Obama canta Al Green e dopo 40 anni il disco torna una hit

New YorkCosa non si fa pur di essere rieletto alla Casa Bianca! Obama non è molto popolare a causa della grave crisi economica che colpisce gli States dal 2008. ll suo gradimento non supera il 46%, sarebbe sotto nei sondaggi di 2-3 percentuali con il front-runner repubblicano Mitt Romney (Marist Poll), il quale prenderebbe più voti soprattutto tra le elettrici e tra i 20 milioni di ispanici. Ma il presidente Obama sa fare campagna elettorale come nessun'altro, è un genio della comunicazione, è lo stratega di tutte le sue elezioni, che ha finora sempre vinte. È anche un abile oratore e riesce sempre a toccare le corde emotive e il cuore di tutti gli elettori. L'ultima sua «invenzione» elettorale è di alcuni giorni fa all'Apollo Theater di Harlem, dove durante una raccolta di fondi - c'era il tutto esaurito e si pagava dai 100 ai 500 dollari per ascoltare il suo discorso - il presidente ha notato in platea il famoso cantante nero Al Green, autore di grandi successi negli anni Settanta. Obama non ci ha pensato su neppure un secondo e ha aperto il suo discorso in modo poco convenzionale: senza i soliti ringraziamenti e i saluti di rito.
Si è messo a cantare il brano più orecchiabile della famosa canzone di Al Green «Let's stay together», e senza nessun imbarazzo e da consumato attore, Obama ha canticchiato: «I am so in love with you...». È inutile aggiungere che il pubblico è andato in visibilio, dedicando al presidente un lunghissimo applauso e poi una standing ovation di diversi minuti. In quel teatro, l'Apollo, dove si sono esibiti i più grandi musicisti americani di sempre come Louis Armstrong, Aretha Franklin, Ella Fitzgerald, Billie Holliday. Quindi è subito iniziato il tormentone su tutti i grandi e piccoli network: non fanno altro che trasmettere il filmato del presidente che canta, imitando Al Green. Lo stesso video su Youtube ha già toccato quasi i 5 milioni di contatti in meno di otto giorni. E anche il suo indice di gradimento, secondo il Rasmussen Poll, è risalito di un paio di punti. A beneficiarne è stato anche Al Green, la sua famosa canzone del 1971 ha avuto una impennata nelle vendite del 490% nell'ultima settimana, ben 16 mila persone avrebbero scaricato a pagamento «Let’s Stay Together». E in questi casi, sarebbero almeno altri diecimila gli hacker che avrebbero scaricato la canzone in modo illegale. Con Al Green che ha visto poi i suoi altri successi «You ought be with me», «Love and Happiness», «I am still in love with you» avere una impennate nelle vendite del 120%.
Ricordiamo che Obama nella sua apparizione canora all'Apollo ha raccolto in meno di un'ora un milione e mezzo di dollari, poi da Harlem per cena si è trasferito a casa del regista Spike Lee, dove c'erano 25 selezionatissimi ospiti per cena che hanno pagato 35mila dollari a testa. E Spike da solo avrebbe staccato un assegno pari alle donazioni di tutti i suoi ospiti.