Pioli amaro: "Certe partite bisogna vincerle sempre e comunque"

Stefano Pioli si aspettava di festeggiare diversamente il suo primo compleanno sulla panchina del Milan: "Il regalo più bello me l'aspettavo dalla partita, ma lo spirito e l'interpretazione ci sono stati, questa è la cosa importante"

Stefano Pioli si aspettava di certo un compleanno più dolce alla sua prima panchina con il Milan ma invece ha dovuto masticare amaro al 92'. Calderoni, infatti, ha sorpreso Donnarumma con un grande tiro dalla distanza permettendo così al Lecce di fissare il risultato finale sul 2-2 e di uscire da San Siro con un punto prezioso. Eppure i rossoneri hanno fatto già intravedere cose interessanti soprattutto nel primo tempo chiuso sul punteggio di 1-0 grazie al gol del criticato e fischiato Hakan Calhanoglu.

Pioli è arrivato al Milan da pochi giorni e deve ancora entrare nella testa dei giocatori anche se la strada intrapresa sembra quella giusta: il quarto posto, e la Champions League, ora dista 6 punti ma nell'era moderna, con i tre punti a disposizione e con trenta gare da giocare pensare di poter raggiungere il quarto posto non è affatto un'utopia. Il tecnico rossonero al termine del match contro il Lecce ha analizzato in maniera lucida quanto successo in campo: "Posso solo dire che è un vero peccato, volevamo la vittoria, non l'abbiamo ottenuta per demeriti nostri. Lo spirito, la generosità sono stati di buon livello, bisognava chiudere la partita perché poi possono succedere cose come quella del finale".

Pioli ha voglia di riportare in alto il Milan ma non ha cercato alibi per giustificare il pareggio casalingo contro la squadra di Fabio Liverani: "Aspettavo con curiosità questa partita, c'è tanto di positivo ma una squadra come il Milan certe partite le può portare a casa. Un pallone quando si soffre si può anche buttare invece di tenerlo. Ma la squadra ha fatto di tutto per vincere la partita. Questa è una gara che ci servirà tantissimo, bisogna capire come migliorare queste situazioni. Il mio compleanno? Il regalo più bello me l'aspettavo dalla partita, ma lo spirito e l'interpretazione ci sono stati, questa è la cosa importante. Ripeto, questa gara ci aiuterà per capire i nostri errori".

Segui già la pagina di sport de ilGiornale.it?