Prato, detenuto aggredisce agenti: quattro feriti, uno grave

All'uomo, un sudamericano, non era stato consentito l'accesso alla funzione religiosa per le incompatibilità esistenti con altri reclusi

Ha aggredito con una lametta quattro agenti della polizia penitenziaria in servizio nel carcere di Prato ferendone in maniera grave uno alla gola. È successo questa mattina nella Casa Circondariale di Prato.

L'aggressione

Un detenuto sudamericano ha aggredito violentemente e a più riprese quattro agenti della polizia dopo che non era stato consentito l'accesso alla funzione religiosa per le incompatibilità esistenti con altri reclusi. Secondo quanto denunciato dal sindacato autonomo di polizia Osapp, la sera precedente si erano verificati scontri tra gruppi rivali all'interno del carcere. In particolare, il detenuto già in passato era stato protagonista di violenze tanto da avere subito vari spostamenti in altri istituti di pena.

Il poliziotto colpito alla gola risulta grave, ma non sarebbe in pericolo di vita ed è attualmente ricoverato in ospedale.

Le reazioni

"Si tratta dell'ennesimo episodio in cui i poliziotti penitenziari devono affrontare del tutto a mani nude i soggetti più violenti che spesso la società esclude dalla civile convivenza proprio in ragione della particolare efferatezza delle loro azioni", ha dichiarato il segretario generale dell'Osapp, Leo Beneduci. "Purtroppo, mentre i Poliziotti Penitenziari non possono utilizzare nessun strumento a propria difesa i detenuti hanno spesso a disposizione un vero e proprio arsenale costituito da strumenti quali spranghe, lamette, fornellini, coperchi di scatolette e carrelli".

Commenti

Gianni11

Dom, 02/09/2018 - 14:11

Solo in Italia, grazie ai sinistroidi bacati mentali, i Poliziotti Penitenziari non sono armati. Bisogna cambiare tutto, e mettere nel water tutte le leggi fatte dalla sinistra.

stefi84

Dom, 02/09/2018 - 15:16

Comunque aveva diritto ad assistere alla funzione religiosa, certi diritti non si negano. Semmai la seguiva a parte o se proprio ammanettato.

Ritratto di RedNet

RedNet

Dom, 02/09/2018 - 15:30

(Poliziotti Penitenziari non possono utilizzare nessun strumento a propria difesa.) Forse i politici e PM non sanno che in prigione serve avere qualche arma specialmente la forza del ordine per diffendersi. Ma loro pensano che lo fanno via parole la diffesa contro i criminali, come nei parlamenti. Allora dico hai Poliziotti forse e' meglio stare dalla perte dei criminali almemo di lasciano libero.

killkoms

Dom, 02/09/2018 - 16:30

e poi,secondo un "paladino dei diritti" emiliano,nelle nostre carceri i detenuti sarebbero "maltrattati"!

Much63

Dom, 02/09/2018 - 17:21

Stefi84, non so se lei parla seriamente, a parte che tagliare la gola non mi sembra una reazione appropriata per non aver assistito a una messa, ma lei ha una pallida idea di come funziona un carcere o parla a vanvera? Ma ha letto l'articolo? Per scongiurare risse non era sufficiente ammanettare solo lui ma tutti i reclusi coinvolti, di solito le risse non le si fa da soli.

Ritratto di hernando45

hernando45

Dom, 02/09/2018 - 17:39

RIPROVOOO!!! Qui bisogna iniziare a sperimentare il TASER Comandante,nelle carceri!!!! AMEN.

Romalupacchiotto

Dom, 02/09/2018 - 19:09

Polizia americana, come ti permetti di alzare le mani a un poliziotto, sei già KO .

Ritratto di do-ut-des

do-ut-des

Dom, 02/09/2018 - 19:10

E' una vita difficile quello delle guardie carcerarie specialmente gli ultimi anni.

Ritratto di hardcock

hardcock

Dom, 02/09/2018 - 19:34

Una volta anche nelle camere di punizione militari si toglievano, ai puniti, cintura e lacci delle scarpe. Ora i delinquenti hanno lamette, spranghe etc. A quando pistole e mitra?????? Mao Li Ce Linyi Shandong China

Teobaldo

Dom, 02/09/2018 - 19:39

..ma qualcuno si ricorda come trattavano i manifestanti in piazza negli anni successivi al '68? Pestaggi in questura (già, la Diaz..) candelotti ad altezza d'uomo, e prima? Avola...Modena...Reggio Emilia... ma che succede i ministri dell'Interno sono diventati tutti buoni? Basterebbe che ora venisse usato un decimo della violenza usata dallo stato in quei tempi...

Alessio2012

Dom, 02/09/2018 - 20:22

INUTILE LAMENTARSI DEI SINISTRI. LA VERITA' E' CHE IN ITALIA PROPRIO I CARABINIERI SONO LA MANO ARMATA DELLA SINISTRA.

19gig50

Dom, 02/09/2018 - 20:24

Ammazzateli per fare spazio nelle carceri. Questi balordi non sono esseri umani e non meritano di vivere.

Ritratto di bonoitalianoma

bonoitalianoma

Dom, 02/09/2018 - 20:24

Da quando fanno il giuramento gli allievi guardie penitenziarie passano da liberi cittadini a galeotti del sistema in auge a meno che non lo si cambi mandando al macero, eufemismo, quella montagna di Leggi che devastano il regolare svolgimento della vita civile e reimpostando la legislazione sul metodo pragmatico e coerente con la Costituzione in linea di massima.

Giorgio5819

Dom, 02/09/2018 - 20:32

Fuoco ! Sparare !!