Tre attacchi in soli tre mesi: il jihad è dentro l'Inghilterra

Dal 2013 sventati già 18 attentati. L'allarme di Scotland Yard: "Gli attacchi hanno il baricentro interno al Paese". Indagini sulle complicità nella pianificazione dell'attacco

I tre attacchi terroristici commessi da militanti islamici negli ultimi tre mesi nel Regno Unito hanno avuto "un baricentro principalmente interno" al Paese. In relazione alle indagini sull'attacco della notte tra sabato e domenica nella capitale britannica, il commissario della polizia di Londra, Cressida Dick, ha spiegato ai microfoni di Bbc Radio che, sia nei cinque attacchi sventati sia nei tre commessi, ci sono "senza dubbio dimensioni internazionali", e su questo vengono condotte indagini, ma "la maggioranza della minaccia che affrontiamo al momento non sembra essere diretta da oltremare".

Adesso la priorità della polizia londinese è tentare di capire se i tre attentatori, che hanno insanguinato il London Bridge, "stessero lavorando con qualcun altro", "se qualcuno fosse coinvolto nella pianificazione di questo attacco" e, soprattutto quale fosse il background della cellula jihadista. E, mentre capo di Scotland Yard rivendica per conto della polizia e dei servizi di sicurezza britannici di aver sventato diciotto potenziali attacchi terroristici a partire dal 2013, di cui cinque dopo la strage di Westminster del 22 marzo, sull'intelligence inglese pende il capo di accusa di non aver sventato un allarme che era già risuonato più volte. Uno dei tre terroristi che sabato sera hanno seminato la morte a Londra era molto noto alla polizia. Tanto da esser stato filmato, in un documentario poi andato in onda su Channel 4, mentre discuteva con alcuni agenti sul perché avesse dispiegato una bandiera dello Stato islamico a Regent's Park di Londra (guarda il video). Al momento il 27enne era stato "catturato" al fianco di due predicatori incendiari ben noti alla polizia e all'intelligence.

Dopo il terzo attentato terroristico in appena tre mesi, il primo ministro Theresa May ha promesso di intensificare la lotta contro l'estremismo islamico. "Quando è troppo è troppo. Non possiamo e non dobbiamo far credere che le cose possano continuare così", ha dichiarato prima di presiedere una riunione del comitato di emergenza Cobra che comprendeva esponenti di governo e funzionari dell'intelligence. Il premier ha indicato le aree di intervento: pene più severe per gli estremisti, leggi antiterrorismo più dure e maggiori pressioni sulle compagnie web affinché restringano gli "spazi sicuri" online di cui i terroristi godono.

Commenti
Ritratto di gianky53

gianky53

Lun, 05/06/2017 - 10:52

Dopo aver delegato l'amministrazione della giustizia alle corti islamiche in molte aree del Regno Unito a prevalenza musulmana non poteva che succedere questo.

antonmessina

Lun, 05/06/2017 - 10:58

non esiste integrazione possibile !!! e lo ius soli sarà la nostra morte ! ma c'è chi è pagato e chi paga profumatamente per farci morire !

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 05/06/2017 - 10:58

Gli USA, al tempo della seconda guerra mondiale, rinchiusero tutti i giapponesi presenti sul loro territorio in campi di concentramento che nulla avevano da invidiare a quelli allestiti in Germania. Non si capisce perchè una tale soluzione, vista l'emergenza, non possa essere adottata nei confronti di soggetti già noti ai servizi segreti.

buri

Lun, 05/06/2017 - 11:00

osserviamo con attenzione quello che succede nel regno unito, è il risultato di una politrica di accohòoenza indiscriminata e di una tolleranza assoluto nei confronti degli usi e costumi musulmani al punto di rigonoscere in certi casi le senrenze emesse in base alla sharia, stiamo attemti a non finire così

alberto_his

Lun, 05/06/2017 - 11:12

Quindi nessun provvedimento verso i servizi di sicurezza, quelli che palesemente non hanno fatto il proprio lavoro istituzionale assecondando l'operato degli attentatori

Ritratto di Raperonzolo Giallo

Raperonzolo Giallo

Lun, 05/06/2017 - 11:13

Avanti coi sussidi per la proliferazione islamica. Il PD ha capito tutto. Arriveremo presto, avanti, avanti, barconi e assegni, stiamo arrivando anche noi. wow.

Ritratto di wilegio

wilegio

Lun, 05/06/2017 - 11:17

Certo! Il male è quello di aver naturalizzato milioni di islamici! Il male se lo sono creati da soli, e non è che francia e belgio stiano tanto meglio. Noi, spinti dalle sinistre buoniste, siamo sulla stessa strada. A me dispiace per i miei figli e nipoti, perché si troveranno fra una ventina d'anni, o anche meno, nella stessa situazione in cui si trovano gli inglesi oggi.

Ritratto di ilvillacastellano

ilvillacastellano

Lun, 05/06/2017 - 11:23

Ma se vi votate pure per sindaco un musulmano. Che vi lamentate a fare, dunque? Dovrebbe rinascere un nuovo Churchill o un'altra Thatcher per salvarvi. Sia ben chiaro, non è che noi in Italia siamo conciati meglio di voi in fatto di leaders incapaci e creduloni e faciloneria generale. Mi chiedo come si sia potuti arrivare a questo. La risposta forse è nella finta democraticità, ma soprattutto nella mollezza delle società occidentali, ormai indifese dallo Stato, soprattutto dopo che un'ideologia di sinistra decadente ha disarmato la Polizia e l'ha resa spettatrice inattiva di eventi tragici, che si sarebbero potuti altrimenti fermare con la di essa azione. Società, ridotte in questo stato, divenute quindi facilmente attaccabili.

nerinaneri

Lun, 05/06/2017 - 11:27

...effetti dell'imperialismo britannico...

