La nuova Guerra fredda che penalizza tutta l'Eurasia

La denuncia del Forum eurasiatico: le sanzioni alla Russia hanno congelato 32 miliardi di euro per le imprese italiane

“A causa delle sanzioni alla Russia, sono attualmente congelati 32 miliardi di euro per le imprese italiane”; è la spaventosa cifra che emerge dal V Forum Eurasiatico che si sta svolgendo a Verona.

A denunciare l’incredibile danno che si sta producendo all’economia italiana, è Antonio Fallico presidente di Banca Intesa Russia e di Conoscere Eurasia il think tank che ha promosso l’evento insieme alla Fondazione Rosscongress.

Davanti ad una platea di oltre 600 aziende provenienti da 10 paesi, si sono alternate personalità politiche e manager a rappresentare oltre il 90% dell’interscambio complessivo con Mosca.

L’obiettivo è fotografare lo stato dei rapporti tra l’Italia e i paesi dell’Unione Economica Eurasiatica (Russia, Bielorussia, Kazakistan, Armenia, Kirghizistan).

Quei 32 miliardi rappresentano contratti già firmati da partner russi ed eurasiatici che il governo italiano tiene bloccati. La nuova Guerra Fredda che l’Occidente sta scatenando con la Russia produce una quantità di effetti ancora non del tutto quantificabili in termini economici; eppure, ha continuato Fallico, “nonostante la congiuntura geopolitica, l’area eurasiatica è più strategica che mai per l’industria e le Pmi italiane”.

D’altro canto i segnali macroeconomici sono diversificati: se si allarga lo sguardo ai rapporti Eurasia-Ue, il “buco commerciale” è impressionante: -50% dal 2013, a fronte di un costante aumento degli scambi tra Mosca e Pechino saliti di quasi il 10%.

Se si focalizza il problema sull’Italia, secondo uno studio Banca Intesa/Conoscere Eurasia presentato al Forum, nel 2016 le esportazioni italiane verso la Russia hanno continuato a calare anche se in maniera meno vertiginosa rispetto al passato.

Più in generale, i flussi commerciali italiani con l’Eurasia rappresentano il 3,2% (erano il 4,1% nel 2014); eccezion fatta verso il Kazakistan, l’export italiano registra dovunque un segno negativo.

Eppure Italia e Russia sono paesi “economicamente complementari”. Per la natura dei propri modelli produttivi, le due economie si integrano perfettamente. La Russia è il principale fornitore al mondo di energia (il secondo per petrolio ed il primo per gas). L’Italia, carente nelle materie prime, ha un ampio e diversificato settore manifatturiero, agroalimentare e industriale (meccanica ed alta tecnologia).La Russia sta investendo intensamente sull’innovazione (negli ultimi 10 anni sono sorti oltre 120 parchi tecnologici e industriali) e questo è un elemento di forte attrazione per le imprese italiane.

Insomma, quello che emerge dal Forum di Verona è che l’Eurasia non è un’invenzione intellettuale di qualche giocatore di Risiko, ma un vero e proprio spazio di scambio economico e commerciale, naturale sbocco di popoli e nazioni legate da profonde radici culturali; nazioni che dovrebbero impegnarsi a collaborare e non a farsi coinvolgere in guerre (per ora) economiche volute da altri.

@GiampaoloRossi

Commenti

chebarba

Ven, 21/10/2016 - 10:06

e noi non siamo capaci di difendere i nostri interessi in europa... la russia è un paese europeno, anche se non dell'unione, importantissimo, e noi ci facciamo schiacciare dalla francia e dalla Germania, il pericolo non viene da est, anzi sono l'unico nostro baluardo, che mettessero sanzioni al nord africa e la medio oriente...

Ritratto di italiota

italiota

Ven, 21/10/2016 - 10:07

quando Renzi e i suoi cortigiani è andato a fare la sfilata delle belle statuite a casa di Obama, gli ha fatto presente di questi problemi ?

DIAPASON

Ven, 21/10/2016 - 10:20

La politica economica europea deve essere subalterna a quella dei potentati americani che tentano inutilmente di piegare Putin e la Russia per impossessarsi delle immense ricchezze e controllare completamente l'economia mondiale,altro che principi democratici e umani da far credere agli sciocchi.

