno un PAVIDO suo omonimo il nocciolina Carter era riuscito, il nocciolina come lui mastro delle fughe nottetempo (Iran), lui invece amico fraterno degli Ayatolla, ha cui concede la bomba Atomica (poverini sennò si sentivano discriminati), e che appoggia per interessi personali vedi la Libia (per gattonarci,gas e petrolio, che quell'immorale VERO ITALIANO CHE VA A DONNE E NON SI PIEGA A 90°) aveva osato espropriare ai suoi sponsor 7 sorelle e un cornuto Francese, così ì pavido ha finito quello che aveva iniziato il suo OMONIMO il Bin,destabilizzando a favore degli Jihah islamica tutto il medio oriente, Tunisia,Libia,Egitto,Iraq,consolidato Iran, tentato di destabilizzare Siria e ultimo obbiettivo la Turchia, anche quella guidata da un vero Turco POPULISTA, che fa gli interessi dei Turchi a dispetto dei suoi sponsor, insomma uno che la storia ricorderà CEME VERO ANTI OCCIDENTALE JIHAH!!! Si un vero INFILTRATO AMERICANO??? ANTI!!!

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Ven, 24/01/2014 - 11:34

Per il marasma in atto nel medio oriente dobbiamo solo ringraziare le luminose pensate di Obama, di Hillary e del loro staff. Ma c'è un rischio assai più grave in vista...Il nostro governo democratico e progressista potrebbe decidere di aprire all'accoglienza nei confonti dell'Egitto. Magari organizzando un'operazione "Nylum nostrum". A costo zero, s'intende.

Raoul Pontalti

Ven, 24/01/2014 - 18:27

La grappa confratello mio Menabellenius non la puoi assumere al mattino, ché poi mi trasformi i maschili in neutri e mi ficchi le ipsilon non dove non possono esistere...Comunque: NILUS NOSTER (QUI ES IN AEGYPTO...) O Neìlos hemòn (ho en Aigypto).