Yemen, gli Usa invitano a lasciare il Paese. Un drone uccide 4 qaedisti

Washington attenta alle minacce di Al Qaeda nella Penisola arabica. Un drone uccide nella notte quattro presunti militanti

Posto di blocco dell'esercito yemenita sulla strada verso Sana'a

L'attenzione degli Stati Uniti continua a rimanere alta. Washington non vuole sottovalutare le minacce dei terroristi di Al Qaeda. Così, dopo avere deciso di chiudere le ambasciate mediorientali e nordafricane fino al dieci agosto, per scongiurare ogni rischio per gli uomini della diplomazia, oggi ha ordinato a tutti i suoi cittadini di abbandonare immediatamente il territorio dello Yemen.

Poco dopo la Gran Bretagna ha annunciato la chiusura della sua ambasciata e l'evacuazione del personale.

Nello Yemen ha base Al Qaeda nella Penisola araba, una delle organizzazioni affiliate, da cui nei giorni scorsi sarebbero arrivate minacce credibili di un pericolo per gli Occidentali. Alcune intercettazioni avrebbero registrato conversazioni tra il leader locale, Naser al-Wuhayshi, e il numero uno di Al Qaeda, l'egiziano Ayman Al-Zawahiri.

I terroristi sarebbero stati pronti ad un attacco di "grandi dimensioni" e "strategicamente significativo", da mettere in atto in concomitanza con la fine del ramadan. Difficile dire quale fosse l'obiettivo prescelto. Secondo altre fonti l'allarme - lo ricorda il Corriere della Sera - potrebbe essere scattato dopo l'intercettazione di un corriere.

Il ministro degli Esteri italiano, Emma Bonino, ha detto ad Affariitaliani.it che non risultano al momento minacce per l'ambasciata italiana, che comunque nello Yemen è chiusa al pubblico: "Abbiamo adottato delle misure di cautela".

Nella notte un nuovo strike di un drone ha ucciso nello Yemen centrale quattro persone ritenute appartenenti ad Al Qaeda. Gli uomini - secondo ufficiali del Paese - viaggiavano a bordo di un auto nella provincia di Marib. Uno dei morti potrebbe essere Saleh Jouti, membro di spicco dell'organizzazione. In meno di due settimane si sono susseguiti nello Yemen almeno quattro attacchi a distanza.

Commenti
Ritratto di gzorzi

gzorzi

Mar, 06/08/2013 - 11:21

Prima fanno gli spacconi e poi gli altri comuni mortali devono tenersi lontano dallo Yemen.

Ritratto di depil

depil

Mar, 06/08/2013 - 16:02

Allarme terrorismo in Italia. I terroristi si riconoscono per la toga che indossano e per la tessera di Magistratura Democratica, uno dei loro capi è stato visto ultimamente sempre nella stessa aula del tribunale di Milano, sembra che si chiami 0 si faccia chiamare Bruto o Bruti (per rispetto al suo idolo che assassinò Cesare)

Raoul Pontalti

Mar, 06/08/2013 - 18:34

E i droni continuano le loro missioni assassine... e proprio in Yemen, dove il pericolo di attentati sarebbe massimo. Ma allora c'è qualcuno che la reazione la vuole a tutti i costi...

Kaiser Karl V

Mar, 06/08/2013 - 20:11

Gli Usa non sanno difendere i loro abitanti all'estero, questo è il segno più tangibile della loro decadenza e retrocessione da Superpotenza. Dovrei gongolare perché in tal caso il primo posto spetterebbe all'Europa, ma per mia sfortuna al momento attuale è governata da un branco di deficienti (e poi c'è la questione della basi straniere). Questo significa che probabilmente la Russia rimarrà l'unica Nazione Bianca ad avere un peso nel mondo.

franco@Trier -DE

Mar, 06/08/2013 - 23:32

Noi siamo per il mondo arabo e musulmano libero e indipendente.Ogniuno a casa propria,Kaiser me se non sanno difendersi loro stessi in casa che minchia parli non hai visto le torri gemelle che fine hanno fatto?D'accordo che il maggior responsabile è il Mossad israeliano pero i piloti erano musulmani.