Ibrahimovic: "Non vado al Milan". Ancelotti lo vuole al Bayern Monaco

Ibrahimovic chiude ad un suo ritorno al Milan ma non svela dove giocherà nella prossima stagione. Ora spunta anche il Bayern Monaco di Ancelotti che vuole portare in Bundesliga il fuoriclasse svedese

Zlatan Ibrahimovic ha steccato con la sua Svezia, all'esordio di Euro 2016, contro l'Irlanda di O'Neill. Ibra e compagni non sono riusciti ad andare oltre l'1-1 contro la nazionale irlandese che, per diversi tratti della partita, ha dominato la nazionale del commissario tecnico Erik Hamren. Venerdì 17 giugno, alle ore 15, la Svezia se la dovrà vedere contro l'Italia di Antonio Conte che ha sconfitto con un secco 2-0 il favorito Belgio di Marc Wilmots. Il classe 81 non ha ancora annunciato dove giocherà nella prossima stagione anche se il Manchester United di José Mourinho sembra la destinazione più probabile: fino a quando non ci sarà l'ufficialità, però, ci si può attendere di tutto dall'accoppiata Ibra-Raiola.

Il fuoriclasse di Malmo, intervistato da Walter Veltroni per GQ Italia, ha però chiuso la porta in faccia al Milan ed ha parlato del suo "nemico" Pep Guardiola: "Milan? Dico due cose, forse contraddittorie. La prima è che non si sa mai. La seconda è che non si torna mai dove si è fatta la storia.Considero l'Italia la mia seconda casa e il calcio italiano il più bello del mondo: c'è una passione infinita, calda, totale. Qualcosa che assomiglia al mio modo di intendere lo sport. E forse anche la vita. Sono amico di tutti, mi sono lasciato male solo con Guardiola. Smetterò solo quando non mi divertirò più: adesso ho ancora voglia di imparare. Ciò che faccio non è per il denaro. Ho tutto, voglio vedere se sono ancora capace di vincere. Io non accetto di perdere, non lo accetto proprio. L'ho imparato dalla vita. Per me contano la grinta e l'aggressività, la determinazione e la concentrazione sui propri obiettivi. Io ho la missione di vincere".

Dalla Germania, e più precisamente dalla Bild, arriva la notizia che Ibrahimovic e Carlo Ancelotti avrebbero avuto un incontro segreto. I due hanno già lavorato insieme al Psg e ci potrebbe essere il ricongiungimento a Monaco di Baviera. L'ex tecnico del Milan, infatti, vorrebbe l'ex Barcellona per rinforzare l'attacco. Le prossime settimane saranno decisive per capire dove andrà a giocare il fuoriclasse svedese.