Tunisia, a decine protestano contro la nave anti-Ong

A decine protestano nel porto di Zarzis (in Tunisia) contro la C-Star, la nave di Defend Euope e Generazione identitaria che pattuglia il Mediterraneo per fermare le Ong

In Tunisia la nave anti Ong non è ben vista. Come non lo era a Catania, a Suez, a Cipro e in Grecia. Nei giorni scorsi la C-Star di Generazione Identitaria era stata costretta a fermarsi al largo di Creta senza poter entrare in porto, dopo che le autorità locali avevano negato il diritto all'attracco. Tanto che i militanti erano dovuti salire a bordo affittando una piccola imbarcazione per raggiungere il natante di 40 metri che li attendeva al largo. E oggi alcune persone si sono radunate al porto di Zarsis, in Tunisia, per protestare a loro volta contro l'arrivo in Africa della C Star.

La nave anti Ong sta trovando più difficoltà ad entrare nei porti delle imbarcazioni cariche di clandestini. Paradosso di un'Europa e di una politica internazionale che combattono chi si oppone alle azioni illegali del traffico di esseri umani.

Proveniente dalle vicine coste libiche, la nave C-Star era arrivata al porto della città meridionale di Zarzis dove sindacalisti, militanti, pescatori e lavoratori portuali si erano mobilitati per impedirne l'entrata nel porto. Secondo il leader del Forum Tunisino per i Diritti Economici e Sociali Romdhane Ben Amor, quando hanno avvertito la mobilitazione a terra, gli uomini a bordo della C-Star si sono allontanati dal porto, probabilmente con l'intenzione di attraccare all'isola turistica di Gerba o nella città industriale di Sfax. Qualcosa di simile era successo a Catania, dove la Rete Antirazzista si era organizzata per impedire l'ingresso in porto degli Identitaria ma poi è stata beffata dalla scelta di Defend Europe di fare rotta su Creta.

Intanto sul profilo Facebook i militanti di Generazione Identitaria fanno sapere di "desiderare per l'Europa una politica in stile "NO WAY" australiano": "Fin dal 2013 - spiegano - l'Australia ha implementato una chiara e rigida politica in tema d'immigrazione. Le imbarcazioni che trasportano i clandestini vengono sistematicamente intercettate, e i loro occupanti vengono dirottati verso la Papua Nuova Guinea, o verso le altre isole circostanti, dove sono liberi di fare richiesta d'asilo. Le imbarcazioni dei trafficanti vengono distrutte, e i loro proprietari perseguiti legalmente. Si attuano estese campagne informative in più lingue, per avvertire i potenziali "migranti" che qualsiasi tentativo non avrà possibilità di successo. Grazie a questa politica, non vi sono più né morti in mare né immigrazione illegale".

Commenti

Celcap

Dom, 06/08/2017 - 21:12

Il fatto che la nave non sia ben vista un po' dovunque significa solo che rompe le palle a qudlcuno che potrebbero essere i soliti buonisti che fanno affari con i trafficanti e con i clandestini. Per cui va bene così, andate avanti senza curarvi di loro.

Ritratto di corvo rosso

corvo rosso

Dom, 06/08/2017 - 21:30

I Tunisini hanno paura che li portino da loro, allora protestano.

clod46

Dom, 06/08/2017 - 22:24

Ed è quello che con il nuovo governo faremo anche noi, non credo che la maggioranza degli italiani vaglia dare ancora fiducia a questi signori che hanno permesso e continuano a permettere l'invasione dell'Italia da parte di africani che non scappano da nessuna guerra.

Demy

Dom, 06/08/2017 - 22:27

I soldi di Soros & company incominciano a fare effetto!!!

finedelmondo

Dom, 06/08/2017 - 22:28

quindi si può negare l'attracco senza motivo.

asalvadore@gmail.com

Lun, 07/08/2017 - 01:00

Le ONG che aiutano la immigrazione clandestina sono finanziate con denaro che dovrebbe essere speso meglio per aiutare i nostri disoccupati ed i nostri piú deboli. Se sono ONG straniere é troppo facile portare gli immigrati nel nostro paese, se li portino nel loro. Purtropp abbiamo una UE che detta bacchetta in base a concetti di ideologia e non di realtá. Se non fermiamo questo flusso tutta l'Africa si svuoterá in Italia. Bel futuro ci aspetta. Il diritto di asilo non wsiste a priori, esiste un asilo politico che non é automatico che fu sempre una concessione che si dava nel passato, per esempio in Inghilterra e Francia e in Svizzera nel ottocento e novecento, quando i numeri erano molto piú modesti. La politica australiana é legittima difesa dsll'inbasione di milioni di asiatici.

