Gli sbarchi sono calati del 93%. Ma il M5s vuole riaprire i porti

Salvini in conferenza stampa presenta i numeri relativi agli sbarchi in questo 2019: "Il 93% in meno rispetto all'anno scorso". Secondo il leader della Lega, si tratta del successo della sua strategia dei porti chiusi

La questione migranti si inserisce all’interno del clima che oramai appare da campagna elettorale vera e propria, in vista delle elezioni europee. Ed ancora una volta l’accoppiata gialloverde al governo appare su due fronti se non contrapposti, quanto meno distanti.

Lo spunto viene dai dati elencati in conferenza stampa nelle scorse ore dal ministro dell’interno, Matteo Salvini. Se fino ad oggi il Viminale guidato dal segretario leghista può vantare i dati di un 2018 contraddistinto da un calo degli sbarchi dell’80%, inizia a delinearsi uno score altrettanto positivo per questo 2019. In particolare, secondo il ministero gli sbarchi in questo anno sono complessivamente 666, registrando un calo del 93% rispetto all’anno precedente.

"Nello stesso periodo del 2018 – afferma un visibilmente soddisfatto Salvini – gli sbarchi sono stati 8930, c’è quindi un calo ancora più netto".

Nella sala stampa del Viminale, l’aria è quella classica ci chi sa che, dati alla mano, può togliersi qualche sassolino dalla scarpa: Salvini non lo dice apertamente, ma lascia intendere che il numero così drasticamente calato degli sbarchi lo attribuisce alla strategia della chiusura dei porti alle navi Ong.

Un argomento, uno dei tanti per la verità, che nelle settimane appena trascorse è occasione di scontro interno al governo: il Movimento Cinque Stelle infatti, con in testa il vicepremier Di Maio, mettono in discussione la strategia voluta da Salvini.

Tutto nasce dal caos in Libia e dalla prospettiva di un’impennata degli sbarchi a causa della guerra in corso nei dintorni di Tripoli: “Se dal nord Africa dovesse esserci un esodo – tuona il leader politico del Movimento Cinque Stelle nei giorni scorsi – I porti non possono restare chiusi. Questa è solo una misura occasionale”. Una posizione non soltanto personale, visto che a fargli eco è anche il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli, anch’egli grillino: “Se dalla Libia le partenze aumenteranno – afferma il titolare del dicastero – Allora la politica dei porti chiusi non basta più”.

Un disaccordo figlio più della campagna elettorale che delle reali preoccupazioni circa la situazione libica, specie perché da quando è in corso la battaglia per Tripoli non si registra alcuna impennata degli sbarchi. Di Maio, che vede il Movimento scendere nei sondaggi, ha necessità in vista delle europee di intercettare il voto di sinistra. Un modo, secondo il ragionamento dei grillini che approvano questa scelta, per bloccare l’emorragia di consensi e convincere gli indecisi dell’elettorato di sinistra a dare fiducia ad un movimento presentato adesso come unico argine alla crescita di Salvini.

Ecco perché, rispetto a questa estate quando l’esecutivo appare compatto sulla scelta dei porti chiusi voluta dal ministro dell’interno, Di Maio ed il Movimento cambiano idea e sembrano voler mettere in discussione il pugno duro promesso da Salvini.

Dal canto suo, il leader della Lega già nei giorni scorsi afferma di proseguire con la linea dei porti chiusi: “Decido io”, taglia corto a chi gli chiede un’opinione sulle esternazioni di Luigi Di Maio, nonché di un altro ministro in quota M5S, Elisabetta Trenta.

Oggi, con la conferenza stampa al Viminale, l’occasione dunque per dimostrare che l’operato dell’esecutivo sul tema dell’immigrazione si rivela vincente: “Adesso lavoreremo per espellere gli irregolari – afferma inoltre Salvini – Ce ne sono 90.000 in Italia, una cifra importante ma minore rispetto a quanto mi aspettavo”.

Commenti

kennedy99

Mer, 24/04/2019 - 13:48

il caro m5s facendo questo si tira la zappa sui piedi da solo. contenti loro.

Giorgio5819

Mer, 24/04/2019 - 13:57

"Ma il M5s vuole riaprire i porti"... certo, é iniziata la trattativa con il pd per stilare l'accordo...

Ritratto di Soloistic69

Soloistic69

Mer, 24/04/2019 - 14:04

Bravi grillazzi, avete firmato la vostra condanna. Con nostro sommo gaudio, ovviamente.

venco

Mer, 24/04/2019 - 14:26

Vogliono riaprire i porti e ieri hanno accusato Salvini che fa pochi rimpatrii.

cesare caini

Mer, 24/04/2019 - 16:28

Se M5S riaprirà i porti consegnerà l'Italia intera a Salvini trionfalmente !!

jaguar

Mer, 24/04/2019 - 16:36

Sta uscendo la vera anima del M5S, praticamente quella del PD.

Ritratto di No_sinistri

No_sinistri

Mer, 24/04/2019 - 16:42

Non sanno più come fare per cercare di risalire i sondaggi...

