Arresti capi ultrà Juventus: a rischio la partita con l'Hellas Verona

Il questore di Torino avverte: "Si possono ipotizzare ulteriori criticità perché non si escludono reazioni ma soprattutto di tipo dimostrativo"

Dopo gli arresti scattati per 12 capi ultrà della Juventus è da considerarsi a serio rischio la gara contro l'Hellas Verona, in programma sabato 21 settembre alle ore 18:00 all'Allianz Stadium. A lanciare l'avvertimento è il questore di Torino, Giuseppe De Matteis: "Era una partita già che presentava criticità a prescindere dall'operazione di oggi. Ora si possono ipotizzare ulteriori criticità perché non si escludono reazioni ma soprattutto di tipo dimostrativo".

L'operazione

Intanto sono arrivati i complimenti per l'operazione da parte del segretario generale del Siulp: "Esprimo plauso per la brillante operazione condotta dalla Digos di Torino che ha portato all'arresto di numerosi esponenti del tifo organizzato e ad indagare su decine di 'fiancheggiatori' di un metodo che è emerso essere di tipo mafioso e che sicuramente, avrà condizionato anche le modalità del tifo stesso e quindi dei disordini organizzati. Ecco perché condividiamo ed apprezziamo l'analisi del Questore di Torino quando afferma che quello che è emerso in quella città può essere radicato in molte altre città italiane". Felice Romano ha poi ribadito l'importanza delle indagini poiché hanno confermato l'esistenza di un serio problema: "Il tifo nel calcio è fortemente condizionato e pilotato per e da interessi completamente estranei a questo sport. Ecco perché nel ringraziare i colleghi che hanno svolto in prima persona questa delicata indagine, auspichiamo che la stessa possa fungere da apripista anche in altre città dove spesso la violenza del tifo è ingiustificata e offusca la bellezza del calcio".

Segui già la nuova pagina Sport de ilGiornale.it?

Commenti
Ritratto di giovinap

giovinap

Mer, 18/09/2019 - 15:52

... incontro al vertice!