Ritratto di Memphis35

Memphis35

Lun, 07/08/2017 - 07:56

"....una politica in stile "NO WAY" australiano." Già, ma in Australia non hanno, come ministro, il Dr. Delirio...

Ritratto di rapax

rapax

Lun, 07/08/2017 - 08:11

al maghreb va dato un altola a costo di embarghi e blocchi duri l'africa va fermata punto si comportassero da CIVILI. chi non collabora lo si blocchi e fermi punto

Demy

Lun, 07/08/2017 - 09:01

La Tunisia gode di vantaggi economici maggiori rispetto ai vari paesi UE, e questo è il ringraziamento. Blocco delle importazioni di agrumi, ortaggi, pesce, olio............che danneggiano le nostra imprese.

Aleramo

Lun, 07/08/2017 - 09:22

E' in atto una guerra fra barbari che vogliono invadere l'Europa ed Europei che vogliono resistere all'invasione. Ammiro i giovani di Generazione Identitaria che non hanno paura di combatterla dalla parte giusta.

celuk

Lun, 07/08/2017 - 09:36

a decine? e questa notizia merita tutto questo titolone?

giovanni PERINCIOLO

Lun, 07/08/2017 - 09:40

...Si attuano estese campagne informative in più lingue, per avvertire i potenziali "migranti" che qualsiasi tentativo non avrà possibilità di successo. Grazie a questa politica, non vi sono più né morti in mare né immigrazione illegale"... Vero e provato, ma se si evitano i morti in mare si toglie al pampero e soci una importante leva pubblicitaria che serve egregiamente gli interessi non solo della cei ma anche quelli delle "generose" coop e di quant'altri siedono alla bella greppia del buonismo peloso! Senza morti in mlare come avrebbe fatto il pampero a giustificare la comparsata a Lampedusa?? pensateci!

Cheyenne

Lun, 07/08/2017 - 09:48

I PATRIOTI NON SONO MAI BEN VISTI DAI DELINQUENTI

donald2017

Lun, 07/08/2017 - 09:52

Solo gli imbecilli sinistrati sono favorevoli alle ONG

ted

Lun, 07/08/2017 - 10:22

E ti credo che non è ben vista! Và a rompere le uova nel paniere agli scafisti, ong, coop e via discorrendo !!In quanto alle "proteste" in Tunisia .....beh in Italia si fanno muovere decine di migliaia di pensionati "sindacalizzati" per qualche euro , in Tunisia ci vorrà qualche cent fìdi Euro.... Hanno tutti contro , ognuno per il proprio interesse. Per quanto mi riguarda sono degli eroi!!! Amen.

giovanni951

Lun, 07/08/2017 - 10:28

se dá fastidio vuol dire che sta operando bene rompendo le scatole a chi, evidentemente, ci guadagna.

jacaree1

Lun, 07/08/2017 - 10:36

"...a decine protestano contro la nave anti-Ong..." ci sarebbe stato da sorprendersi del contrario business is business dopotutto

paco51

Lun, 07/08/2017 - 10:39

tanto prima o poi sarà una guerra aperta tra i patrioti e i trafficanti di uomini! SE c'è la fatta qualcuno allora ad andare al governo oggi si può fare meglio! Anche perché la situazione è molto più grave!

Ritratto di nando49

nando49

Lun, 07/08/2017 - 12:43

Ma per quale motivo le proteste vengono dalla Tunisia? Lì non c'è guerra, stanno relativamente bene, la UE aiuta con importazione di ortaggi, pesce,e olio. Anzi i cittadini tunisini che sono sbarcati clandestinamente dovrebbero essere rimpatriati.

Dolcevita1960

Lun, 07/08/2017 - 13:23

I Tunisini riprendano tutti i loro che sono in Europa...qualche anno fà avevo pensato trasferirmi a Tunisi... Bisogna essere incensurato avere come nimimo 1500 euros mensili per vivere e on vi dico tutte le carte da fare... Non si puo' portare i propri effetti personali sprattutto mobile se no' si é tassti al 200% del valore nuovo.... non si deve prlare né di politica né di religione...e vestirsi decentemente non scollati o altro....Insomma ho rinunciato amici Tunisini d'accordo con me, mi hanno detto di non andarci...per ogni cosa pagare e salato..... anche per avere documenti gratis...se no' NIENTE ! NADA....dunque.....i Tunisini si occupino dei c...i loro e basta!

Malacappa

Lun, 07/08/2017 - 13:49

I tunisini protestano,me ne frego.