Carlo e Camilla contro Lady Diana: svelati i pesanti insulti

Un libro riverdisce la querelle tra Camilla Parker Bowles e la defunta Lady Diana: ecco i retroscena del divorzio del Principe Carlo a metà degli anni '90

Il Principe Carlo e Camilla Parker Bowles potrebbero aver cercato di manipolare l'opinione pubblica contro Lady Diana? È quello che sostiene Tom Bower nel libro "Rebel Prince: The Power, Passion and Defiance of Prince Charles", come riporta IBTimes.

Nel volume si raccontano gli insulti rivolti alla defunta principessa, amata da tutto il mondo. Secondo la narrazione, Camilla - sempre molto misurata e controllata in pubblico - avrebbe apostrofato Diana chiamandola "topo" e "mucca pazza". In generale, Diana Spencer pare stata dipinta per un certo periodo come un'instabile isterica, al fine di riuscire a destabilizzarne la figura. Obiettivo non raggiunto dalla coppia di rivali: la Principessa Triste è ancora oggi un vero e proprio mito, non solo per gli inglesi.

In realtà, della vicenda si è parlato molto verso la metà degli anni '90, quando la relazione extraconiugale tra Carlo e Camilla è stata resa nota dai media. Un amore che ha portato al divorzio definitivo tra i principi, fino alla morte di Lady D nel 1997 in un incidente stradale a Parigi, scatenando numerose teorie del complotto delle quali però nel libro non si parla. Bower si concentra infatti su come Camilla abbia dipinto se stessa in un'ottima luce, sottolineando di aver amato solo un uomo, e cioè Carlo, nella sua vita. E di come, dopo il divorzio, quest'ultimo l'abbia portata alle feste per ripulirne l'immagine.

Quello che emerge è anche il silenzio pubblico dell'attuale duchessa di Cornovaglia, nonché della reazione della Regina Elisabetta II, inizialmente contraria alla relazione. La regnante sarebbe stata convinta a capitolare nel 2005, quando il suo primogenito ha sposato Camilla e questa ha fatto il suo ingresso definitivo nella Royal Family.