Combattere il caldo senza condizionatore: le idee

Contrastare il caldo e l'afa, anche di notte, è possibile anche quando non si ha a disposizione un condizionatore: ecco qualche utile consiglio

L'arrivo dell'estate porta con sé un innalzamento delle temperature, spesso contrastate a suon di condizionatore e ventilatore, con buona pace della bolletta e del portafoglio. Ma chi non ama questi ritorvati, perché troppo invasivi oppure costosi, può combattere l'afa con qualche accorgimento e trucchetto semplice. Soluzioni immediate e di facile realizzazione che possono garantire refrigerio, risparmiando senza impatti drastici sul benessere personale.

  • Letto e luci: dormire sopra un letto molto basso può aiutare, come insegnano in Giappone, dove lo stesso è ad altezza pavimento. Futon, tatami o pavimento se la schiena lo permette, sono l'ideale per trovare refrigerio grazie all'azione dell'aria calda che si muove verso l'alto. Anche schermare le luci stesse può agevolare: basta chiudere tende e persiane nelle stanze dove il sole è maggiormente presente così da preservare il refrigerio. L'apertura nottura permette di far circolare l'aria più fresca della giornata;
  • Lenzuola: cotone al 100%, scelta vincente per affrontare il caldo in modo utile e consapevole. Materiale traspirante, permette l'assorbimento del sudore, abbatte le irritazioni cutanee e si può rinfrescare posizionando il tutto nel refrigeratore per circa trenta minuti;
  • Ghiaccio: chi non può rinunciare al ventilatore, può sfruttare la sua presenza regolando - ove possibile - la direzione delle pale in particolare per quelli a soffitto. Un movimento antiorario permette la formazione di una corrente fresca, mentre sistemare del ghiaccio davanti all'articolo da terra garantisce una circolazione positiva del fresco;
  • Pulsazione arteriosa: un vecchio rimedio della nonna è quello di rinfrescarsi i polsi, o le zone dove le pulsazioni arteriose sono a diretto contatto con la superficie della pelle. Una pratica sponsorizzata anche dai medici, che offre benefici immediati. Un discorso simile va esteso anche a mani e piedi, che è bene bagnare prima di andare a dormire, con una doccia o un pediluvio mirato.
  • Buio e silenzio: per agevolare il refrigerio e il sonno è bene chiudere tende e persiane, magari sonnecchiando con una mascherina sugli occhi. Importante spegnere tutti i dispositivi elettronici che possono disturbare con la loro luce blu, oltre a produtte elettricità e quindi calore.
  • Acqua, frutta e verdura: bere tanta acqua è il rimedio migliore per rinfrescare e idratare il corpo, una soluzione economica e vitale che offre il recupero di sali minerali e liquidi. Frutta e verdura corrono in soccorso per offrire energia sana al corpo, nutrimento e idratazione senza appesantirlo.
  • Colpo di caldo: l'idratazione è la soluzione più facile per combattere il colpo di calore, meglio muoversi con una bottiglia di acqua fresca sempre a portata di mano. Ma in caso di colpo di calore è bene rivolgersi subito al medico, per impedire che la situazione peggiori e degeneri.