Tobi

Ven, 21/10/2016 - 10:39

lo si dica chiaramente che la scellerata amministrazione Obama per la sua fissazione di dover boicottare gli interessi della Russia, forza l'Europa a rovinarsi economicamente e socialmente.

Efesto

Ven, 21/10/2016 - 10:43

In cosa consiste l'obbligo di sanzioni verso la Russia? Forse se non viene praticato l'allineamento viene sanzionata anche l'Italia? Ma se questo è il gioco dichiariamo apertamente di essere sudditi di qualcuno o qualcosa. Il popolo italiano deve sapere e con chiarezza deve essere informato. Il governo agisca di conseguenza e secondo l'interesse vero dell'Italia.

giovanni951

Ven, 21/10/2016 - 10:55

bisognerebbe mandare al diavolo gli americani ma con un premier come questo (un misero subalterno) non sarà mai possibile.

Ritratto di 02121940

02121940

Ven, 21/10/2016 - 11:02

Chiaro che finché rimarremo nelle mani di un incompetente come Renzi (del quale ride l'Europa intera) prenderemo solo fregature ed insulti. Via dall'euro e se necessario via dalla UE. Ripartiremo da zero, ma abbassando le tasse e con una liretta svalutata faremo ingoiare il rospo a tutti. Naturalmente prima occorre rottamare chi sta al timone.

lucaberardi

Ven, 21/10/2016 - 11:27

Che distratto Rossi:non è a causa delle sanzioni "alla Russia",ma a causa delle sanzioni "DELLA Russia". Sarebbe il caso che Rossi ricordasse che dopo l'invasione della Crimea e la sua annessione alla Russia con un referendum farsa (a regolare le operazioni di voto erano solo militari russi e Putin ha vietato l'ingresso in Crimea agli osservatori internazionali che volevano controllare la regolarità del voto), gli USA e la UE hanno applicato sanzioni ai soli settori sensibili(quello bellico e quello informatico relativo)e ai soli singoli imprenditori e finanzieri russi che hanno depredato i beni ucraini in Crimea e che invece la Russia ha applicato l'embargo ad interi settori dell'economia europea ed italiana compreso quello alimentare cosa che viceversa non è stata assolutamente fatta

Ritratto di il navigante

il navigante

Ven, 21/10/2016 - 11:34

Una penosa conferma che siamo governati da pusillanimi, gente meschina, privi di volontà e di forza d'animo, senza attributi virili, in quanto se li sono tagliati e li hanno consegnati agli USA. TRADITORI DELLA PATRIA!

VittorioMar

Ven, 21/10/2016 - 11:41

...le Sanzioni sono scelte "TAFAZZIANE" contro noi stessi!!....quello se ne frega,ha altri mercati,altri interessi!

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 21/10/2016 - 11:47

Il fallimento USA è comunque inevitabile: quanto più allontanano la Russia dall'Europa, tanto più l'avvicinano ai colossi asiatici. Cina, India e altri non si faranno giocare come degli Hollande qualunque. Affondano l'Europa? Non li salverà

hectorre

Ven, 21/10/2016 - 11:51

l'america festeggia, ha creato ad arte questa situazione inguaiando l'europa prima con la primavera araba ed ora con le tensioni nei confronti di putin....e il bimbominkia è volato dal premio nobel per la pace a zerbinarsi e per avere uno spot sul referendum.....solo i beoti sinistri non hanno acora ben chiara la situazione....se dovesse scoppiare una guerra,non nucleare ma ai confini russia/russia europa, chi ne farebbe le spese??...chi si troverebbe in ginocchio definitivamente??.....l'america di obama o noi......lascio ai sinistri che infettano queste pagine il tempo per riflettere su questo probabile futuro....

Ritratto di giorgio.peire

giorgio.peire

Ven, 21/10/2016 - 11:58

Ancora una volta dobbiamo ringraziare l'UE. Se vogliamo salvarci dobbiamo uscirne immediatamente ed abbandonare l'euro

Ritratto di thunder

thunder

Ven, 21/10/2016 - 12:00

Lucaberardi 11:27,ha ragione gli osservatori internazionali erano solo 70 il problema e'che qualcuno non ha gradito il risultato. Lei parla solo peche'indottrinato.

