Gomez, il «bergamasco» che fa ballare la Dea e milioni di ragazzini

Il bomber Papu Gomez ha rinnovato per l'Atalanta. La sua dance e la canzone spopolano sul web e in tv

Ma quale Cristiano Ronaldo, quale Messi. Il vero fenomeno del momento è Alejando Darío Gómez, per tutti il Papu. Lui, strepitoso sul rettangolo di gioco, ha trascinato l'Atalanta alla storica qualificazione in Europa. Grazie alla sua eleganza nei dribbling e alle movenze sui prati di tutta Italia, Gomez in questa stagione ha dispensato assist a caterva (12) ed è stato capace di segnare valanghe di gol (16) tanto da meritarsi il rinnovo da capogiro (due milioni di euro a stagione fino al 2022) firmato ieri con la Dea.

Ma il fenomeno Papu non si limita alle prodezze sul campo. Il fenomeno Papu spopola nel mondo dei social, lì dove i ragazzini sguazzano felici. Con le sue gag spassose e i video virali (alcuni insieme al compagno di reparto Petagna), il calciatore argentino ha fatto innamorare giovani e meno giovani. La Papu dance ha contagiato tutta l'Italia e non solo, ballata in discoteca persino da quelli che Gomez non sapevano nemmeno chi fosse, ma che ora non possono fare a meno di ripeterne i passi. Nata come un gioco, la Papu Dance è pure sfociata in uno dei singoli (dal titolo Baila como el Papu) tra i più cliccati su Youtube e i cui proventi saranno devoluti in beneficenza.

Di strada però ne ha fatta Papuchi, il nome affibiatogli dalla madre da piccolo, prima che gli amici iniziassero a chiamarlo col diminutivo. Una carriera in Argentina col San Lorenzo che non decolla, perché preso di mira dai tifosi, lui che è tifoso sfegatato dell'Independiente. In una di queste partite, in preda al nervosismo, Gomez si fa espellere e i suoi tifosi che fanno? Applaudono l'arbitro. «Non ci credevo, non ho mai pianto così tanto su un terreno di gioco» dirà.

Poi il Papu, per fortuna, sbarca in Italia, al Catania degli argentini dove ritrova Diego Pablo Simeone che lo allenava pure al San Lorenzo. Lì, al Sud, Gomez rinasce e, dopo una brevissima parentesi in Ucraina, torna in Italia senza più lasciarla. Innamorato di Del Piero, per questo indossa la numero 10, è pronto a trascinare l'Atalanta a un'altra stagione da big. Ha rifiutato la corte della Lazio, ha deciso di mettere radici a Bergamo, dove sta aprendo Perform, una club dedicato al benessere e allo sport. A progettare l'impianto ci pensa Linda, nomen omen, la moglie di Gomez e madre di Costantina e Bautista, che è architetto ed è artefice delle originali fasce da capitano esibite in questa stagione dall'argentino.

Moglie che il Papu coinvolge pure sui socials: tra i più divertenti c'è quello dello scorso 14 febbraio. «Amore hai organizzato qualcosa per S.Valentino?» domandava Linda. E il Papu sorridendo: «Ti piace Parigi? E Barcellona? Beh allora rimaniamo a casa per la Champions League». Quella fu la serata del 4-0 del Psg sul Barcellona di Messi, che il Papu ha ritrovato in Nazionale dopo lo straordinario cammino con l'Atalanta.

La Fifa avrà pure detto no al Papu in maglia azzurra, ma gli italiani lo adorano e lo celebrano come un loro beniamino. Ballando e cantando sulle note di Toda la banda, todo el estadio y todo el mundo baila como el Papu.

Commenti

alfiuccio78

Gio, 13/07/2017 - 11:32

Già ai tempi del Catania era un campione, dentro e fuori il campo