VittorioMar

Mer, 24/04/2019 - 16:43

..per i RIMPATRI servono accordi fra STATI !!..e SALVINI non è PREMIER..non è Ministro degli Esteri...non è Ministro della Difesa...non è Ministro della Giustizia e,guarda caso,sono tutti o quasi di AREA M5S ...quindi cosa centra la LEGA e SALVINI Ministro dell'INTERNO ??

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mer, 24/04/2019 - 17:10

Ma cosa dice allora il sindaco di Lampedusa, che afferma che da loro gli sbarchi non sono mai cessati? Chissà cos’avrà visto. Eppure ha vinto le elezioni contro Giusy Nicolini anche che la sua politica contro l’accoglienza indiscriminata? Quindi è comunista o no questo sindaco?

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mer, 24/04/2019 - 17:13

Anche i rimpatri sono diminuiti del 93 per cento. Minniti qualcuno indietro lo mandava ma questo seducente conducente di ruspe ci fa sapere quando rimpatrierà il primo irregolare?

Ritratto di stamicchia

stamicchia

Mer, 24/04/2019 - 17:17

“Entro l’autunno faremo accordi di espulsione e di rimpatrio volontario assistito con tutti i paesi di provenienza di ragazze e ragazzi immigrati” (Salvini, Settembre 2018). Da quando è ministro dell’interno a oggi nessun accordo è stato concluso. Conclusioni: Salvini conclude accordi nella stessa maniera come guida le ruspe.

carlottacharlie

Mer, 24/04/2019 - 18:12

Certo che vuole riaprirli, lo stanno ragliando da tempo. Quelli che li han votati per il reddito se non rinsaviranno lo vedranno scemare del tutto già che neri marroni beige muslim ne faranno manbassa ancor più di oggi.

aldoroma

Mer, 24/04/2019 - 19:07

IN CERCA DI VOTI.................che tristezza siete finiti

fedeverità

Mer, 24/04/2019 - 19:24

E' no Di Maio,sono stato dalla tua parte prima,ma ora devi stare anche dalla nostra...insieme si vince...questo governo è una squadra,fatta di giocatori con diverse caratteristiche..non sta a me giudicare,dico però usate il buon senso...state uniti...noi vi rispettiamo.

Giorgio Rubiu

Mer, 24/04/2019 - 19:33

stamicchia - Nonostante l'evidente difficoltà data dal fatto che i paesi di provenienza non vogliono riprendersi i delinquenti espatriati, ci sono stati un certo numero di rimpatri che, fosse stato anche uno solo, sarebbe sempre uno in più di quanti ne abbiano effettuato i governi (non eletti!!) precedenti. L'aver ridotto drasticamente il numero dei nuovi arrivi è, comunque, una considerevole vittoria.

routier

Mer, 24/04/2019 - 20:51

La questione "migranti" non è da prendere sottogamba. Su di essa si giocheranno le prossime elezioni e l'orientamento della maggioranza degli elettori non è certo favorevole agli ingressi fuori controllo. Per tutti i partiti sarebbe saggio tenerne conto.

leopard73

Mer, 24/04/2019 - 21:58

Vorrebbe dire andare a casa subito SALVINI non molla!!!!

Reip

Mer, 24/04/2019 - 22:29

E’ normale! Altrimenti chi li vota piu’?

ClioBer

Mer, 24/04/2019 - 23:10

Se sono diventati tanto determinati a riaprire i porti, dopo che Di Maio aveva definito le navi della Marina Militare taxi del mare, non è da escludere (potenza dei dio denaro che i tentacoli del filantropo siano arrivati anche dalle loro parti. Comunque, con queste nuove prese di posizione, si avviano verso le percentuali della bonino; ed è, in fondo, proprio ciò che meritano.

Ritratto di Marcello.508

Marcello.508

Gio, 25/04/2019 - 00:43

Se M5s vuole sul serio riaprire i porti deve rompere l'alleanza con la Lega e farla con il Pd. Tertium non datur. Se operasse in questo modo credo che alle prossime elezioni la Lega molto probabilmente prenderebbe da sola voti sufficienti per governare senza coalizioni o al limite con Fdi. Resto tuttavia convinto che queste manovre dei pentastellati siano messe in atto per recuperare, provarci, lo svantaggio che hanno sulla Lega e tornare a distanziare il Pd.

me.so.rotto....

Gio, 25/04/2019 - 06:01

L'INDICE DI DEFICIENZA DEI m5s E` COLOSSALE, STRATOSFERICO.

routier

Gio, 25/04/2019 - 08:54

Se Di Maio e i 5 stelle vogliono ripercorrere la strada filo immigratoria, facciano pure ma arriveranno a percentuali di consenso simili a "Liberi e Uguali".

Ritratto di jonny$xx

jonny$xx

Gio, 25/04/2019 - 09:41

LA POLITIC DEI PORTI CHIUSI NON BASTA PIU' HANNO PRVATO A CHIEDERE AI COLLEGHI EUROPEI COSA NE PNSANO? RESTEREBBERO TUTTI IN ITALIA, NON LI VUOLE PIU' NESSUNO, QUESTI CON I MIGRANTI FARANNO LA STESSA FINE CHE STA FACENDO IL P.D.