Bimbi al teatro gay coi soldi pubblici

Domani in scena "Piccolo Uovo", dove si mostra che le famiglie non sono fatte solo di un papà e di una mamma

Un festival che «non è una difesa dell'omosessualità, ma offre un taglio sulla nostra contemporaneità». Con queste parole Filippo Del Corno, assessore alla cultura del Comune, ha introdotto il suo discorso sulla partecipazione del Comune a «Illecite/visioni», l'unico festival di teatro omosessuale che esiste in Italia finanziato anche dalla regione e Regione che si tiene da ieri al Teatro Filodrammatici. Parlando di una rassegna che nasce «per sentire un punto di vista specifico» sul particolare tema della sessualità, l'assessore ha parlato di rispetto, formazione, messaggi positivi. Un discorso che stride con alcuni degli spettacoli previsti nel festival e realizzati per bambini e adolescenti. Il direttore artistico di «Illecite/Visioni» Mario Cervio Gualersi tra i lavori che verranno presentati ha infatti deciso di inserire anche uno spettacolo appositamente pensato per i più piccoli: «per superare ogni pregiudizio quest'anno - ha detto - ci apriremo anche ai più piccoli e alle scuole superiori». Fin dall'infanzia, insomma, dovrebbe essere chiaro, secondo Gualersi, che esistono anche famiglie con due mamme o due papà. «Piccolo Uovo», un testo che già aveva scatenato un mare di polemiche quando fu fatto leggere nelle scuole, è la rappresentazione dedicata ai più piccoli, e sarà in scena domani alle 16. Si rivolge ai piccoli dai 5 ai 10 anni, e racconta di una bambina che, arrabbiata con la sua famiglia, si chiude in camera sua e gioca col suo amico immaginario «alla scoperta di tante famiglie diverse». A portare in scena questo spettacolo è Teatro 19, una compagnia bresciana: «Ho due figli e la mia è una famiglia di separati – dice Francesca Mainetti, cui appartiene il progetto e la drammaturgia dello spettacolo-. Non di omosessuali (si affretta a specificare, n.d.r). Eppure la gente ci chiedeva che problema avessimo in merito alla nostra separazione. Questo spettacolo vuole parlare semplicemente ai bambini di cose naturali come l'amore in famiglia, ogni tipo di amore».

«II senso nascosto» (giovedì 6 novembre, ore 21) è invece lo spettacolo scritto e diretto da Fortunato Calvino sulla storia di un uomo sposato che non ha mai avuto il coraggio di rivelare alla moglie la propria omosessualità. «Diario di una donna diversamente etero» (venerdì 7 novembre, ore 21), è lo spettacolo scritto da Giovanna Donini, giornalista e autrice televisiva, che nasce dalla sua rubrica online «Diversamente Etero» e spiega in modo tragicomico «come fanno l'amore due donne». Poi altri spettacoli fino alla chiusura dedicata anch'essa ai più giovani con un altro appuntamento rivolto agli studenti delle scuole medie superiori: martedì 25 e mercoledì 26 novembre, ore 10, i ragazzi verranno accompagnati in teatro per assistere allo spettacolo “Comuni Marziani”, che affronta il tema dell'omosessualità adolescenziale e il senso di isolamento di non accettazione e solitudine che si prova. Sicuri che il messaggio inviato, anche con l'aiuto di finanziamenti pubblici, sia colto per quello che è e non possa esser frainteso da bambini o adolescenti non adeguatamente preparati?

Commenti

Giorgio5819

Ven, 07/11/2014 - 09:34

Squallida propaganda omosessuale colpevolmente autorizzata da istituzioni ancora più squallide. Speriamo solo che i genitori siano abbastanza svegli da disertare questa schifezza.

46gianni

Ven, 07/11/2014 - 10:04

CHE SCHIFO.CHE SCHIFO. RIMPIANGO CERTI LAGER

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 07/11/2014 - 10:07

Che spudorati!Quell'uovo è frutto di un accoppiamento maschio-femmina!!!Diamoci da fare,per informare adeguatamente,sui pericoli,le conseguenze, derivanti dall'assunzione di alcool,fumo(tabacco e cannabis),e droghe di vario tipo. Accettiamo pure,l'estensione dei diritti civili nei confronti degli attuali LGBT(esclusa tassativamente l'adozione),ma.... CONTEMPORANEAMENTE,si spinga per una forte campagna, indetta da Ministero della Salute (supportata da materiale "pubblicitario" adeguato all'età),che iniziando dalla scuola materna,per continuare nelle scuole di grado superiore,informi adeguatamente,sulle conseguenze derivanti da questo "comportamento" innaturale,contrastante con la "naturalità" della coppia eterosessuale,pur accettando,e rispettando,chi affetto da questa "patologia".

