Salvini vuole la pace fiscale: "Chiudiamo cartelle Equitalia sotto 100mila euro"

La Guardia di Finanza pubblica i dati sui grandi evasori. E Salvini commenta: "Chiudere tutte le cartelle esattoriali di Equitalia per cifre inferiori ai 100.000 euro"

Dopo le Ong dei migranti e i rom, ora Salvini punta sulle tasse. E mentre promette che prima o poi il governo giallo-verde farà la flat tax, annuncia il desiderio di tagliare le cartelle di Equitalia inferiori a 100mila euro.

Il ministro dell'Interno si è trovato a commentare i dati resi noti in occasione del 244esimo anniversario della fondazione delle Fiamme gialle secondo cui nell'ultimo anno e mezzo la Guardia di Finanza ha ha confiscato a 1.000 "grandi fiscali beni e valori per un miliardo e 300 milioni di euro, oltre la metà dei 2 miliardi e 300 milioni di euro che mancano all'appello nelle casse dello Stato. Facendo una media, i grandi evasori hanno nascosto al fisco circa 2 milioni di euro a testa.

Insomma, non si tratta di commercianti o piccoli imprenditori il vero cancro del Belpaese. Ma "soggetti fiscalmente pericolosi i cui patrimoni sono espressione diretta di gravi reati tributari o economico-finanziari". Tradotto: significa che gli accertamenti hanno permesso di notare come tra redditi dichiarati e disponibilità economiche effettive la sproporzione fosse troppo grande.

Le Fiamme Gialle hanno registrato 3.188 i casi di società "cartiere" o "fantasma", create ad hoc per frodi all'Iva, costituzione di crediti fittizi e ottenimento di indebite compensazioni. Senza contare i che nel 2017 e nei primi cinque mesi del 2018 sono stati 2.120 i casi di evasione riscontrati nella fiscalità internazionale.

Ecco dunque spiegato l'intervento di Salvini. "12.000 evasori totali sconosciuti al fisco e grandi evasori che hanno rubato una media di 2 milioni di euro a testa - ha detto il ministro - Onore alla Guardia di finanza che li ha scovati, ora tocca al governo semplificare il sistema fiscale, ridurre le tasse e, da subito, chiudere tutte le cartelle esattoriali di Equitalia per cifre inferiori ai 100.000 euro, per liberare milioni di italiani incolpevoli ostaggi e farli tornare a lavorare, sorridere e pagare le tasse".

Immediata la reazione del Pd, che parla subito di condono. "Si spacciano per rappresentanti del cambiamento e poi Salvini propone l'ennesimo condono, in piena continuità con gli esecutivi della destra - ha attaccato Alessia Rotta, vicepresidente vicaria dei deputati del Partito Democratico - Salvini propone di chiudere subito tutte le cartelle esattoriali di Equitalia sino a 100 mila euro. E' questa la pace fiscale di cui parlava il contratto di governo? Eravamo facili profeti quando dicevamo che quelle parole non erano rivolte ai più deboli e a chi non ce la fa, ma nascondevano un altro condono diffuso. Un approccio sbagliato nel metodo, perchè gli introiti dello stato, secondo quanto rilevato dall'agenzia delle entrate, sarebbero di molto inferiori a quelli che il governo prevede di ottenere, e nel merito, perchè asseconda chi si sente più furbo degli altri".

Commenti

lorenzovan

Mer, 20/06/2018 - 13:44

ch bel titolo..punta....ma punta che ??? ha risolto il problema emigranti ?? nebbia..ha risolto il problema rom ?? nebbia...ha messo in cantiere qualche legge..leggina..qualche decreto ?? nooooooooooooooo e allora stiamo continuando a fare campagna lettorale..grazie prego abbiamo gia' dato

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Mer, 20/06/2018 - 13:47

...con buona pace di coloro che le tasse le hanno sempre pagate (e senza sorridere).

Ritratto di hernando45

hernando45

Mer, 20/06/2018 - 13:49

Renzi ha "fatto" qualcosa del genere chiamandola ROTTAMAZIONE. Ma se a farlo e Salvini, i SINISTRI lo chiamano CONDONO!!! Buenos dìas dal Nicaragua.

salvatore40

Mer, 20/06/2018 - 13:58

Ottimo ragionevole umano.

nerinaneri

Mer, 20/06/2018 - 14:13

...puoi farne uno che riguardi il futuro?...

elpaso21

Mer, 20/06/2018 - 14:14

Ma basta andare avanti solo a proclami: invece di ""Chiudiamo cartelle Equitalia" -->> "Abbiamo chiuso cartelle Equitalia".

elpaso21

Mer, 20/06/2018 - 14:14

Sempre tutto al futuro.

acam

Mer, 20/06/2018 - 14:37

100000 e più voiti?

