Emma in tour a Milano lancia il cuore sul palco

La cantautrice è stata abbracciata dal pubblico del MediolanumForum di Assago per la seconda parte dell’Essere Qui Tour e ora si apre una nuova sfida

Generosa, commossa, grintosa e felice. Questo e tanto altro è stata Emma, in concerto al MediolanumForum di Assago (Milano) per la terzultima tappa della seconda parte dell’Essere Qui Tour, che è iniziato il 15 febbraio da Bari. L’abbraccio caloroso del pubblico milanese le ha fatto dimenticare l’attacco verbale violento di qualche giorno fa da parte di Massimiliano Galli, il consigliere comunale leghista di Amelia. Il politico aveva insultato Emma ("faresti bene ad aprire le tue cosce”), che si era spesa per aprire i porti e non chiuderli. Lo stesso consigliere ancora oggi non ha chiesto scusa alla cantante. “Ho le spalle larghe e non sarò mai come voi”, aveva replicato Emma e così è stato ieri sera a Milano.

Come al solito l’artista non si è risparmiata, offrendo anche un siparietto di estrema sincerità e divertente. Durante la performance si è accorta che c’era un insetto sul palco, ha fatto accendere le luci per spostarlo. Poi tutto è ripreso regolarmente. Senza sovrastrutture e assolutamente senza filtri, Emma ha dimostrato ancora una volta di essere se stessa. Come quando prima del medley acustico con la chitarra (“Schiena”, “Nel posto più lontano” e “Coraggio”) ha reso omaggio al padre, presente dietro le quinte. “Mio papà sa suonare meglio di tutti - ha detto -. Io non suono bene come lui, ma ci metto sempre il cuore perché mi ha insegnato tutto lui. Queste canzone le dedico a mio padre”.

Poi si è commossa sulle note di una canzone molto importante per lei, “Quando le canzoni finiranno”. Una dichiarazione umana e artistica intima che è stata sottolineata dalle luci dei cellulari che si sono accese all’improvviso. In scaletta 24 brani di cui 3 medley. Non potevano mancare i successi come “Amami”, “Calore”, “Non è l’inferno”, “Trattengo il fiato” fino alle recenti “L’Isola” e “Mondiale”. Pioggia di coriandoli per la chiusura sull’ultimo brano “Inutile canzone”. Spenti i riflettori su Milano i prossimi appuntamenti sono il 27 febbraio a Brescia e il gran finale il primo marzo a Roma.

E poi cosa accadrà nel futuro professionale di Emma? Ci sarà sicuramente sempre la musica. E’ uscito il nuovo singolo dei Thirty Seconds To Mars “Love Is Madness”, che vede proprio la collaborazione con la cantante. Nel cassetto ci sono sicuramente altri brani inediti, ma potrebbe anche comparire la tv all’improvviso… Da diversi anni si vocifera il suo nome come giudice nel cast di “X Factor”. Al momento solo il nome di Mara Maionchi sembrerebbe confermato. Quindi la produzione Fremantle sta lavorando per trovare i nuovi giudici. I numeri ci sarebbero tutti perché Emma è produttrice, cantautrice, ha già avuto esperienze come giudice ad Amici, e sicuramente avrebbe una visione chiara e netta del percorso artistico della sua squadra. Ma questa per ora è solo una (bella) suggestione.

LA SCALETTA DI MILANO 1 Effetto domino 2 Le ragazze come me 3 Occhi profondi 4 Trattengo il fiato 5 Nucleare 6 Sorrido lo stesso 7 Medley 1 (Schiena-Nel posto più lontano-Coraggio) 8 Portami via da te 9 L'amore non mi basta 10 Non è l'inferno 11 Le cose che penso 12 Mondiale 13 Medley 2 (Resta ancora un po’-Arriverà l’amore-Calore) 14 Sarò libera 15 Amami 16 Quando le canzoni finiranno 17 L'isola 18 Mi parli piano 19 Luna e l’altra 20 Incredibile voglia di niente 21 Malelingue 22 Sottovoce 23 Medley 3 (Cercavo amore-La mia città-Il paradiso non esiste) 24 Inutile canzone

Segui già la nuova pagina di gossip de ilGiornale.it?

Commenti
Ritratto di Anna 17

Anna 17

Mer, 27/02/2019 - 13:21

Perché una nullità del mondo dei nani e ballerine sconfina nella politica? Starnazzare cretinate grosse, più grosse sono e più avrà pubblicità. Tipico di quelli arrivati alla frutta

agosvac

Mer, 27/02/2019 - 15:22

Un cantante deve fare il cantante, uno sportivo deve fare lo sportivo, ognuno deve fare il proprio mestiere nel miglior modo possibile. Ma, per favore, che non si occupino di politica, visto che non ne capiscono niente!

rocchetti

Mer, 27/02/2019 - 17:34

Quella dei porti aperti se la poteva anche risparmiare perché significa approfittare della propria popolarità per contrastare la politica del governo in un contesto dove la politica non dovrebbe entrarci per niente, è semplicemente un comportamento scorretto, ma non credo che la signora Marrone questo lo capisca.

Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 27/02/2019 - 17:37

non dimenticate che questa fa parte della consorteria costanzo/de filippi!