Berlino avvertì Roma sette mesi fa: "Amri è pericoloso, va fermato"

I servizi tedeschi cercavano l'attentatore di Berlino da almeno sette mesi. La cellula in cui operava è stata decapitata a novembre. Ma il tunisino ha colpito lo stesso

I servizi tedeschi cercavano Anis Amri, il tunisino che il 19 dicembre si è lanciato con un tir contro il mercatino di Natale diBerlino ammazzando dodici persone, da almeno sette mesi. Secondo quanto rivelato dalla Wdr, lo scorso 10 maggio "la polizia criminale del Nordreno-Vestfalia classifica Anis Amri come individuo pericoloso". La comunicazione, secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, viene diramata anche all’Italia. Se Amri dovesse essere fermato in un semplice controllo stradale o identificato durante un’attività di indagine, alle nostre forze dell'ordine è chiesto di trattenerlo e segnalarlo alle autorità tedesche.

Amri, però, era un fantasma. Si è sempre mosso nell'ombra. Ed è rispuntato solo una settimana fa, quando alla guida di un tir ha falciato persone innocenti che passeggiano tra le bancarelle del mercatino di Natale. Adesso la Digos di Milano e il Bka, la polizia federale tedesca, sono al lavoro per colmare i buchi degli oltre sette mesi in un cui Amri è stato ricercato dai servizi di intelligence della Germania. Qualcosa, di sicuro, non ha funzionato. Resta da capire dove, come e quando. Per questo diventa fondamentale capire se il jihadista tunisino operasse all'interno di una cellula e se questa cellula avesse ramificazioni anche in Italia. Questo secondo punto servirebbe a spiegare la presenza di Amri a Sesto San Giovanni.

Studiando il contenuto del cellulare di Amri, il Bka sta cercando legami con un'altra indagine che lo scorso novembre ha portato in carcere cinque affiliati dello Stato islamico che facevano riferimento all'imam Abu Walaa. Tra gli questi, come ilGiornale.it aveva già avuto modo di rivelare nei giorni scorsi, c’è anche Boban Simeonovic. Il 36enne serbo ha indottrinato Amri quando i due condividevano un appartamento. È stato lui a spingerlo a fare il jihad, preparandolo fisicamente con lunghi trekking, e a progettare di andare in Siria passando per una moschea di Hildelsheim. Amri non è mai partito per andare a combattere al fianco dei tagliagole, ma ha iniziato a progettare l'attacco a Berlino.

Una parte della cellula di Abu Walaa è ancora attiva. Si parla di una quindicina di estremisti. Ma la struttura dell'Isis è abituata a tagliare qualsiasi contatto con chi intraprende un'azione kamikaze. La presenza di Amri in Italia, insomma, fa presupporre che il tunisino cercasse altri contatti. Contatti che vivono nel Milanese e che, probabilmente, si è costruito quando si trovava nel centro di prima accoglienza in Sicilia o nelle nostre carceri.

Commenti
Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 28/12/2016 - 01:32

Fortuna che il nostro Angelino diceva che non c'erano pericoli, in Italia. Era qui a casa nostra.

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 28/12/2016 - 03:25

Ma che bravi questi servizi segreti ! Una ffffigura di mmmmmmmmmmmmmmmmerda dietro l'altra. Da piangere ! Dovrebbero proteggerci, invece .....vara qui che roba !!!!

Ritratto di ottimoabbondante

ottimoabbondante

Mer, 28/12/2016 - 03:37

In un paese del terzo mondo visitato di recente ho visto un' auto della polizia nazionale con un aggeggio sul tetto sul tipo di quelli che usa google maps. Incuriosito ho chiesto all'agente informazioni: é una macchina fotografica elettronica collegata al computer di bordo nel quale un programma sofisticato riesce a identificare tutti volti dei passanti. Se uno di questi ha dei problemi con legge, intervengono. Del resto l'Italia é indietro 10 anni rispetto a tutti paesi del mondo. Ove abito, paese del 3º mondo, da oltre 10 anni hanno la carta di identitá elettronica con cip. In Italia avete ancora quel lezuolo di cartoncino. Ridicoli. La mia carta di identitá (cedula) ha il cip. In caso di controllo la passano per il lettore e tutto appare sullo schermo.