Ritratto di MaddyOk

MaddyOk

Mer, 20/06/2018 - 14:41

Personalmente non mi interessa ma TUTTO quello che decide Salvini lo condivido.

mifra77

Mer, 20/06/2018 - 14:52

Forza Salvini, ripartire deve essere imperativo categorico! Fisco equo e giusto e chi viene pescato a frodare, ha finito di campare. I nostri figli devono trovare lavoro e serenità. Ladri e truffatori se e quando pescati, devono essere confiscati a nudo, dieci ore di lavoro al giorno ed a stipendio da fame.Un truffatore sotto stretto controllo, se persiste, deve sapere che qualsiasi somma o valore venga riconosciuto proveniente da truffa, scatta la confisca senza appello.

TitoPullo

Mer, 20/06/2018 - 14:54

Signori...è da mo' che lo dice....da saecula, saeculorum !!

Ritratto di -Alsikar-

-Alsikar-

Mer, 20/06/2018 - 14:58

Molti progressisti saranno contenti: infatti le statistiche dicono che i migliori (o peggiori)evasori fiscali si rilevano proprio tra i progressisti. Costoro hanno nel sangue l'insana voglia matta di disobbedire sempre e in qualsiasi modo all'autorità costituita. Detestano il 'potere' perché è da loro visto come qualcosa che opprime l'inviolabile libertà dell'individuo. Per questi fomentatori del Chaos i capricci dell'individuo vengono sempre prima degl'interessi e della sicurezza della società nel suo insieme.

i-taglianibravagente

Mer, 20/06/2018 - 15:32

Salvini, siamo tutti (o quasi ) con te. Ma vediamo di accompagnare sempre i proclami ai fatti.

poveriitaliani

Mer, 20/06/2018 - 16:03

Forse non sapete che per le imprese e gli artigiani adesso come adesso non possono lavorare se non presentano il DURC . Se io non sono a posto con i contributi imps o o cartelle equitalia non posso lavorare, considerando la mancanza di lavoro facile che sia così. Salvini vuole solo farci tornare a lavorare. Parlo di artigian e piccole imprese non di SPA che non hanno queste limitazioni: grazie alla sinistra

gedeone@libero.it

Mer, 20/06/2018 - 17:00

Se un piccolo imprenditore, artigiano commerciante e piccolo professionista ha fatto regolare dichiarazione dei redditi e non ha potuto pagare perché ha dovuto scegliere tra dare da mangiare a se stesso, ai figli e famiglia e pagare le tasse, allora non è un evasore ed è giusto dargli una via di uscita e non essere ed essere considerato un appestato come in effetti è attualmente. Questa gente in effetti vive in una specie di limbo dive non possono esercitare una attività, non essere titolari di conti bancari ecc... e sono milioni. Se potessero rimettersi in carreggiata sarebbe un bene per loro ma anche per l'Italia intera.

baio57

Mer, 20/06/2018 - 17:19

@ gedeone - Hai dimenticato "..dare da mangiare ai dipendenti..." Ma stai tranquillo ,il trinariciume marcio imbottito di brodo ideologico non lo capisce ....

Massimo Bernieri

Mer, 20/06/2018 - 17:42

Come al solito,chi ha sempre pagato è un fesso.Poi ci saranno casi di chi non ha potuto pagare perché quelli a cui ha venduto,non l'hanno pagato,si è ammalato e ha dovuto cessare l'attività ma molti,ci hanno marciato"intanto non pago poi se prendono..."

Totonno58

Mer, 20/06/2018 - 18:51

Continuo a credere che siamo di fronte ad un grande bluff e che basterà lasciarlo parlare ancora per qualche mese al massimo dopodichè nessuno si ricorderà più di lui.

