Il Bond di Daniel Craig è quello più "ubriaco"

Una rivista britannica ha calcolato quale Bond ha bevuto di più nello schermo. Vince Craig. Nella media Connery e Moore, quasi astemio Timothy Dalton

Un vodka martini agitato, ma non mescolato, di troppo per James Bond. È questa la considerazione tratta dalla rivista di settore The Grocer che ha calcolato quale Bond ha alzato di più il gomito sul grande schermo. La celebre spia britannica, tra intrighi, inseguimenti e belle donne, trovava sempre il tempo per un drink, ma il Bond di Daniel Craig sembra avere un problema con l'alcol.

Lo storico James di Sean Connery beveva circa 11 bicchieri a film, fin dalla sua prima apparizione nel 1962 con il film Licenza di uccidere. Sobrio anche l'agente di Roger Moore che beveva circa 11 drink a pellicola. Quasi astemio invece Timothy Dalton, che nei due film da lui interpretati non superava mai i 4 bicchieri. Nella media anche Pierce Brosnan con 12 "bevute" a film

Con Craig c'è stata però la svolta. Il suo Bond, nei film Casino Royale, Quantum of Solace, Skyfall e Spectre (che uscirà il prossimo novembre), si scola in ogni pellicola almeno 20 bicchieri. The Grocer ha calcolato che tra vodka Martini, vesper Martini con gin e vodka con vermouth Craig ha fatto la fortuna degli sponsor. Sì perché i produttori di superalcolici fanno la fila per piazzare i propri prodotti sulle pellicole della spia britannica infatti "una partnership con 007 è molto redditizia per le grandi marche" conclude The Grocer.

Commenti
Ritratto di Giano

Giano

Mar, 22/09/2015 - 20:04

Questa sì che è una notiziona da prima pagina. Si vede che i cronisti di The Grocer non hanno niente di meglio da fare. E' la dimostrazione di come sia scesa in basso la stampa. I pettegolezzi delle lavandaie di una volta erano più seri.