mila

Mer, 28/12/2016 - 06:08

E' quasi inutile che i Servizi dei Paesi europei avvertano gli altri. Le nostre LEGGI impediscono di prendere misure serie.

lento

Mer, 28/12/2016 - 07:33

Quello che ci frega a noi Europei e' il buonismo del c@zzo verso il nemico islamico !

Linucs

Mer, 28/12/2016 - 07:50

Chi lo ha coperto? Cooperative? ONG? "Associazioni?"

Ritratto di Situation

Situation

Mer, 28/12/2016 - 08:49

..... e te pareva che i nostri 007 sapevano tutto..................non a caso Jan Fleming ha scritto che l'Intelligence è altra cosa.

Ritratto di BIASINI

BIASINI

Mer, 28/12/2016 - 09:00

Ma che bravi questi tedeschi. Ce l'avevano in casa e avvertivano noi. Del resto noi abbiamo ubbidito: l'abbiamo fermato. Per sempre.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 28/12/2016 - 09:26

Controllarlo e seguirlo prima, no??? Angelino, avevi detto che eravamo al sicuro, ma ci tenevamo le serpi in casa. Come mai? Che hai fatto per la sicurezza dopo la telefonata dei tedeschi a riguardo? Nulla? Ah!

Giulio42

Mer, 28/12/2016 - 09:30

E alla fine, ci siete sempre voi di mezzo. Il vostro buonismo, vi condanna ad un rimorso incancellabile. Una nostra splendida ragazza è morta per causa vostra, andate a spiegarlo ai genitori perché è successo.

Ritratto di deep purple

deep purple

Mer, 28/12/2016 - 10:12

E ti pareva che alla fine la colpa è sempre dell'Italia! E così la Germania si salva ancora una volta la faccia. D'altronde la Merkel deve vincere di nuovo le elezioni.

Ritratto di bobirons

bobirons

Mer, 28/12/2016 - 10:13

I krukki sono i soliti ... krukki. Chi é che conduce la politica europea all'ammissione incondizionata (per gli altri); chi è che rimanda indietro quelli che non sono di loro gradimento; chi ha esposto cartelli con "Willkommen" all'arrivo degli invasori; chi è che aveva in casa il tunisino, che se lo è lasciato scappare arrestando invece un pakistano, che lo ha lasciato traversare indisturbato quasi tutta la "crande germanien". State zitti, a cuccia, disfatta dopo disfatta nei secoli non vi ha ancora insegnato che la vostra proposopea ha solo effetti effimeri. Memento europa germania delenda est.

Ritratto di 02121940

02121940

Mer, 28/12/2016 - 10:16

Purtroppo la verità è parsa subito chiara. Il controllo del pericoloso terrorista è stato casuale, così come è stata irresponsabile la comunicazione alla stampa dei nomi dei due coraggiosi e valorosi agenti. Significativa la circostanza che il terrorista, con il gruppo a cui fa capo, fosse stanziato in Italia, ma operava all'estero, evidentemente perché l'Italia è attualmente il più efficace corridoio per trasferire in Europa centinaia di migliaia di giovani maschi, una forza da armare ed utilizzare quando sarà giunto il momento. La guerra è cominciata, ma l'Europa non lo vuole capire. D'altra parte da Merkel, Obama, Holland, Renzi e compagnia cosa potevamo aspettarci: solo chiacchiere.

maurizio50

Mer, 28/12/2016 - 10:20

Andate a spiegarlo al Parroco Argentino che li considera tutti "Doni del Signore"!!!!!!!!!