Nero81

Mer, 20/06/2018 - 18:53

@ mifra77: truffatori e delinquenti sono proprio quelli che utilizzeranno questo condono (che è un condono esattamente come quelli di Renzie) - ovvero regalo per chi fa concorrenza sleale agli onesti @ gedeone@libero.it: se un'impresa fa dichiarazione dei redditi, ed esce che ha prodotto un utile vuol dire che ha la possibilità di pagare le tasse. Se un'impresa è in perdita invece nella dichiarazione dei redditi nulla è dovuto. Tutto il resto sono chiacchiere ignoranti. Paghino le tasse come le pago io che sono un dipendente ed arricchisco ogni giorno il mio datore di lavoro (che peraltro le tasse le paga)!

Ritratto di cape code

cape code

Mer, 20/06/2018 - 19:46

Dreamer-66 a parte che agli evasori le cartelle di equitalia non arrivano, ma tu pensi veramente che chi da anni e' tartassato dal fisco e' solo perche' non pagava e non perche' magari la crisi l'ha messo in ginocchio e poi le cose si sono accavallate?? Voi sinistrioti siete cosi' lontani dalla gente che non capite neanche il minimo indispensabile. Meglio cosi', la lega vincera' per i prossimi 50 anni.

porcorosso

Mer, 20/06/2018 - 20:15

Suona un po' come una presa in giro per quelli che hanno pagato... allora avevano ragione gli altri. Comunque se si è in regola e se il sistema fiscale "funziona come si deve" non c'è niente da temere, anche con i controlli.

rise

Mer, 20/06/2018 - 20:43

La saccentona "signorina" Rotta, pardon "onorevole", dovrebbe tradurci dall' inglese le parole "voluntary disclosure" proferite e messe in atto dal Governo Padoan Gentiloni, che hanno fruttato 4,1 mld a fronte dei 61 mld previsti dall' uomo di Rignano. Forse l' onorevole era contrario nel suo partito o era impegnata a puntualizzare in televisione con l' on. Salvini circa i suoi titoli.

rise

Mer, 20/06/2018 - 20:48

La semplificazione è un obbligo morale, come pagare le tasse in maniera equa. La tassazione dovrebbe essere in trasparenza (a persona, i pagamenti solo con carte riferite a soggetti giuridici o fisici, con tracciabilità come per gli scontrini rilasciati dai farmacisti, lasciando il contante solo alle attività marginali. Risparmio assicurato sugli stipendi pubblici, emersione di tutto il nero, giustizia fiscale, abolizione di studi di settore e pastoie che ingrassano studi fiscali e caf. Purtroppo troppi interessi in fumo! Altro che fisco 4.0.

Paparella48

Mer, 20/06/2018 - 21:50

Nel 2013 è 2014 Sono entrato in un fallimento di SPA, la mia denuncia di redditi pari a 28000€, creditore dalla spa di 12400€. Non ho potuto pagare . Oggi pensionato dal 2015 con 668€ mensili ho fatto una rateizzazione di 72 mesi a 135 € mensili. Forse andrò a mangiare alla caritas

Ritratto di babbeipersempre

babbeipersempre

Mer, 20/06/2018 - 22:43

Herny quindi questo governo punta a fare le stesse cose che ha fatto renzi, condoni e censimenti compreai? Complimenti. Bella storia.

moichiodi

Gio, 21/06/2018 - 00:01

Chiudiamo. In che modo? A proposito quando chiudiamo con i crediti dovuti dalla pubblica amministrazione? Come sa di sale governare....e se la prende con i deboli migranti e rom che non spostano nulla della situazione italiana. Per essere credibili devono migliorare le condizioni economiche della gente.... Poi viene il resto...

portuense

Gio, 21/06/2018 - 07:12

no al condono... si incentiva a non pagare tanto prima o poi arriva un condono.

Mannik

Gio, 21/06/2018 - 08:02

Hernando45 - La rottamazione di Renzi e la proposta di Salvin sono fondamentalmente diverse. Pagamento agevolato il primo, condono tombale il secondo.

Mannik

Gio, 21/06/2018 - 08:05

È una delle poche cose sensate proposte da Salvini. Suona come una beffa per chi le tase le ha sempre pagate, ma i costi per il recupero delle tasse evase o non pagate per intero sono più alti di quanto lo stato riuscirebbe a incamerare. Cartelle esattorali sotto 100.000 si riferiscono nella maggior parte dei casi a drammi e situazioni di disagio, non a evasione programmatica (tipo far sparire i soldi nelle maglie di conti off shore ecc.).