La Ue in campo? Peccato che non conti

Abbiamo sempre scritto che il governo Monti non godeva di tutto quel favore e credito internazionale per cui veniva osannato. Adesso ci correggiamo: non è solo il nostro Paese ad avere scarsa influenza nel mondo ma anche la Ue

Toh, l'Europa s'è desta. Il caso dei nostri due marò, detenuti illegalmente in India da oltre otto mesi, deve scottare un tantino a Bruxelles, evidentemente. L'ultimo capitolo della vicenda, infatti, ha spinto il portavoce della diplomazia europea Michael Mann a prendere carta e penna per rispondere al Giornale. In poche parole, Mann esprime «sorpresa e disappunto» per la ricostruzione fatta ieri dal nostro Fausto Biloslavo sul quotidiano, in cui si denunciava che l'Unione Europea ha abbandonato i nostri due soldati, Massimiliano Latorre e Salvatore Girone, inviati in missione anti pirateria.

Bruxelles, invece, rivendica i numerosi sforzi che l'Alto Rappresentante Catherine Ashton avrebbe intrapreso a sostegno dell'Italia per risolvere la controversia con Nuova Delhi. Non solo. «L'Unione Europea continua a dare la massima priorità al caso nei contatti con i nostri omologhi indiani», precisa Mann, ricordando il passo della lettera inviata all'associazione che chiede la liberazione dei marò.

D'accordo, vogliamo credergli e ringraziamo la diplomazia europea che ha compiuto un'enorme e continua opera in favore dei nostri soldati prigionieri. Ne prendiamo atto. Abbiamo sempre scritto che il governo Monti non godeva di tutto quel favore e credito internazionale per cui veniva osannato, e che l'Italia appariva isolata nella controversia con l'India. Be', adesso ci correggiamo: non è solo il nostro Paese ad avere scarsa influenza nel mondo ma anche l'Unione Europea.

Certo, proprio quella Ue dei burocrati che ci costa oltre 140 miliardi all'anno; quella Ue che ci impone tasse e sacrifici in nome dell'euro; quella Ue che vuole toglierci la sovranità e quindi la libertà di decidere a casa nostra. Bene, questa Europa, che dovrebbe essere un colosso politico, economico e militare, non è poi un granché se nonostante tutti i suoi sforzi non è riuscita a far valere il diritto internazionale e a liberare i due soldati italiani. Se la realtà è questa, siamo sconcertati. E sempre meno convinti dell'utilità dell'Unione.

Commenti

Rockford

Mer, 24/10/2012 - 16:51

Certo, proprio quella Ue dei burocrati che ci costa oltre 140 miliardi all'anno; quella Ue che ci impone tasse e sacrifici in nome dell'euro; quella Ue che vuole toglierci la sovranità e quindi la libertà di decidere a casa nostra. Bene, questa Europa, che dovrebbe essere un colosso politico, economico e militare, non è poi un granché se nonostante tutti i suoi sforzi non è riuscita a far valere il diritto internazionale e a liberare i due soldati italiani. Se la realtà è questa, siamo sconcertati. E sempre meno convinti dell'utilità dell'Unione => che vivessimo in una menzogna lo si era capito dal lontanissimo 1993! Basta Europa!