Pelle: la rigenerazione comincia dal sonno

Dormire almeno otto ore migliora l’aspetto e la bellezza del viso. Grazie al sonno la pelle appare sin da subito più distesa, rilassata, radiosa e persino elastica

Dormire non fa bene solo alla salute e alla mente, ma anche all’aspetto: scopriamo i principali benefici del sonno sulla bellezza della pelle.

Per iniziare bene, è necessario ricordare che durante il sonno il corpo produce una minore quantità di radicali liberi, responsabili dei principali danni alla pelle, e non è esposta ai fattori ambientali come il sole e l’inquinamento. Un sonno ristoratore di almeno otto ore rigenera la pelle e favorisce una più rapida rimarginazione delle ferite cutanee, stimolando la rigenerazione cellulare.

Non tutti forse sanno inoltre che i cosmetici sono più efficaci se utilizzati di notte, diventando così parte di un rituale di bellezza quotidiano; questo accade perché la pelle quando è a riposo non deve preoccuparsi di proteggersi dai raggi solari Uva e Uvb e si può dedicare completamente a riparare gli eventuali danni subiti durante il giorno. Il sonno aiuta anche ad appianare le rughe e i segni del tempo, mantenendo l’epidermide distesa, rilassata, radiosa e persino più elastica; alcuni studi medici hanno infatti dimostrato che è proprio nella fase REM che la produzione di collagene ed elastina aumenta, raggiungendo il suo picco.

E se si fanno le cosidette “ore piccole”? Il rischio irritazioni cutanee aumenta, ma è sufficiente dormire e recuperare le ore di sonno perduto per favorire la rimarginazione delle cellule e dei tessuti danneggiati. Le uniche raccomandazioni sono ricordarsi di rimuovere sempre il trucco prima di mettersi a letto e, per avere risultati visibili sin dalle prime applicazioni, scegliere una crema idratante con effetto riparatore, specifico per la notte.