Ritratto di Turzo

Turzo

Ven, 21/10/2016 - 12:01

VIA DA''UE E VIA DALL'EURO! FORZA PUTIN! IO VOTO NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!

alox

Ven, 21/10/2016 - 12:06

@lucaberardi : condivido!

hectorre

Ven, 21/10/2016 - 12:08

una cosa è certa.....con obama il mondo è andato a rotoli...gli hanno conferito il nobel basandosi sul nulla, poi ci siamo trovati con il nordafrica nel caos piû totale,un'invasione di clandestini senza precedenti,la nascita dell'isis, le tensioni con la russia......incapacità di obama o un disegno ben preciso....mmaginare che sia incapacità è puerile, quindi rimane la seconda ipotesi......l'america blinda le sue frontiere,è lontanissima dall'isis,ancor di piû dalla russia... mentre noi dobbiamo subire le scelte scellerate su pressione dell'america senza battere ciglio.....lo spot referendario di obama è per avere dalla sua lo zerbino italico

linoalo1

Ven, 21/10/2016 - 12:14

Perché,Qualcuno,non si decide a dire la Verità??Ossia,di chi è la colpa di tutto ciò???La colpa è,principalmente,di NAPOLITANO!!Con il suo Colpo di Stato del 2011,ha sostituito brutalmente,Berlusconi con Monti,dando così il via alla Deriva Sinistra!!!Iniziata da Monti che,dopo le sue Malefatte,è stato sostituito dall'Incapace campanellino Letta,a sua volta,appunto per incapacità,sostituito dall'attuale Marinaio Renzi!!Se il Decrepito Napolitano,appoggiato da U.E. e da Obama,non avesse cacciato brutalmente Berlusconi,diventato,con fatica,amico di Gheddafi e di Putin,oggi,Gheddafi sarebbe ancora vivo!!Quindi:niente Immigrati,niente ISIS e forse,anche niente Siria!!!Perché?Perchè Berlusconi non avrebbe permesso la Guerra alla Libia e,tantomeno,le Sanzioni alla Russia!!!In Sintesi,questo NAPOLITANO,ha causato MILIARDI di €uro di danni,a tutta l'Europa,all'Italia in testa!!!!Non nascondetelo agli Italiani e fate in modo che tutti lo sappiano!!!

Massimo25

Ven, 21/10/2016 - 12:19

Le sanzioni DELLA russia é stato un atto giusto e dovuto. Il casino In Crimea agli occhi attuali é stata una operazione condotta da USA e alcuni paesi Europei,dati di fatto alla mano.In Crimea si é svolto un referendum tale quale quello del Kosovo niente di più. I settori che l'Europa aveva sanzionato non erano solo le persone giuridiche e aziende coinvolte per la crimea ma in primis i maggiori istituti bancari che non potevano più operare finanziariamente sui mercati europei come avevano fatto fino ad allora. La russia ha giustamente colpito i settori più sensibili dei mercati europei e ora speriamo bene che durino per anni perché stiamo vendendo impianti e macchine per l'alimentare quanti mai fino ad ora...e tecnologi italiani che producono sul posto i nostri prodotti anche meglio che in Italia..

Ritratto di Ausonio

Ausonio

Ven, 21/10/2016 - 12:23

lucaberardi.... e ci mancherebbe che la Russia non controsanzionasse... certo, voi filoamericani siete abituati a ragionare da servi

Tobi

Ven, 21/10/2016 - 12:59

Thunder ed Ausonio, il tizio anti-Russia cui rispondete è un troll.

agosvac

Ven, 21/10/2016 - 13:02

Che le sanzioni economiche contro la Russia volute solo ed esclusivamente dagli Usa che, tra l'altro, non ci perde niente ed imposte all'Ue stiano causando enormi danni, ormai si sa. Il problema è che i Governi nazionali sono schiavi dei burocrati dell'Ue che non riescono a capire l'enormità del danno. Se solo uno, dico "uno" dei Governi soggetti a questa schiavitù avesse il coraggio di dire un bel NO secco a queste cretinate, tutti gli altri lo seguirebbero a ruota. Ma ci vuole chi abbia il coraggio di iniziare a ribellarsi. L'avrebbe potuto e dovuto fare il governo italiano, ma renzi è troppo impegnato a leccare i piedi di obama per pensare al bene del suo paese.

Ritratto di aresfin

aresfin

Ven, 21/10/2016 - 13:25

Speriamo in Trump, perchè è ora di finirla e bisogna essere alleati della Grande Russia, non per isterismo solo contro. I nostri bambocci di sinistra quando capiranno? Temo forse mai.