Malacodaz

Lun, 05/06/2017 - 11:36

In Inghilterra ci sono 23.000 radicali islamici pronti a combattere e morire (faccio notare che oggi probabilmente l'esercito dell'ISIS dopo le sconfitte ricevute è inferiore a questo numero) Cari Inglesi, ho un indovinello per voi : "indovina indovinello, cosa dobbiamo fare a questo punto se vogliamo avere una qualche chance di salvare i nostri figli da una fine certa ?" La risposta giusta è una e una sola ma ..... sono buono, vi lascio la soddisfazione di arrivarci da soli.

steluc

Lun, 05/06/2017 - 11:53

Non sembra vero che il Paese che da solo ha resistito alle bombe di Hitler si faccia metter sotto da quattro fanatici . Ma a parte la geografia , il Paese non è più quello , gli inglesi non sono gli stessi , Churchill non c'è più , e nemmeno la Thatcher . Ora concerti lumini e sindaci musulmani. Good bye ( che tanto non siete soli , Parigi Nizza Berlino Bruxelles Stoccolma....)

paco51

Lun, 05/06/2017 - 12:00

e pensare che hanno vinto la guerra! si ma con i mezzi degli americani!

Fjr

Lun, 05/06/2017 - 12:16

Il leone inglese ridotto a un micio spelacchiato ,effetti del colonialismo, quando si destabilizza il medioriente,questi sono i risultati, le manovre per deporre i tiranni ,saddam e gheddafi e la primavera araba danno i primi frutti ,possiamo immaginare cosa accadrà in seguito ,da parte italiana ovviamente non veniamo toccati perché siamo il porto dove necessariamente sbarcano i nord africani ,e se un giorno dovessimo chiudere baracca?non pensiamo di essere immuni allo stragismo prima o poi presenteranno anche a noi il conto

roseg

Lun, 05/06/2017 - 12:21

AHAHAHAHAH Gli imperialisti Inglesi dominatori del mondo...non riescono neppure a difendere i propri cittadini. Ma visto che si parla di circa 3000 delinquenti mussulmani difficilmente controllabili, impacchettarli e spedirli tutti a casa loro senza possibilità di ritorno??? Certamente no, non sarebbe politicamente corretto.

Ritratto di LadyCassandra

LadyCassandra

Lun, 05/06/2017 - 12:21

@ilvillacastellano la polizia in GB non è spettatrice inattiva, è parte attiva ma contro il cittadino. Un recente fatto di cronaca: Chelsey Wright è stata drogata, portata in un appartamento e violentata. La polizia ha arrestato 6 richedenti asilo che ha poi rilasciato per mancanza di prove le quali prove mancavano perchè il TESTIMONE CHIAVE, per un qualche misterioso motivo, non è stato interrogato. I fanciulli sono poi stati sistemati in una “safe house” per proteggerli da eventuali ripercussioni. Il fratello di Chelsey che dopo il misfatto si era recato presso l’appartamento dove si era svolta la violenza per confontare i violentatori di sua sorella è stato arrestato ed è tutt’ora in galera. In quando al sindaco la sua elezione dipende da due fattori, il numero elevato di musulmani a Londra e la bassa affluenza alle urne. La GB è praticamente una polveriera che può esplodere da un momento all’altro, come diceva un vecchio film la polizia ha le mani legate.

Jimisong007

Lun, 05/06/2017 - 13:29

Blocco dell'immigrazione dai paesi ritenuti collusi fino a cessazione degli attentati

Ritratto di hernando45

hernando45

Lun, 05/06/2017 - 14:30

Siamo (iete) avviati sulla stessa strada anche voi in Italia, se alle prossime elezioni non riuscirete a liberarvi dei SINISTRI!!! AMEN.

Divoll

Lun, 05/06/2017 - 14:56

Continuate pure a imbarcare immigrati e a mantenere il politically correct! A Londra, stando al censimento del 2011, gli immigrati superano gia' di gran lunga gli inglesi autoctoni (donde il sindaco pakistano) e le terze generazioni sono quelle che si fanno saltare in aria. l'integrazione e' solo un'invenzione. Culture troppo distanti non si integrano. E la dimostrazione e' ovunque, dalla Svezia agli Usa.

Ritratto di veronika

veronika

Lun, 05/06/2017 - 15:48

la teresa non vede l'ora di perdere le elezioni...

Ritratto di dr.Strange

dr.Strange

Lun, 05/06/2017 - 17:42

il "politicamente corretto" è una ideologia totalitaria castrante che ci sta uccidendo. vorrei ricordare che nell'Atene patria della democrazia solo chi nasceva da entrambi i genitori cittadini diventava cittadino e per chi era giudicato pericoloso c'era l'ostracismo....dobbiamo togliere la cittadinanza a tutti i musulmani sospettati di frequentazioni pericolose (compreso il parentado). è il primo segnale politico da dare. altro che jus soli... (dei miei stivali)