L'accordo Turchia-Ue funziona: -90% di arrivi in Grecia

Il patto fra Ankara e Bruxelles consente di ridurre drasticamente il numero degli arrivi sulle isole greche: parallelamente, però, aumenta quello degli sbarchi in Italia

L'accordo Turchia-Ue sui migranti funziona. Viene osservato, criticato, attaccato ma funziona. A certificarlo sono i dati forniti dall'agenzia europea per le frontiere esterne, Frontex.

Dati secondo cui a marzo 2016 gli ingressi clandestini nell'Unione nello scacchiere dei Balcani occidentali sono calati del 90% rispetto al mese precedente, e per aprile si prevede una tendenza analoga. Il dato del mese di marzo è stato pari a 4.930 accessi registrati.

Sono due, secondo Frontex, i principali fattori di questa inversione di tendenza: la decisione del governo macedone di blindare il muro di confine con la Grecia e l'entrata in vigore - dal 20 marzo scorso - dell'accordo fra Turchia e Unione Europea, con cui Ankara ha incassato la promessa dell'abolizione dei visti per i cittadini turchi.

Il riflesso di questa nuova intesa è evidente nel numero di sbarchi in Grecia: 26.460 a febbraio, meno della metà del mese precedente. Parallelamente, riferisce però Frontex, aumentano in modo esponenziale gli arrivi in Italia: rispetto a febbraio, gli sbarchi di marzo sono più che raddoppiati, passando a 9.600. Un anno fa erano stati appena 2283.

Interessante, infine, il dato relativo alla nazionalità dei migranti: se in Grecia arrivano in maggioranza siriani, iracheni e afghani, in Italia sbarcano prevalentemente persone provenienti dall'Africa sub-sahariana o dal Corno d'Africa.

Commenti

Rossana Rossi

Mar, 19/04/2016 - 12:08

E vai....qui c'è la discesa, arrivano tutti sponsorizzati da Bergoglio.......e lo schifo continua imperterrito.......

Tuthankamon

Mar, 19/04/2016 - 13:11

Infatti ora venono tutti in Italia. Qual è il problema?

nopolcorrect

Mar, 19/04/2016 - 14:08

Eh, si...anche per i Siriani vale il detto "Mamma li Turchi" che notoriamente sanno farsi rispettare ed hanno la mano pesante. Magari valesse il "Mamma gli Italiani"! Ma no, noi non sappiamo farci rispettare, qualsiasi cosiddetto "migrante" sa che potrà contare sulla nostra cosiddetta Marina Militare per servizio taxi gratuito.E se, Dio non volesse, dovesse affogare il Servizio Pompe Funebri della Marina lo ripescherebbe. Il tutto e sempre, ovviamente, piccolo particolare, a nostre spese....poveri noi!

GGuerrieri

Mar, 19/04/2016 - 14:50

A dimostrazione che il regime turco utilizzava il traffico di esseri umani come arma di ricatto verso l'Europa. Del resto come ha fatto con noi Gheddafi. Ma quando i nostri inizieranno a considerare questa pratica infame un attentato alla propria sicurezza e quindi a reagire di conseguenza?