Estate e bellezza: gli errori che la mettono a repentaglio

Bellezza in estate: ecco come salvaguardarla, eliminando gli errori più comuni che si compiono e che vanificano gli sforzi e le cure dell'inverno

L’estate è tornata e con essa la voglia di scoprire il corpo per godere dei raggi solari e del poco di fresco che donano le ore notturne della giornata. Dopo un inverno a curare l’aspetto e il proprio benessere, però, il rischio di compiere degli errori nella routine di bellezza è molto alto: meglio dunque tenere sempre molto alta l’attenzione, soprattutto nei punti critici del corpo.

Gli errori che mettono a repentaglio la cura del proprio corpo partono dalla testa: tinte e colorazioni tendono infatti a perdere di intensità a contatto con l’acqua del mare o della piscina, rovinando inevitabilmente l'aspetto dei capelli. Per questo è importante proteggerli con sieri e oli che limitano gli effetti della salsedine e del cloro, rallentando il processo di degradazione delle tinture e mantenendone la bellezza naturale.

Ecco poi la necessità di tenere sempre idratata la pelle del viso, in particolare delle labbra, e di tutto il corpo. Creme, balsami e ancora oli possono limitare l’aggressività degli agenti esterni, come i raggi solari e l’abbronzatura stessa che tende a seccare l’epidermide, soprattutto della bocca, favorendo la desquamazione.

La ceretta delle gambe, poi, così come del resto del corpo è un altro fattore da valutare attentamente: effettuata prima dell’abbronzatura, insieme a uno scrub purificatore della pelle, aiuta a preparare meglio lo strato a diretto contatto con i raggi solari; meglio invece evitarla dopo l’abbronzatura, eliminando la possibilità di portare via con la cera anche il sottile strato più superficiale e protettivo.

Ultimo ma non meno importante è il fattore piedi: messi a nudo, vestiti di sandali, ballerine, flip flop e molto altro, i piedi spesso vengono trascurati; scelta sbagliata: infatti il costante sfregamento con il plantare della scarpa tende a screpolarne la superficie, in particolare quella dei talloni che oltre ad assumere un antiestetico aspetto li indebolisce sensibilmente. Meglio dunque curarli con creme nutrienti, soprattutto prima di andare a letto quando la sensazione di unto è meno fastidiosa.