Trifus

Ven, 21/10/2016 - 13:25

Già nel 1991 la Crimea manifestò spinte autonomiste, nel 1994 fu indetto un primo referendum per ottenere l’autonomia da Kiev. Ma queste spinte autonomiste furono di fatto annullate dalle autorità di Kiev. Io non so se il referendum del 2014 fu regolare o falsato, ci sono dei dubbi perfino nelle elezioni americane. Sta di fatto che il 57% della popolazione è di etnia Russa contro un 27% ucraino il rimanente 16% sono etnie varie. Quindi mi sembra che l’esito del referendum era comunque scontato. Se poi teniamo conto che il tenore di vita dei cittadini russi è superiore a quello degli ucraini, non vedo perché uno di etnia russa dovrebbe suicidarsi per rimanere vincolato ad una nazione più povera a cui non appartiene neanche come etnia. Inoltre l’Ucraina è insolvente con la Russia per quanto riguarda la bolletta energetica. E gli abitanti non si scalderanno certo con le bombe atomiche che schiererà la Clinton in caso della sua probabile vittoria.

stalkov

Ven, 21/10/2016 - 13:58

egregio Thunder,l'indotrinato e' lei. Ora mi dica che valore avrebbe al suo paese un referendum, dove le schede sono bianche stampate con fotocopiatrice laser, non ripiegabili su se stesse, inserite in un'urna in plexiglas trasparente, dove chiunque poteva leggere il voto, in aule dove gli scrutatori, avevano il kalasnikov sulla spalla.Il tutto organizzato in due settimane dopo l'invasione militare russa. Attendo sua risposta.

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 21/10/2016 - 15:38

Questi sono i risultati, con lo zerbino renzi (il minuscolo ci sta) che ci sgoverna!

Ritratto di tomari

tomari

Ven, 21/10/2016 - 15:39

lucaberardi 11:27-Lo hai letto sull'unita? Ciò spiega il tuo commento.

Ritratto di Leonida55

Leonida55

Ven, 21/10/2016 - 19:22

he furbi che siamo! Che governo lungimirante! Come buttare via soldi e credibilità. Ma non vi sentite incapaci, a parte il colore politico?

roberto zanella

Ven, 21/10/2016 - 20:15

Sono le Fondazioni di Soros che stanno manovrando tutto , negli Stati Uniti per far passare la linea nella Chiesa dei gay nella Chiesa , dei gender, LGBT ...in Europa per l'invasione degli immigrati ....la guerra contro Putin...

Ritratto di SantiBailor69

SantiBailor69

Ven, 21/10/2016 - 21:06

Via, via, via da questa FALSA EUROPA! Che non vuole la Russia che e' storicamente piu europea della Germaia! I coglioni tedeschi che comandano il direttorio europeo stanno distruggendo la ns. economia! Intanto, il parlamento (europeo), invece di essere strumento di democrazia dei popoli, si occupa di quanto devono essere lunghi i ravanelli!!! Che pagliacciata asservita pure al volere americano. Via, via il prima possibile!

alox

Sab, 22/10/2016 - 00:20

Per la 20tesima Volta ci riprovo: L’Italia e’ uno dei tanti Paesi che perdono soldi per il fatto che una nuova economia che si apre al mercato (Quella Russa) fa’ marcia indietro e si trasforma in tirannia...: esempio fu’ la Cuba dei Castro!

swiller

Sab, 22/10/2016 - 02:29

Purtroppo siamo governati da emeriti imbecilli che non sanno fare nulla al soldo del criminale obama e di governanti eurpei di un'arroganza e imbecillità unica.

lucaberardi

Sab, 22/10/2016 - 04:43

@Thunder Putin ha vietato agli osservatori internazionali dell'OSCE di partecipare alle operazioni di voto,quelli che lei chiama "osservatori" erano persone non certificate da alcun organo internazionale che sono andate autonomamente in Crimea senza alcuna garanzia di oggettività e autorevolezza dato che ad es dall'Italia sono andati diversi leghisti che considererebbero "normali" anche i bombardamenti russi sui civili ad Aleppo, figuriamoci "quel" referendum @Stalkov Sì,le urne erano trasparenti e quindi la segretezza del voto del cosiddetto referendum in Crimea era violata e con essa condizionata la volontà di espressione di quegli elettori che avessero voluto votare NO all'annessione russa