Bande musicali a Palazzo Marino e ingresso gratis ai musei civici

Apertura anche per il Piero della Francesca in Sala Alessi

Apertura del nuovo anno con il tradizionale saluto in musica delle Bande milanesi. Domani (domenica) alle ore 10.30, le Bande cittadine si esibiranno nel cortile d'onore di Palazzo Marino alla presenza sindaco Giuseppe Sala. E l'anno nuovo inizierà nel segno della cultura e dell'arte con l'ingresso gratuito in cinque musei civici che apriranno dalle 14.30 alle 19.30: Castello Sforzesco, Museo di Storia Naturale, Acquario Civico, Galleria d'Arte Moderna, Museo delle Culture. A questi si aggiungerà Palazzo Marino dove milanesi e visitatori potranno ammirare, già dalle ore 9.30 e fino alle 20, la pala raffigurante la «Madonna della Misericordia», capolavoro rinascimentale di Piero della Francesca, esposto nella Sala Alessi in occasione delle feste natalizie. Sempre a Palazzo Marino, ma nel cortile d'onore, sarà visibile il presepe monumentale dei Sassi di Matera del maestro Francesco Artese. Le mostre a Palazzo Reale invece saranno aperte dalle 14.30 alle 19.30.

Ma il Comune rimarca che nessuno resterà solo in queste ore. Ricoveri e servizi di assistenza per i senzatetto saranno aperti anche stanotte e il giorno di Capodanno a Milano. Oggi il Centro Aiuto Stazione Centrale in via Ferrante Aporti 3 rimarrà aperto dalle 9 alle 22 e domani, primo giorno dell'anno, aprirà alle 9 e chiuderà alle 24. In questi giorni di festeggiamenti saranno attive anche le unità mobili diurne e notturne che circoleranno nelle varie aree della città portando bevande calde e coperte a chi ancora dorme per strada, perché non ha accettato la sistemazione in un ricovero o ne ignora l'esistenza.

Per le prossime notti sono stati preparati altri cento posti letto tutti gestiti dal Centro Aiuto Stazione Centrale: chiunque fosse senza una sistemazione - spiegano dal Comune - può andare in via Ferrante Aporti e chiedere di poter dormire in un ricovero. I posti messi a disposizione dal Comune per questo inverno saranno 2.700, un numero raggiunto nel 2013, raddoppiando la capacità di accoglienza che nel 2010 era di soli 1.248 posti.  «Ringrazio tutti coloro che in queste notti e giorni di festa hanno lavorato e lavoreranno - dice l'assessore Pierfrancesco Majorino - dagli operatori del Comune e del Terzo settore ai volontari. Questa è la Milano dell'aiuto che non chiude mai e che sa stare vicina a chi ha più bisogno. Chiediamo ai milanesi di continuare a darci una mano segnalando al Centro le persone che ancora dormono per strada o che si sono create giacigli o ripari in luoghi nascosti e difficili da trovare».