Labbra morbide per l'estate

Labbra morbide anche in estate: pelle secca, disidratata e screpolata non solo per colpa dell'azione del sole, ma anche per una scarsa cura, una carente idratazione e una protezione minima

Labbra/Pixabay

Sempre in prima linea, esposte ai cambi di temperatura e metereologici, le labbra possono screpolarsi velocemente. Tagli, pelle secca e poca turgidità non sono solo tipici della stagione invernale, ma possono risultare una conseguenza di una scarsa idratazione. Anche il sole può agire con forza sulle labbra, piuttosto delicate perché rivestite da uno strato sottilissimo di cute. Non sono ricche di melanina e per questo tendono a scottarsi con facilità, agendo anche sul collagene naturale che ne garantisce forma e sostanza, impedendo che si formino rughe. Per questo è importante proteggerle mantenendole il più possibile idratate.

Per curare con costanza le labbra è possibile mettere in pratica alcuni accorgimenti, alcuni stratagemmi grazie all’impiego di prodotti naturali. Rimedi fai da realizzati con ingredienti semplici da reperire, economici e sani. Uno scrub leggero con olio d’oliva e zucchero può aiutare a eliminare le cellule morte, ma anche uno strato di burro da cucina potrebbe favorire l’operazione. Basta stenderlo sulla parte interessata, lasciarlo in posa per dieci minuti quindi fregare delicatamente con uno spazzolino con setole morbide. In questo modo la parte in eccesso verrà sostituita dalla cute nuova. Ideale anche la combinazione yogurt e zucchero di canna per un'azione delicata.

Olio d’oliva, miele, aloe vera, latte, cetriolo frullato possono risultare validi alleati per la salute della pelle delle labbra. Stenderli singolarmente, lasciandoli in posa per dieci minuti, garantirà buoni risultati di idratazione e morbidezza. Un impacco di burro di karitè contrasterào secchezza e screpolature, come l’olio di cocco. Come sempre è importante idratare la pelle assumendo molta acqua, frutta e verdure. Così da creare uno schermo protettivo contro le azioni del meteo e l’avanzare del tempo.