Ritratto di zanzaratigre

zanzaratigre

Mer, 28/12/2016 - 11:39

Se non sbaglio 7 mesi fa come ministro dell'interno c'era ancora quel fenomeno di alf_ano che ora, tanto per far ridere ancora il mondo intero, l'anno fatto ministro degli Esteri. Siamo proprio conciati male!

FRANCY83

Mer, 28/12/2016 - 11:42

Si sì.... l'hanno detto a Roma...praticamente è come parlare cn il muro....

mezzalunapiena

Mer, 28/12/2016 - 11:45

che la politica sia merce avariata è risaputo ma che il ministro minniti dichiari che il sistema sicurezza funziona mentre la stampa tedesca accusa l'italia che sapeva ma non disse nulla accusa grave ma conoscendo i nostri ministri dubito che ci sia una risposta

Ritratto di stenos

stenos

Mer, 28/12/2016 - 11:47

Il viminale non aveva tempo di correre dietro a queste segnalazioni, era impegnato a portare feccia come questa in itaglia e piazzarla ovunque.

Ritratto di Ubidoc

Ubidoc

Mer, 28/12/2016 - 12:40

Peccato che lui fosse già a Berlino da tre mesi.........

Ritratto di Risorgere

Risorgere

Mer, 28/12/2016 - 13:08

Ma che vogliono? Ce l'hanno con noi? Noi che in galera il terrorista lo abbiamo tenuto per 3 anni? E che poi l'abbiamo eliminato? Parlano loro, incapaci e inetti, che se lo sono lasciato scappare dopo la strage? Che prima della strage l'hanno fermato 4 volte e per quattro volte i loro magistrati lo hanno immediatamente scarcerato? Ma di cosa stiamo parlando? Si vergognino di scaricare le loro responsabilità sugli altri, e si guardino in casa, visto che la Germania è la base o il crocevia di tutte le azioni terroristiche, dall'11 settembre in poi.

agosvac

Mer, 28/12/2016 - 13:13

Ma se i tedeschi conoscevano la pericolosità di amri perché dirlo agli italiani??? Perché gli hanno permesso di entrare in Germania??? Troppo facile dare la colpa della propria inefficienza ad altri, i colpevoli solo solo loro, i crucchi!!!

carlito1957

Mer, 28/12/2016 - 14:08

Adesso esplode la polemica che la Germania aveva avvisato! Perché non ci si attiva, ADESSO, ad arrestare tutti i musulmani sospetti??? Avete notizia di qualcuno di questi, tra le patrie galere? Oppure sono tutti liberi in attesa di compiere il prossimo attentato? Che si vadano a stanare nelle moschee!!!

Fjr

Mer, 28/12/2016 - 14:19

Berlino avverti' Roma ,solo che il centralino era staccato

Fjr

Mer, 28/12/2016 - 14:21

E qualcuno qui pensa allo ius soli, internateli per favore,prima che si facciano venire qualche altra idea clamorosa,

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Mer, 28/12/2016 - 15:44

Deep purple - ma voi comunisti sapete solo dare sempre la colpa agli altri? E' partito da qui e qui è ritornato. La nostra intelligence, Angelino compreso, governo compreso, votanti compresi, hanno fatto fiasco, nonostante i tedeschi vi abbiano avvertito. Punto. Vedete di imparare il mestiere, prima di dare sempre la colpa agli altri. Voi li avete messi lì a fare questo mestiere e i risultati li abbiamo visti, come al solito. non è meglio che andate a casa? Tutti quanti?

qualunquista?

Mer, 28/12/2016 - 15:55

Notizia presente sul televideo della TV di stato alle 8 circa di questa mattina, già scomparsa all'ora di pranzo e non menzionata nei TG2 e TG1 delle 13 e 13:30. L'Istituto Luce è ancora ben presente

ziobeppe1951

Mer, 28/12/2016 - 16:29

I kkkompagni erano impegnati a raccattar feccia

Ritratto di dardo_01

dardo_01

Mer, 28/12/2016 - 17:04

Alfano, che si sempre auto-lodato, specie su Twitter, ora tace?