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 07/11/2014 - 10:11

Se siete "normali",se abitate vicino a questo teatro,distribuite VOLANTINI,a quei "progressisti" che si recheranno allo "spettacolo",con un semplice disegno: PER FARE L'UOVO SERVE SOLO LA GALLINA,MA PER FARE UN PULCINO SERVE IL GALLO,E SENZA GALLI E GALLINE NIENTE PIU' UOVA!!!!

vince50

Ven, 07/11/2014 - 10:13

Queste immonde porcherie dovrebbero essere considerate violenza allo stato puro nei confronti dei bambini,e cioè verso chi ancora non è in grado di prendere atto di quanto fanno schifo.Mi auguro che i genitori non facciano il grandissimo errore di portarli a vedere spettacoli vomitevoli,causandogli in questo modo danni irreversibili.

vince50

Ven, 07/11/2014 - 10:13

Queste immonde porcherie dovrebbero essere considerate violenza allo stato puro nei confronti dei bambini,e cioè verso chi ancora non è in grado di prendere atto di quanto fanno schifo.Mi auguro che i genitori non facciano il grandissimo errore di portarli a vedere spettacoli vomitevoli,causandogli in questo modo danni irreversibili.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Ven, 07/11/2014 - 10:18

Il vostro pseudo-festival di uno pseudo-teatro, ma dal fine ben chiaro, mira solo al lavaggio dei cervelli dei piccoli per infondere loro un'ideologia omosessuale, l'idea di una pseudo-famiglia di due individui dello stesso sesso e scandalizzarli contro natura. A questo fine ricordate quanto dice Gesù a proposito dei bimbi nel Vangelo di Marco 9.38-43.45.47-48: "...Chi scandalizzerà uno solo di questi piccoli che credono in me, è molto meglio per lui che gli venga messa al collo una macina da mulino e sia gettato nel mare...».

fedele50

Ven, 07/11/2014 - 10:22

Vogliono uniformarci alle loro porcate mledetti, ma gli etero che sono il 99% cosa dovrebbero fare x manifestare la loro sessualità , fare sesso per strada , fetenti schifosi, N. SIGNORE DOVREBBE FARLI CREPARE ALL'INFERNO.

Ritratto di d-m-p

d-m-p

Ven, 07/11/2014 - 10:24

Non capisco chi e perché vuole che la società diventi gay , stanno facendo di tutto in questa direzione ma non riesco a capirne la ragione . Essere gay non è problema, per chi lo è , ma perché educare i bambini (e non ) in questa direzione ?

Ritratto di unpaesemigliore

unpaesemigliore

Ven, 07/11/2014 - 10:25

A tutti questi signori che hanno avuto questa "trovata" meschina auguro che la loro prole diventi tutta omosessuale e poi ne riparliamo.

monati50

Ven, 07/11/2014 - 10:49

La stupidita' degli amministratori regione lombardia e' ampiamente dimostrata da queste coglionate di iniziative.

GB01

Ven, 07/11/2014 - 11:08

La responsabilità, a questo punto, sta nei genitori che non dovrebbero mandare i loro figli a questi squallidi spettacoli.

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Ven, 07/11/2014 - 11:13

be', tutta colpa dei genitori che fanno vedere ai loro figli certi spettacoli. SICURAMENTE TUTTI GENITORI SINISTRI . Non mi dite che non c'e' in atto un tentativo fortissimo di corrompere i giovani......

Ritratto di atlantide23

atlantide23

Ven, 07/11/2014 - 11:28

questi gay si stanno dando la zappa sopra i piedi. e con questi atteggiamenti dimostrano di essere corrotti moralmente, di essere un aborto della natura .Stupidi, possibile che tra loro non ci siano persone intelligenti e NON MALATE PSICOLOGICAMENTE che impediscano queste esternazioni della loro diversita'?

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Ven, 07/11/2014 - 11:34

Anche la LEGA NORD(Maroni & C.),è diventata "progressista"??.....Siamo a posto!!!

fabio tincati

Ven, 07/11/2014 - 18:32

ma, non capisco l'aberrazione di voler a tutti i costi infilare i problemi dei grandi nel mondo dei bambini!! Avranno tutta la vita e loro vogliono rubargli la poesia dell'infanzia! Non ho niente contro gli omosessuali non mi interessano, ma ce l'ho tanto contro gli ipocriti i vigliacchi e gli opportunisti spero che sia vera la frase che disse Gesù: che per chi crea scandalo è meglio che si leghi una macina al collo e si butti in mare.....

andreagi

Ven, 07/11/2014 - 19:03

Che schifo! la natura ha creato l'uomo e la donna per un buon motivo altrimenti avrebbe creato 2 uomini o 2 donne. un fantomatico bimbo chi chiamerà papà e chi mamma?ridicolo.L'altro giorno mi sono imbattuto in un popup di cam4 dove c'erano un sacco di gay felici. che schifo.