Cerciello, Brugiatelli: "Non sono né pusher né informatore"

Parla l'uomo che la notte del 26 luglio ha denunciato il furto del proprio borsello l 112, facendo scattare l’operazione in cui è morto il carabiniere Mario Cerciello Rega, del quale dice: "Valoroso, gli devo la vita"

"Desidero chiarire che non sono un intermediario di pusher né, tanto meno, un informatore delle forze dell'ordine". Lo afferma, attraverso il suo avvocato Sergio Brugiatelli, l'uomo che ha avvisato i carabinieri nella tra il 25 e il 26 luglio per denunciare di aver subito il furto dello zaino da parte dei due americani Finnegan Lee Elder e Christian Gabriel Natale Hjorth, accusati dell'omicidio del vicebrigadiere Mario Cerciello Rega, ammazzato brutalmente con undici coltellate.

Nella nota diffusa dal suo legale, chiarisce la sua posiziione: "Se dopo il furto subìto ho chiamato il 112, senza aspettare l'indomani per sporgere denuncia, come mi era stato in un primo momento consigliato dai carabinieri, è stato perché ho avuto paura. Quando ho chiamato il mio numero di cellulare, chi ha risposto non ha solo preteso denaro e droga per riconsegnare le mie cose. Mi hanno minacciato, dicendo che sapevano dove abitavo e sarebbero venuti a cercarmi. Nel borsello rubato, oltre al documento d'identità, c'erano anche le chiavi della casa dove vivo con mio padre, che è molto malato, mia sorella e mio nipote".

Brugiatelli, dunque, conclude spiegando il perché della sua condotta e ricordando il militare caduto in servizio: "Ho avuto paura che potessero far del male a me e soprattutto a loro, e per questo ho chiesto aiuto al 112. Le stesse minacce che avevano rivolto a me, sono state ripetute poco dopo, quando, con il telefono in viva voce, ho richiamato di fronte ai carabinieri il mio numero di cellulare. Il resto è storia nota, alla quale non voglio aggiungere altro, a parte tutto il mio dolore e rispetto, per la vita di un giovane eroe finita troppo presto".

Commenti

lorenzovan

Mer, 31/07/2019 - 16:13

va beh...sei un "facilitatore"..va bene cosi' ????

Ritratto di LEGIONECRISTIANA

LEGIONECRISTIANA

Mer, 31/07/2019 - 17:47

Giovane eroe? Che eroismo ci sarebbe a scordarsi la pistola?

Ritratto di wilegio

wilegio

Mer, 31/07/2019 - 18:11

Questo fra un po' lo fanno santo...

nunavut

Mer, 31/07/2019 - 18:20

Questo Brugiatelli é un bilingue esperto sapendo comprendere le varie proposte dei due americani.Sinceramente sotto gatta ci cova.@ LEGIONE CRISTIANA,CI SONO DEI PADRI E DELLE MADRI CHE PER LA FRETTA oppure per non avere l''abitudine del quotidiano, DIMENTICANO DEI NEONATI E DEI FANCIULLI IN MACCHINA E CHE POI LI RITROVANO MORTI, su dai sii comprensivo chi non sbaglia mai si trova un paio di metri sotto terra.

GIANBA-IT

Mer, 31/07/2019 - 18:58

con o senza pistola è la stessa cosa NON la possono MAI usare

Blueray

Mer, 31/07/2019 - 20:22

Figura molto ambigua. Ora, con l'avvocato, si trasforma in un santarellino. Non sarà pusher nè informatore, ma intermediario, sennò perchè gli chiederebbero droga in cambio dello zainetto rubato?